Il Treno di Angela Petriccione

Illuso, percorre libero
il treno della vita
i binari dell’esistenza
guidati dal destino

Attraversa curioso
lentamente il paesaggio
Si inerpica per i colli
delle diverse età

Si tuffa fischiando
nelle ameni valli
dei periodi felici
Incontra snodi incidenti
di altre storie

Si incrociano i treni
germani di gioventù
per un tratto paralleli
verso la stessa meta

Si diramano poi
lamentosi nel vento
in opposte direzioni
o per lontane dimensioni.

Si ritroveranno polverosi
sbuffanti d’affanni
alfine al capolinea dell’ultima stazione.

ANGELA PETRICCIONE

Il treno di Laura Bruschini

Il treno dell’amore arriverà

Passeggero solitario

e l’anima smarrita

fermi alla banchina

insieme saliranno

Il treno partirà

Dai finestrini ora ammirano

I paesaggi adesso più belli

E mano nella mano

I corridoi del treno percorrono

Soste e lunghe fermate

Non li annoiano

L’amore li ha trovati

E con loro viaggia sereno

(Laura Bruschini)