Noi siamo uomini, tutti uguali…

da l’ultima intervista del 4 gennaio 1981 di Antonio Donat Cattin (giornalista RAI) a Don Zeno, fondatore di Nomadelfia, qualche giorno prima della sua morte.

D: “Per tutta la vita ha cercato l’uomo. Lo ha trovato a 80 anni?”.

R:“L’ho trovato in me, prima di tutto. Ho visto in me stesso tutti gli uomini. L’uomo, quanti tipi! Uno più vivo dell’altro. Se tutti ci mettessimo d’accordo: noi siamo uomini, tutti uguali… Ma sa cosa vuol dire persuadere la gente che siamo uomini? Se uno riuscisse a vedere l’uomo nell’uomo, il mondo non farebbe la guerra. Prima o poi scoppia e la colpa è nostra, mi ci metto anch’io, mi sento responsabile. Cosa si può fare? Cercare l’uomo, amare l’uomo. Si fanno delle iniziative ma non reggono, perché non si fanno fratelli. Non si fa così a fare guerra alla guerra. C’è poco da sperare, se non saltano fuori dei movimenti disarmati che facciano i conti, mettano insieme le ricchezze e comincino a dividere”.

D:“Qual è dunque la strada per salvare l’umanità?”.

R:“La prima cosa è la giustizia. Non è che prima siamo cristiani, prima siamo uomini. La solidarietà umana è scritta nella natura, non è una religione. Cosa vuoi pregare se sei ingiusto? Si fa i conti, questa è l’unica via per creare un mondo nuovo. Sono bianchi, rossi, di tutte le tinte ma hanno una sete di verità che mi fa paura… Abbiamo visto delle persone che non credevano in niente eppure hanno fatto delle grandi cose in favore dell’uomo.

Anche questo incontro fra noi, per esempio, ci fa sentire l’umanità. L’unica cosa che rimane, quando ci lasciamo, è che ci siam trovati uomini. Il contatto è arrivato, c’è stata una corrente tra noi, ci siam sentiti fratelli, uomini.

Immaginate se si comincia a dir tutti che siamo uomini!”

tratto dal libro  Don Zeno, Obbedientissimo Ribelle di Fausto Alberto Marinetti

Il senso della vita per Massimiliano Marino

Ha la vita senso?
Qual’è il senso della vita?
È forse il vivere perpetuo?
È irrazionale dar logica a ciò che non si conosce
La vita è per l’appunto un celato che assaggiamo a bocconi di minuti
Il domani, che in molti ha spiegazione nella pianificazione, può aver mutamenti repentini
Ed a volte neanche ciò che fu per definizione divina, indivisibile, gli sopravvivere
Ecco il senso della vita è per me l’accettare dell’evolversi
Un padre non è un figlio che ora affronta ciò che egli stesso per prima provocò?
E lo ieri non è stato per un breve tempo il domani?
Non è importante perciò perdersi nel ragionamento di ciò che potrà essere accumulando tristezze e sperando in fine che poi non deludano le speranze,
L’intelligente vive ogni suo istante facendone l’attimo felice
Egli
Girandosi indietro non avrà rimorsi e guardando il domani troverà scuse per essere di nuovo gaudio.

Massimiliano Marino

Invia anche tu una rilfessione sul senso della vita lasciando un commento

Acquarello – poesia di Toquinho

sopra un foglio di carta
lo vedi il sole e’ giallo
ma se piove due segni di biro
ti danno un’ ombrello
gli alberi non son altro
che fiaschi di vino girati
se ci metti due tipi
la’ sotto saranno ubriachi
l’erba e’ sempre verde
e se vedi un punto lontano
non si scappa o e’ il buon dio o e’ un
gabbiano e va
verso il mare a volare ed il mare
e’ tutto blu
e una nave a navigare ha una vela
non di piu’
ma sott’ acqua i pesci sanno dove andare
dove gli pare non dove vuoi tu
ed il cielo sta a guardare
ed il cielo e’ sempre blu
c’e’ un aereo lassu’ in alto
e l’ aereo scende giu’
c’e’ chi a terra lo saluta con la mano
va piano piano fuori di un bar
chissa’ dove va
sopra un foglio di carta
lo vedi chi viaggia in un treno
sono tre buoni amici che viaggiano e
parlano piano
da un’america all’ altra e’uno scherzo
ci vuole un secondo
basta fare un bel cerchio
ed ecco che hai tutto il mondo
un ragazzo cammina cammina
arrivando ad un muro
chiude gli occhi un momento e
davanti si vede il futuro gia’
e il futuro e’ un’ astronave
che non ha tempo ne pieta’
va su marte va dove vuole
niente mai lo sai la fermera’
se ci viene incontro non fa rumore
non chiede amore e non ne da’
continuiamo a suonare
lavorare in citta’
noi che abbiamo un po’ paura
ma la paura passera’
siamo tutti in ballo siamo sul piu’
bello in un acquarello che scolorira’
che scolorira’
sopra un foglio di carta
lo vedi il sole e’ giallo ma scolorira’
ma se piove due segni di biro
ti danno un’ ombrello che scolorira’
basta fare un bel cerchio ed ecco
che hai tutto il mondo che scolorira’

senso della vita

Ti auguro tempo – il miglior auspicio da fare a chi vuoi bene!

Non ti Auguro un Dono qualsiasi

ti auguro soltanto quello che i più non hanno

Ti Auguro Tempo, per divertirti e per ridere

se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa

Ti Auguro Tempo, per il tuo Fare e per il tuo Pensare

non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri

Ti Auguro Tempo, non per affrettarti e correre

ma  tempo per essere contento

Ti Auguro Tempo, Non Soltanto per Trascorrerlo

ti auguro tempo perchè te ne resti

tempo per stupirti e per fidarti

e non soltanto per guardarlo all’orologio

Ti Auguro tempo per Toccare le Stelle

e tempo per crescere, per maturare

Ti Auguro Tempo per Sperare

nuovamente e per amare

non ha più senso rimandare

Ti Auguro Tempo per trovare te stesso

per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come dono

Ti Auguro Tempo anche per perdonare

Ti Auguro Tempo

tempo per la vita.

Elli Michler


Visita: bit.do/tecnofelicita

sensodellavita.com iscriviti alla newsletter

sensodellavita.com iscriviti alla newsletter