Gnu/Linux non prende virus

La sicurezza informatica parte dalla consapevolezza che esistono sistemi che non prendono virus e sistemi che hanno bisogno di antivirus perché intrinsecamente deboli come Microsoft Windows.

Come esempio basta ricordarti che quando installi un programma in windows non ti vengono richiesti quasi mai i privilegi di amministratore.

Questo video ti spiega come mai linux non prende virus e se qualcosa non ti è chiara puoi lasciare un commento.

Libero Grassi… un docente di “dignità umana”

E’ la dignità che dona un senso pieno alla nostra vita.

Libero Grassi, 20 anni fa la lettera al "Caro estortore"
Libero Grassi, 20 anni fa la lettera al “Caro estortore”

Un Uomo, Libero Grassi, è stato colpito alle spalle da chi per diventare uomo d’onore, la dignità l’ha abbandonata portando sofferenze in tante famiglie italiane.

Esiste un momento in cui abbiamo la consapevolezza del male? Nella nostra società veniamo “anestetizzati” a non guardare oltre il nostro giardino. Vorremmo che Libero non avesse mai ricevuto la medaglia d’onore al valor civile e che invece fosse con i suoi figli alla guida di una bella azienda siciliana.

Ogni lettore di sensodellavita.com può fare la sua parte e diffondere il messaggio di Libero Grassi, ricordando che la sua morte ha aiutato le generazioni future a prendere coscienza che la violenza e l’assenza dello Stato sono i principali problemi della nostra bellissima nazione.

Questa la lettera viva di Libero…

“Caro estortore,
volevo avvertire il nostro ignoto estortore di risparmiare le telefonate dal tono minaccioso e le spese per l’acquisto di micce, bombe e proiettili, in quanto non siamo disponibili a dare contributi e ci siamo messi sotto la protezione della polizia. Ho costruito questa fabbrica con le mie mani, lavoro da una vita e non intendo chiudere… Se paghiamo i 50 milioni, torneranno poi alla carica chiedendoci altri soldi, una retta mensile, saremo destinati a chiudere bottega in poco tempo. Per questo abbiamo detto no al “Geometra Anzalone” e diremo no a tutti quelli come lui.“

 

e questo un ricordo vivo dalla sua voce limpida…

 

 

 

 

Non facciamo finta di niente quando siamo certi che i politici dialogano con le mafie.

 

 

 

La libertà – Giorgio Gaber

Vorrei essere libero come un uomo.

Come un uomo appena nato

che ha di fronte solamente la natura,

e cammina dentro un bosco

con la gioia di inseguire un’avventura.

Sempre libero e vitale,

fa l’amore come fosse un animale,

incosciente come un uomo compiaciuto

della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero,

non è neanche il volo di un moscone,

la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come un uomo che ha bisogno

di spaziare con la propria fantasia,

e che trova questo spazio

solamente nella sua democrazia.

Che ha il diritto di votare

e che passa la sua vita a delegare,

e nel farsi comandare

ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero,

non è neanche avere un’opinione,

la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,

non è neanche il volo di un moscone,

la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.

Come l’uomo più evoluto

che si innalza con la propria intelligenza,

e che sfida la natura

con la forza incontrastata della scienza.

Con addosso l’entusiasmo

di spaziare senza limiti nel cosmo,

e convinto che la forza del pensiero

sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero,

non è neanche un gesto o un’invenzione,

la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,

non è neanche il volo di un moscone,

la libertà non è uno spazio libero,

libertà è partecipazione.

A cosa serve la guerra – E. Bennato

A cosa serve la guerra diciamo la verità
serve soltanto a vincer la gara dell’inutilità

La guerra non dice niente guardati intorno e ci arrivi
Perché la vincono sempre i buoni la perdono sempre i cattivi

Ogni soldato che parte ogni soldato del re
vorrei raggiungerlo con questo valzer fargli cantare con me

A cosa serve la guerra diciamo la verità
serve soltanto a vincer la gara dell’inutilità

La guerra è sempre la stessa e ognuno la perderà
e a ogni soldato che muore si perde un po’ di umanità

La guerra è sempre la stessa devi partire e non sai
se è una minaccia o se è una promessa che è l’ultima guerra che fai

Come uno stupido valzer la storia non cambierà
ma è sempre meglio cantarla ogni tanto – questa canzone che fa

La guerra non dice niente guardati intorno e ci arrivi
Perché la vincono sempre i buoni la perdono sempre i cattivi

La guerra è un caso irrisolto è perché la sua soluzione
è che il più debole ha sempre torto e il più forte ha sempre ragione

A cosa serve la guerra diciamo la verità
serve soltanto a vincer la gara dell’inutilità

Fiducioso e libero – S. Lawrence

Non prego di essere esente da difficoltà
ma di avere il coraggio di affrontarle.

Non chiedo che il mio dolore sia alleviato,
ma chiedo di poterlo attraversare con te.

Non cerco aiuti sul campo di battaglia della vita,
ma cerco la forza che viene da te.

Non imploro con ansiosa paura di essere salvato,
ma fiducioso attendo il dono della tua libertà

Grazie a Marinella

Voglia di libertà – Bertoli

Vorrei poter suonare ancora un po’
E poi seguirti fino in capo al mondo
Mi vestirei di stracci come so
E sarei pronto a fare il vagabondo e a raccontare a tutti il mio passato
Che è un campionario di mediocrità
Ad accettare tutto mi è costato
Ed ho perso te che amo libertà
Per te io vincerei questa paura di uscire nudo e stanco dalle mura
Di questo mondo piccolo e banale
Dove regna chi bara e chi non vale
Mi specchierei ma senza ipocrisia
Nell’acqua dove affonda la bugia
E laverei dal cuore la vergogna
Dei compromessi fatti in questa fogna
Mi vedi un po’ indeciso ma che importa
Mi basterà varcare quella porta
E un mondo nuovo si aprirà davanti incerto ma pulito dagli inganni
E non avrò nessuno a cui badare, nessuno che mi chiamerà papà
Non una donna da dovere amare
Ma un solo amore la mia libertà
Però dovrei buttare la paura di uscire nudo e stanco dalle mura
Di questo mondo piccolo e banale dove regna chi bara e chi non vale
Specchiarmi e farlo senza ipocrisia nell’acqua dove affonda la bugia
Lavare dal mio cuore la vergogna
Dei compromessi fatti in questa fogna
È facile parlare ma il coraggio se non l’hai dentro non lo puoi trovare
Non è come un pezzetto di formaggio che quando hai voglia te lo puoi comprare
Se libertà vuol dire rinunciare a tutto ciò che offre la realtà
Allora cara amica mi dispiace, mi spiace tanto ma io rimango qua a sopportare ancora la paura
Di vivere ogni giorno tra le mura di questo mondo piccolo e banale
Dove regna chi bara e chi non vale
A volte servirà l’ipocrisia, a volte qualche piccola bugia
Ma non si sta poi tanto male in questa fogna
Se sai nascondere bene la vergogna.

Il cielo in una stanza – Gino Paoli

Quando sei qui con me
questa stanza non ha più pareti
ma alberi,
alberi infiniti
quando sei qui vicino a me
questo soffitto viola
no, non esiste più.
Io vedo il cielo sopra noi
che restiamo qui
abbandonati
come se non ci fosse più
niente, più niente al mondo.
Suona un’armonica
mi sembra un organo
che vibra per te e per me
su nell’immensità del cielo.
Per te, per me:
nel cielo.

Tu non hai affatto capito – Evgenij A. Evtusenko

Tu non hai affatto capito,
mia coscienza esigente, che è solo per debolezza
se adesso ho bisticciato con te.

E non hai affatto capito,
quando con disprezzo ti sei vendicata,
che causa di debolezza
non impudenza fu – stanchezza.

E non mi hai capito,
e forse io non ho capito te,
quando ti ho porto la mano
e tu non mi hai porto la tua.

Ma molto bene hai capito
che è la disperazione a portarci
alla perdita del confine, fatale,
tra le forze del bene e del male…