Poesia per la primavera

Pulizie di primavera

Lasciatemi riflettere, meditare
su questo mondo malato
su questo mondo scoppiato
perché così non si poteva continuare.
E mi sento dire: approfittane, fai
le pulizie di primavera no?
Ne ha bisogno la casa.
Ma io le pulizie le sto facendo
In poesia, certo.
Spazzo via la mancanza di dialogo,
di rapporti umani, di cattiveria
e sete di potere del mondo,
dove il motto era avere e non essere
egoismo e non altruismo,
presunzione e orgoglio.
Ecco le mie pulizie di primavera.
Una volta terminate avrò una casa
del tutto nuova, a misura d’uomo.
Sono rimaste delle ragnatele?
Che importa! Le userò come filo
per ricamare altre poesie.
Di tempo ne ho.

Sandra Greggio