Archivi tag: società

#società Voucher per la digitalizzazione delle Pmi

Voucher per la digitalizzazione delle Pmi

Cos’è

È una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, tramite concessione di un “voucher”, di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all’adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

La disciplina attuativa della misura è stata adottata con il decreto interministeriale 23 settembre 2014.

 

Cosa finanzia

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla pubblicazione sul sito web del Ministero del provvedimento cumulativo di prenotazione del Voucher adottato su base regionale.

 

Leggi il resto qui

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/voucher-digitalizzazione

 

received_101544285558695679056513442776865132.jpeg

Annunci

#società A Macerata è stato terrorismo neofascista

La sparatoria di Macerata è stata terrorismo politico di matrice fascista: va riconosciuto e detto, e poi affrontato. Lo è dal background dell’esecutore, Luca Traini – il tatuaggio neonazista sopra l’occhio destro, la rivendicazione col braccio destro teso e la bandiera tricolore, la militanza politica e le testimonianze sulla sua progressiva estremizzazione – e dalla dinamica dell’azione – il proiettile contro la sede del partito democratico, i sei stranieri feriti.

Leggi il resto qui: https://www.valigiablu.it/macerata-terrorismo/

#società Quando il genitore è bullo?

Viviamo in una società dove la violenza e la prevaricazione possono essere sdoganate anche dai genitori che insegnano ai figli un modello comportamentale competitivo.

Quando ci troviamo in presenza di questo come dobbiamo comportarci.

Questo articolo introduce a trattare con i genitori bulli.

Genitori bulli? L’attributo potrebbe sorprendere. Ma le condizioni ci sono potenzialmente tutte: un divario di forze e potere (adulto/bambino); azioni che vengono considerate “educative” ma che si traducono in prevaricazione, espressione della propria posizione di forza, sottomissione autoritaria ai propri voleri.

Il bullismo dei genitori può essere diretto o indiretto. Nel primo caso si possono ritrovare tutti i comportamenti che hanno un’azione diretta sul fisico dei figli: picchiare, isolare, negare il cibo, costringere con la forza, far ricorso a punizioni corporali.

 

Leggi il resto qui

https://www.greenme.it/vivere/mente-emozioni/26482-genitori-bullismo

Come si fa a digitalizzare la scuola?

Marco Montemagno ci svela con poche semplici parole il vero problema della scuola italiana. Così come la scuola molte altre aziende non hanno la preparazione necessaria per affrontare il vero cambiamento che deve essere attuato. La mancanza di competenze nasce dal fatto che ancora non si riconoscano i ruoli importanti dei facilitatori informatici. Delle persone che in qualche modo disegnano la nuova strategia informatica e divulgano le tecnologie necessarie per un miglioramento collettivo.

Bullismo: la vita condizionata dall’ignoranza

616 casi di bullismo accertati nelle scuole campane nell’anno scolastico 2016-2017: numeri allarmanti quelli emersi grazie alla ricerca “L’incidenza del bullismo nelle scuole della Campania”, voluta dal Garante regionale dell’Infanzia e dell’adolescenza.

Sul campione del 22% sono stati dunque 616 i casi “conclamati” con picchi più alti nelle provincie di Napoli e Caserta. Le stesse periferie, le stesse province, in cui si registra il tasso più elevato di dispersione scolastica. Nello specifico, nella provincia partenopea, sono stati registrati in media 3 casi di bullismo per scuola, con una eccezione per un istituto comprensivo, dove si sono verificati 70 casi. Nella provincia di Caserta, si registra una media di 2,5 casi per scuola. Si discostano da questa media due istituti nei quali si sono manifestati 39 e 90 casi di bullismo.

Leggi il resto qui

http://www.napolitan.it/2017/12/15/71516/616-casi-bullismo-nelle-scuole-campane-la-storia-un-bambino-11-annivittima-dei-figli-della-camorra/

 

IMG_20171128_212355_229.jpg