San Valentino: cosa regalare

In testa alla classifica dei regali più gettonati si confermano i cioccolatini, scelti dal 35% degli italiani, seguiti da fiori (30%) peluches (17%), articoli di bigiotteria (10%). La tendenza che si è consolidata negli ultimi anni è sempre più quella di ricorrere a doni di piccola entità e a regali simbolici, al punto che solo il 3% degli innamorati italiani opterà per veri e propri gioielli da regalare al proprio partner.

Ma non solo. Tipica è anche la cena romantica a lume di candela o un gita fuori porta grazie a numerose offerte dedicate agli innamorati: si può viaggiare con speciali tariffe “2×1” per tutta la settimana dal 14 al 18 febbraio, oppure usufruire di speciali sconti per il biglietto andate e ritorno. Le offerte per San Valentino non si limitano solo al settore turistico, ma si estendono anche al settore dei servizi. Per la telefonia mobile sono messi a disposizione, dai vari operatori telefonici, giga gratis per la coppia durante la giornata, offerte per acquistare nuovi smartphone e, infine, offerte che permettono di chiamare gratis un numero a scelta.

Leggi il resto qui

http://redazione.finanza.com/2018/02/12/san-valentino-giro-di-affari-di-350-milioni-ma-per-regalare-cosa-questanno-la-parola-chiave-e-loriginalita/

Annunci

Cena di San Valentino

Per la cena di San Valentino questa poesia può fare veramente la differenza tra qualcosa di ordinario ed un giorno speciale

 

E l’amore guardò il tempo e rise,
perchè sapeva di non averne bisogno.
Finse di morire per un giorno,
e di rifiorire alla sera,
senza leggi da rispettare.
Si addormentò in un angolo di cuore
per un tempo che non esisteva.
Fuggì senza allontanarsi,
ritornò senza essere partito,
il tempo moriva e lui restava.

Luigi Pirandello

 

Testi di canzone – Scrivimi

Scrivimi
Quando il vento avrà spogliato gli alberi
gli altri sono andati al cinema
ma tu vuoi restare sola
poca voglia di parlare allora
Scrivimi
servirà a sentirti meno fragile
quando nella gente troverai
solamente indifferenza
non ti dimenticare mai di me..
E se non avrai da dire niente di particolare
non ti devi preoccupare
io saprò capire
a me basta di sapere
che mi pensi anche un minuto..
perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto
ci vuole poco
per sentirsi più vicini
Scrivimi
quando il cielo sembrerà più limpido
le giornate ormai si allungano
ma tu non aspettar la sera
se hai voglia di cantare
Scrivimi…anche quando penserai che ti sei innamorata
Tu non ti dimenticare mai di me
e se non sai come dire
se non trovi le parole
non ti devi preoccupare
io saprò capire
a me basta di sapere
che mi pensi anche un minuto
perché io so accontentarmi anche di un semplice saluto
ci vuole poco
per sentirsi più vicini
Scrivimi…anche quando penserai che ti sei innamorata
Tu scrivimi

San Valentino

San Valentino è considerato il patrono degli innamorati e il protettore degli epilettici.
Diventò vescovo di Terni nel 197.
Dedicò la sua vita alla conversione dei pagani e alla predicazione del Vangelo.
Era il periodo delle persecuzioni contro i cristiani.
Pur essendosi rifiutato di rinnegare la propria fede, nel 270 l’imperatore Claudio II lo graziò.
Più tardi fu arrestato nuovamente e decapitato il 14 febbraio del 273 per ordine dell’imperatore Aureliano.
La festività religiosa fu istituita nel 496 da papa Gelasio I probabilmente per sostituire una festa pagana festeggiata nello stesso giorno e dedicata alla fertilità.
L’associazione del Santo con l’amore romantico avviene più tardi, quasi sicuramente nei primi secoli del secondo Millennio. Ricordiamo, infatti, che il 14 febbraio del 1400 fu fondato a Parigi l'”Alto Tribunale dell’Amore” il cui scopo era quello di intervenire nelle controversie relative ai tradimenti, violenze contro le donne e contratti d’amore.
Nella seconda metà del 1800 avviene la commercializzazione della festa quando alcuni imprenditori cominciano la produzione industriale dei bigliettini d’amore (valentine).
Oggi non solo i bigliettini ma ogni sorta di regalo, dal monile ai cioccolatini o ai fiori, sono il simbolo dell’amore che gli innamorati si promettono in questo giorno.
Certamente è bello essere al centro dei pensieri del proprio amato ma probabilmente non è necessaria una festa perché questo avvenga e soprattutto non è necessario un regalo per dimostrare il proprio amore. L’amore va dimostrato ogni giorno, anche con piccoli gesti quotidiani.
Buon San Valentino a tutti!

La voce del silenzio – per chi non festeggia San Valentino

Volevo stare un pò da solo
per pensare e tu lo sai
ed ho sentito nel silenzio
una voce dentro me
e tornan vive troppe cose
che credevo morte ormai
e chi ho tanto amato
dal mare del silenzio
ritorna come un’onda nei miei occhi
e quello che mi manca
nel mare del silenzio
mi manca sai, molto di più.
Ci sono cose in un silenzio
che non m’aspettavo mai,
vorrei una voce
ed improvvisamente
ti accorgi che il silenzio
ha il volto delle cose che hai perduto
ed io ti sento amore,
ti sento nel mio cuore
stai riprendendo il posto che
tu non avevi perso mai,
che non avevi perso mai,
che non avevi perso mai.
E quello che mi manca
nel mare del silenzio
mi manca sai,
molto di più,
ci sono cose in un silenzio
che non m’aspettavo mai,
vorrei una voce
e improvvisamente
ti accorgi che il silenzio
ha il volto delle cose che hai perduto
ed io ti sento amore,
ti sento nel mio cuore
stai riprendendo il posto che
tu non avevi perso mai
non avevi perso mai
non avevi perso mai

http://it.m.wikipedia.org/wiki/La_voce_del_silenzio_(brano_musicale)

San Valentino: Amore senza fine – Poesia in musica di Pino Daniele

Se mi guardi con gli occhi dell’amore
non ci lasceremo più
inganneremo il tempo e il dolore
sia l’estate che l’inverno.
E cambieremo il mondo ogni volta che vuoi
e fermeremo il mondo ogni volta che vuoi.
Perché non so che dire quando mi guardi così
non riesco mai a finire un discorso senza errori
perché mi fai impazzire quando mi guardi così
mi sembra di capire che voglio solo te in questo mondo
voglio solo te in questo mondo.
Se mi cerchi con gli occhi dell’amore
allora si mi troverai
fra le parole semplici e il sapore
di un mattino di primavera.
E cambieremo il mondo ogni volta che vuoi
e fermeremo il mondo ogni volta che vuoi.
Perché non so che dire quando mi guardi così
non riesco mai a finire un discorso senza errori
perché mi fai impazzire quando mi guardi così
amore senza fine io voglio solo te in questo mondo
voglio solo te in questo mondo.
When I look into your eyes I will feel so good
‘cause you make a better day to me..

Le più belle poesie per San Valentino

Abbiamo selezionato queste poesie

Se saprai starmi vicino… Poesia di Pablo Neruda

Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perchè insieme è gioia…

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda

Non ho bisogno di tempo… poesia di Pedro Salinas

 

Non ho bisogno di tempo
per sapere come sei:

conoscersi è luce improvvisa.
Chi ti potrà conoscere
là dove taci, o nelle
parole con cui taci?
Chi ti cerchi nella vita
che stai vivendo, non sa
di te che allusioni,
pretesti in cui ti nascondi.
E seguirti all’indietro
in ciò che hai fatto, prima,
sommare azione a sorriso,
anni a nomi, sarà
come perderti. Io no.
Ti ho conosciuto nella tempesta.
Ti ho conosciuto, improvvisa,
in quello squarcio brutale
di tenebra e luce,
dove si rivela il fondo
che sfugge al giorno e alla notte.
Ti ho visto, mi hai visto, ed ora,
nuda ormai dell’equivoco,
della storia, del passato,
tu, amazzone sulla folgore,
palpitante di recente
ed inatteso arrivo,
sei così anticamente mia,
da tanto tempo ti conosco,
che nel tuo amore chiudo gli occhi,
e procedo senza errare,
alla cieca, senza chiedere nulla
a quella luce lenta e sicura
con cui si riconoscono lettere
e forme e si fanni conti
e si crede di vedere
chi tu sia, o mia invisibile

 

E tu quali poesie hai dedicato al tuo amore?

 

Se saprai starmi vicino… Poesia di Pablo Neruda

Se saprai starmi vicino,
e potremo essere diversi,
se il sole illuminerà entrambi
senza che le nostre ombre si sovrappongano,
se riusciremo ad essere “noi” in mezzo al mondo
e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere.

Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo
e non il ricordo di come eravamo,
se sapremo darci l’un l’altro
senza sapere chi sarà il primo e chi l’ultimo
se il tuo corpo canterà con il mio perchè insieme è gioia…

Allora sarà amore
e non sarà stato vano aspettarsi tanto.

Pablo Neruda

 

 

 

 

 

Hotel in Sila

Poesie d’amore per San Valentino

Domani per me è un giorno speciale, come per ogni persona che ha trovato l’Amore.
Se vuoi leggere velocemente le poesie d’amore ospitate da questo blog segui il link qui sotto
https://poesie.wordpress.com/category/amore/

e non aver paura di dedicare a chi ami i versi che rispecchiano come un calco i tuoi sentimenti.

Anche grazie a te, stiamo per arrivare al traguardo di 3 milioni di poesie lette.

Marco Costanzo

Quì io ti amo – Neruda

Quì io ti amo

Tra i pini si srotola il vento .

Brilla fosforescente la luna su acque erranti .

Passano giorni uguali, inseguendosi l’un l’altro.

Si dirada la nebbia in figure danzanti .

Un gabbiano d’argento si stacca dal tramonto.

A volte una vela . Alte, alte le stelle.

O la croce nera di una nave.

Solo.

A volte mi alzo all’alba e persino la mia anima è umida .

Suona, risuona il mare lontano.

Questo è un porto.

Quì io ti amo.

Quì io ti amo e invano l’orizzonte ci occulta.

Ti sto amando anche in mezzo a queste cose fredde.

A volte vanno i miei baci su quelle navi gravi,

che corrono sul mare dove non arriveranno.

Mi vedo già dimenticato come queste vecchie àncore.

Sono più tristi le banchine quando ormeggia la sera.

Si stanca la mia vita inutilmente affamata.

Amo quel che non ho . Tu sei così distante.

La mia noia lotta coi lenti crepuscoli.

Ma poi giunge la notte e inizia a cantarmi.

La luna proietta la sua pellicola di sogno.

Mi guardano coi tuoi occhi le stelle più grandi.

E poichè io ti amo, i pini nel vento

vogliono cantare il tuo nome con le loro fogli metalliche.

Poesie per San Valentino – Farò della mia anima uno scrigno – Gibran

Invitiamo i lettori ad inviare le poesie (famose e non) a loro più care per questa nuova rubrica dedicata all’amore cliccando qui

Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l’eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.
(gibran)