Tag: lavoro

Perché da ora in poi avrà successo solo chi fa video Marco Montemagno #economia

Questo è un articolo dedicato a tutti gli imprenditori italiani. l’Italia è un paese in cui l’economia è stagnante nonostante i tanti talenti anche nel settore delle arti visive. Se sei un manager comincia a pensare di aprire un video blog della tua azienda e se invece stai cercando lavoro forse la capacità di prendere uno smartphone e cominciare a trasformarti in qualcuno che crea documenti video può darti una marcia in più.

Ascoltiamo questa ottima pillola di comunicazione di Monty

Dare un senso alla propria vita compiendo ogni lavoro con il massimo della professionalità

Troppo spesso assisto assisto nella quotidianità ad una superficialità nel lavoro che è sintomatica di una società composta da individui che non sanno più dare un senso alla propria vita. Spesso il lavoro è fatto in maniera approssimativa e con un distacco dai risultati attesi che dimostrano come l’ignoranza possa violentare le nostre relazioni anche nelle forme più subdole. Chi compie un lavoro in maniera insoddisfacente porta dentro un tarlo che corroderà anche la sua vita non lavorativa. Quando vedo un impiegato annoiato, un politico corrotto, un imprenditore incattivito, penso sempre a questa poesia che dovremmo stampare e tenere in bella vista sulla nostra scrivania.
Voglio ringraziare pubblicamente mio padre e mia madre per avermi insegnato l’etica del lavoro che mi mette al riparo dalle continue tentazioni del pressapochismo ormai imperante in Italia e che ci fa essere consci di quanto sia meritata la crisi che stiamo attraversando.
Marco Costanzo

SII IL MEGLIO DI QUALSIASI COSA TU SIA

(di Martin Luther King)

Quando scoprirai quel che vuoi essere nella tua vita,
fa’ in modo di farlo come se l’Onnipotente t’avesse chiamato
in questo particolare momento della storia per farlo.
Non far soltanto in modo di fare un buon lavoro.
Fa’ in modo di fare un tale lavoro che i viventi, i trapassati
e i non ancora nati non possano far di meglio.

Se ti capita in sorte d’essere uno spazzino,
spazza le strade come Michelangelo dipingeva quadri,
spazza le strade come Beethoven componeva musica,
spazza le strade come Leontyne Price cantava all’opera,
spazza le strade come Shakespeare scriveva poemi.
Spazza le strade così bene che tutti in Paradiso e in terra
debbano fare una pausa e dire:
Qui visse un grande spazzino che fece davvero bene il suo lavoro.

Se non puoi essere un pino sulla cima della collina,
sii una saggina nella valle,
ma sii la migliore piccola saggina
sul crinale della collina.

Se non puoi essere un albero,
sii un cespuglio.
Se non puoi essere una via maestra
sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole,
sii una stella.

Perché non è per via delle dimensioni
che si ha successo o si fallisce.
Sii il meglio di qualsiasi cosa tu sia.

sii-migliore-ogni-giorno
sii-migliore-ogni-giorno

Poesia sul lavoro di Gianni Rodari: Gli odori dei mestieri

Gli odori dei mestieri

lo so gli odori dei mestieri:
di noce moscata sanno i droghieri,
sa d’olio la tuta dell’operaio,
di farina sa il fornaio,
sanno di terra i contadini,
di vernice gli imbianchini,
sul camice bianco del dottore
di medicine c’è un buon odore.
I fannulloni, strano però,
non sanno di nulla e puzzano un po’.

Gianni Rodari.

Buon Primo Maggio

 

 

Eroe (storia di luigi delle bicocche) – Caparezza

 

 

 

Piacere / Luigi delle Bicocche
Sotto il sole faccio il Muratore e mi spacco le nocche
da giovane il mio mito era l’attore Dennis Hopper
che in Easy Rider girava il mondo a bordo di un Chopper
invece io passo la notte in un Bar Karaoke
se vuoi mi trovi lì / tentato dal videopoker
ma il conto langue e quella macchina vuole il mio Sangue
un soggetto perfetto per Brahm Stoker
TU
che ne sai della vita degli Operai
io stringo sulle spese / Goodbye Macellai
non ho salvadanai da Sceicco del Dubhai
mi verrebbe da devolvere l’otto per mille a Snai
io sono il pane per gli usurai ma li respingo
non faccio l’Al Pacino / non mi faccio di Pachinko
non gratto / non vinco / non trinco / nelle sale Bingo
man mano mi convinco

che io sono un Eroe
perchè lotto tutte le ore
sono un Eroe
perchè combatto per la pensione
sono un Eroe
perchè proteggo i miei cari / dalle mani dei Sicari / dei cravattari
sono un Eroe
perchè sopravvivo al mestiere
sono un Eroe
straordinario tutte le sere
sono un Eroe
E te lo faccio vedere
ti mostrerò cosa so fare col mio superpotere

Stipendio dimezzato / o vengo licenziato
a qualunque età io sono già fuori mercato
fossi un ex SS novantatreenne / lavorerei nello studio del mio avvocato
invece torno a casa distrutto la sera
bocca impastata come calcestruzzo in una betoniera
io sono al verde / vado in bianco / ed il mio conto è in Rosso
quindi posso rimanere fedele alla mia bandiera ?
SU
vai / a vedere nella galera / quanti precari / sono passati ai mal’affari
quando t’affami / ti fai / nemici vari
se non ti chiami Savoia scorda i Domiciliari
finisci nelle mani di strozzini / ti cibi
di ciò che trovi se ti ostini a frugare i cestini
ne l’Uomo ragno ne Rocky ne Rambo ne affini
farebbero ciò che faccio per i miei Bambini

Per far denaro ci sono più modi / potrei darmi alle frodi
e fottermi i soldi dei morti come un banchiere a Lodi
c’è chi ha mollato il Conservatorio per Montecitorio
lì i pianisti sono più pagati di Adrien Brody
io vado avanti e mi si offusca la mente
sto per impazzire come dentro un Call Center
vivo nella camera 237 / ma non farò la mia famiglia a fette
perchè sono un Eroe

Grazie a Beppone