Tag: morte

Tanti auguri papà – poesia di Antonio Trani

Te ne sei andato all’improvviso come avesti voluto e da solo senza neanche un saluto. Senza dare a nessuno il modo di ringraziarti per esserci stato, per essere stato. Te ne sei andato senza lasciar detto nulla di più di quanto avessi già detto. Eppure di te e per te continuo a sentire e vedere. … Continua a leggere Tanti auguri papà – poesia di Antonio Trani

Annunci

Cinque Anatre – Guccini

Cinque anatre volano a sud: molto prima del tempo l'inverno è arrivato. Cinque anatre in volo vedrai contro il sole velato, contro il sole velato... Nessun rumore sulla taiga, solo un lampo un istante ed un morso crudele: quattro anatre in volo vedrai ed una preda cadere ed una preda cadere... Quattro anatre volano a … Continua a leggere Cinque Anatre – Guccini

Lo scorpione – Trilussa

Quanno che lo Scorpione s'innamora chiama la Scorpioncina, je s'accosta e lì je fa la solita proposta come se fosse propio una signora. Pija un pretesto pe' portalla a spasso de dietro a quarche sasso, je zompa addosso eppoi credo che, su per giù, fa come noi. Ma er divario sta in questo: la compagna, … Continua a leggere Lo scorpione – Trilussa

Strage di Capaci – marcomkc

Capaci. Cratere della civiltà. Sono stati capaci di farci respirare sangue. Con uno Stato incapace di difendere suoi Pezzi. Ci sono pezzi di carne nella mia anima. C'è odore di solitudine per le vittime. Mi appartengono le grida della moglie di Vito: "Vi perdono se avete il coraggio di cambiare...", e la foto di Falcone … Continua a leggere Strage di Capaci – marcomkc

Il bombarolo – F. De André

Chi va dicendo in giro che odio il mio lavoro non sa con quanto amore mi dedico al tritolo, è quasi indipendente ancora poche ore poi gli darò la voce il detonatore. Il mio Pinocchio fragile parente artigianale di ordigni costruiti su scala industriale di me non farà mai un cavaliere del lavoro, io sono … Continua a leggere Il bombarolo – F. De André

La notte e la memoria – Marco Costanzo

Stanotte ho guardato la notte, nera, assoluta. Unica speranza le limpide stelle, sguardi discreti di un timido Dio. Stamattina ho guardato mio figlio ed ho visto me e lui ad Auschwitz, separati al cancello dalla follia degli uomini. Stamattina ho provato un dolore, muto, assoluto. Che pena sapere che l'uomo non ha ancora imparato ad … Continua a leggere La notte e la memoria – Marco Costanzo

Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

Siedono. L'una guarda l'altra. L'una esile e bionda, semplice di vesti e di sguardi; ma l'altra, esile e bruna,   l'altra... I due occhi semplici e modesti fissano gli altri due ch'ardono. «E mai non ci tornasti?» «Mai!» «Non le vedesti più?» «Non più, cara.» «Io sì: ci ritornai; e le rividi le mie bianche … Continua a leggere Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

In memoria di una donna coraggiosa

Questa volta non pubblico una poesia ma invito i lettori a commentare questa notizia con la poesia che credono più appropriata. Brutta giornata per l'Umanità... Marco La morte di Benazir Bhutto, in questo senso, contiene una lezione per tutti, anche per quelli che sono chiamati ad azioni e scelte molto più piccole, più normali, delle … Continua a leggere In memoria di una donna coraggiosa

Fimmini Siciliani – Michelangelo Balistreri

Cu vostru chiantu inchistivu lu mari cu la prighiera pittastivu lu suli e ricamannu li pinsera 'ntra lu cori a la Sicilia arrialastivu l'amuri. Manu ca strincinu manu e abbattinu mura vuci ca cancianu u distinu e cummogghianu dulura e occhi ca talianu figghi scappari luntanu comu cunigghi. Facci stanchi supra 'na valanza comu linzola … Continua a leggere Fimmini Siciliani – Michelangelo Balistreri

La morte – Tagore

"La morte, Tua schiava, è alla mia porta. Ha attraversato il mare sconosciuto e ha recato alla mia casa il Tuo richiamo. La notte è buia e il mio cuore è spaurito eppure prenderò la lampada, aprirò le porte e m'inchinerò dandole il benvenuto. E' il tuo messaggero che sta alla mia porta, l'adorerò a … Continua a leggere La morte – Tagore

L’UOMO E IL MARE – Charles Baudelaire

Uomo libero, tu amerai sempre il mare! Il mare è il tuo specchio; contempli la tua anima Nello svolgersi infinito della sua onda, E il tuo spirito non è un abisso meno amaro. Ti piace tuffarti nel seno della tua immagine; L'accarezzi con gli occhi e con le braccia e il tuo cuore Si distrae … Continua a leggere L’UOMO E IL MARE – Charles Baudelaire