#società Denunciare è un dovere civico.

Perchè sembra che i cittadini non vogliono ribellarsi alla morte lenta causata da incuria nell'amministrazione della cosa pubblica italiana? Riporto l'articolo di Pino Ciociola affinchè le persone non perdano il vizio di denunciare e di compiere le azioni successive alla denuncia che rendono il nostro mondo ogni giorno migliore.   Impressiona ormai anche me. La … Leggi tutto #società Denunciare è un dovere civico.

Poesie per la memoria della Shoah – La valle delle ossa secche

L'Olocausto, in quanto genocidio degli ebrei, è identificato più correttamente con il termine Shoah (in lingua ebraica: השואה, HaShoah, "catastrofe", "distruzione"). Esso consistette nello sterminio di un numero compreso tra i 5 e i 6 milioni di ebrei, di ogni sesso ed età. La distruzione di circa i due terzi degli ebrei d'Europa venne organizzata e portata a termine dalla Germania nazista mediante un complesso apparato amministrativo, economico e militare che coinvolse gran parte delle strutture di potere burocratiche del regime, con uno sviluppo progressivo che ebbe inizio nel 1933 con la segregazione degli ebrei tedeschi, proseguì, estendendosi a tutta l'Europa occupata dal Terzo Reich durante la seconda guerra mondiale, con il concentramento e la deportazione e quindi culminò dal 1941 con lo sterminio fisico per mezzo di eccidi di massa sul territorio da parte di reparti speciali e soprattutto in strutture di annientamento appositamente predisposte (campi di sterminio), in cui attuare quella che i nazisti denominarono soluzione finale della questione ebraica. Questo evento non trova nella storia altri esempi a cui possa essere paragonato per le sue dimensioni e per le caratteristiche organizzative e tecniche dispiegate dalla macchina di distruzione nazista.

Tanti auguri papà – poesia di Antonio Trani

Te ne sei andato all’improvviso come avesti voluto e da solo senza neanche un saluto. Senza dare a nessuno il modo di ringraziarti per esserci stato, per essere stato. Te ne sei andato senza lasciar detto nulla di più di quanto avessi già detto. Eppure di te e per te continuo a sentire e vedere. … Leggi tutto Tanti auguri papà – poesia di Antonio Trani

Cinque Anatre – Guccini

Cinque anatre volano a sud: molto prima del tempo l'inverno è arrivato. Cinque anatre in volo vedrai contro il sole velato, contro il sole velato... Nessun rumore sulla taiga, solo un lampo un istante ed un morso crudele: quattro anatre in volo vedrai ed una preda cadere ed una preda cadere... Quattro anatre volano a … Leggi tutto Cinque Anatre – Guccini

A cosa serve la guerra – E. Bennato

A cosa serve la guerra diciamo la verità serve soltanto a vincer la gara dell’inutilità La guerra non dice niente guardati intorno e ci arrivi Perché la vincono sempre i buoni la perdono sempre i cattivi Ogni soldato che parte ogni soldato del re vorrei raggiungerlo con questo valzer fargli cantare con me A cosa … Leggi tutto A cosa serve la guerra – E. Bennato

Non ti scordar mai di me – Tiziano Ferro

Se fossi qui con me questa sera Sarei felice e tu lo sai. Starebbe meglio anche la luna, ora piu’ piccola che mai. Farei anche a meno della nostalgia Che da lontano Torna a portarmi via Del nostro amore solo una scia Che il tempo poi cancellera’ E nulla sopravvivera’. Non ti scordar mai di … Leggi tutto Non ti scordar mai di me – Tiziano Ferro

La notte e la memoria – Marco Costanzo

Stanotte ho guardato la notte, nera, assoluta. Unica speranza le limpide stelle, sguardi discreti di un timido Dio. Stamattina ho guardato mio figlio ed ho visto me e lui ad Auschwitz, separati al cancello dalla follia degli uomini. Stamattina ho provato un dolore, muto, assoluto. Che pena sapere che l'uomo non ha ancora imparato ad … Leggi tutto La notte e la memoria – Marco Costanzo