Sorridi donna -Alda Merini

Sorridi donna
sorridi sempre alla vita
anche se lei non ti sorride.
Sorridi agli amori finiti
sorridi ai tuoi dolori
sorridi comunque.
Il tuo sorriso sarà
luce per il tuo cammino
faro per naviganti sperduti.
Il tuo sorriso sarà
un bacio di mamma,
un battito d’ali,
un raggio di sole per tutti.

Alda Merini

Annunci

Novembre 1997 Giovanni Ferrari

Sul fondo di velluto bruno

della sera d’autunno

svanivano

leggere come ombre

le croci dei lumini accesi…

Stranamente a quell’ora

era bello il cimitero

prato strano e irreale

disperso negli spazi immisurati

della notte incombente…

Brillavano

tenui

le luci tremule davanti all’effigie

calcinate nella memoria

delle lapidi stinte

pulite a nuovo

nel giorno dei morti:

singhiozzi di luce

accesi nella speranza

di continuare ancora

il discorso interrotto

il discorso inconcluso della vita

Lucciole strane

sospeso il volo a mezz’aria

inchiodavano sul fondo del cielo

le povere epigrafi.

Non un fruscio casuale

né alito di vento leggero

rompeva il tempo irreale

Compagno solenne

del tempo immobile…

#poesie La sagra paesana – Sandra Greggio

C’è ancora nell’epoca di Internet
Chi si diverte ballando in una piazzola
Mentre in un angolo
Bambini con gli occhi sgranati
Guardano chi fa le crepes
Con l’acquolina in bocca
Ci sono ancora all’epoca di Internet
Ragazzi che si divertono
Seduti su un muricciolo
Raccontandosi episodi della loro vita
C’è ancora spazio per una luna piena
Che incanta una sagra  paesana
Quella che gli anziani rivivono
Ritornando indietro nel tempo
C’ero anch’io quella sera
E mi baciava il venticello spontaneo
Non artefatto né malizioso
Come quello di vacanze esotiche
Da sfoggiare con le amiche
Alla fine dell’estate

#poesie – Il centro del mondo – Ligabue

Portami dove mi devi portare
Africa, Asia o nel primo locale
fammi vedere che cosa vuol dire partire davvero
Portami dove non posso arrivare
dove si smette qualsiasi pudore
fammi sentire che cosa vuol dire viaggiare leggeri

Sei sempre così
il centro del mondo
il viaggio potente nel cuore del tempo andata e ritorno

Portami ovunque portami al mare
portami dove non serve sognare
chiedemi il cambio solo se devi,
sei brava a guidare
E dopo portami oltre che lo sai fare
dove sparisce qualsiasi confine
fammi vedere che cosa vuol dire viaggiare col cuore

Sei sempre così
il centro del mondo
il primo bengala sparato nel cielo quando mi perdo
sei sempre così il centro del mondo
ti prendi il mio tempo
ti prendi il mio spazio
ti prendi il mio meglio

Portami dove mi devi portare
Venere, Marte o altri locali
fammi vedere che cosa succede a viaggiare davvero

Sei sempre così
il centro del mondo
il primo bengala sparato nel cielo quando mi perdo
sei sempre così il centro del mondo
ti prendi il mio tempo
ti prendi il mio spazio
ti prendi il mio meglio

Invincibile amore – Albert Camus


Mia cara,

nel bel mezzo dell’odio
ho scoperto che vi era in me
un invincibile amore.
Nel bel mezzo delle lacrime
ho scoperto che vi era in me
un invincibile sorriso.
Nel bel mezzo del caos
ho scoperto che vi era in me
un’ invincibile tranquillità.
Ho compreso, infine,
che nel bel mezzo dell’inverno,
ho scoperto che vi era in me
un’invincibile estate.
E che ciò mi rende felice.
Perché afferma che non importa
quanto duramente il mondo
vada contro di me,
in me c’è qualcosa di più forte,
qualcosa di migliore
che mi spinge subito indietro.

(Albert Camus)