Chi sono gli angeli

ANGELI di Anselm Grün (monaco benedettino tedesco) Spesso diciamo a qualcuno: “Tu per me sei un angelo. Sei arrivato proprio al momento giusto. Quando ti sono vicino mi sento bene. Tu mi fai stare bene”. Un marito dice alla moglie: “Tu per me sei un angelo. Grazie a te sono entrato in contatto con l’amoreContinua a leggere “Chi sono gli angeli”

Vota:

Solo il tuo cuore appassionato

Solo il tuo cuore appassionatoe niente più.Il mio paradiso un camposenza usignoloné lire,con un lento corso d’acquae una piccola sorgente.Senza il fruscio del ventotra i rami,né la stella che desideraesser foglia.Una immensa luceche fosseluccioladi un’altra,in un campodi sguardi evanescenti.Una limpida quietee i nostri baci là– sonori vezzidell’eco –si schiuderebbero assai lontano.Il tuo cuore appassionatoe nienteContinua a leggere “Solo il tuo cuore appassionato”

Vota:

Poesia per aspiranti dittatori

Nummeri Conterò poco, è vero: | – diceva l’Uno ar Zero – | ma tu che vali? Gnente: propio gnente. | Sia ne l’azzione come ner pensiero | rimani un coso voto e inconcrudente. | Io, invece, se me metto a capofila | de cinque zeri tale e quale a te, | lo sai quantoContinua a leggere “Poesia per aspiranti dittatori”

Vota:

Cammini sui miei sogni

Se avessi il drappo ricamato del cielo, intessuto dell’oro e dell’argento e della luce, i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte dai mezzi colori dell’alba e del tramonto, stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi: invece, essendo povero, ho soltanto sogni; e i miei sogni ho steso sotto i tuoiContinua a leggere “Cammini sui miei sogni”

Vota:

Non è ancora tempo

Non è ancora tempo Di gettare l’ancora Ho ancora abissi da esplorare Isole incantevoli Con conchiglie ricche di perle. Non è ancora tempo Di sedersi davanti Ad un caminetto A fare la calza Fuori la natura È tutta da vivere In ogni stagione dell’anno. Non è ancora tempo Di dichiararsi sconfitti Ci sono ancora battaglieContinua a leggere “Non è ancora tempo”

Vota:

Soavità

Anche nel lasciarsi andare cè una sua soave bellezza. Immaginarsi portata dal fiume attraverso fresche vallate, lasciarsi trasportare dal mare stesa su di lui baciata dal sole, leggere un libro e assopirsi, ascoltare musica e sognare. Perdersi a guardare il firmamento, inebriarsi del profumo dei fiori. Anche lasciarsi andare è soave ed è quasi simileContinua a leggere “Soavità”

Vota:

Eden

Sono entrata in un giardino meraviglioso ma a me proibito eppure non provavo alcuna vergogna mi muovevo disinvolta raccogliendo fiori e respirando il loro intenso profumo. Ero serena e felice, gioiosa di essere in quel luogo per me magico e quasi fatato. A piedi scalzi camminavo sull’erba soffice senza lasciare orme del mio passaggio tantoContinua a leggere “Eden”

Vota: