La città senza giocattoli

Ricordo occhi infantili
spalancati davanti
alla vetrina del negozio
di giocattoli di tutti i tipi.
Soprattutto a Natale
quando si portava
la letterina dei desideri
da imbucare nella cassetta.
E poi iniziava l’attesa fatta
di un’euforia difficile da calmare.
Oggi l’infanzia non è più così.
Oggi la mia cittadina
non ha più un negozio di giocattoli.
L’unico che c’era ha chiuso.

Sandra Greggio