Lettera di Abramo Lincoln all’insegnante di suo figlio

Caro professore, insegni al mio ragazzo che non tutti gli uomini sono giusti, non tutti dicono la verità; ma la prego di dirgli pure che per ogni malvagio c’è un eroe, per ogni egoista c’è un leader generoso. Gli insegni, per favore, che per ogni nemico ci sarà anche un amico e gli faccia capire che vale molto più una moneta guadagnata con il lavoro che una moneta trovata. Gli insegni a perdere, ma anche a saper godere della vittoria, lo allontani dall’invidia e gli faccia riconoscere l’allegria profonda di un sorriso silenzioso.
Lo lasci meravigliare del contenuto dei suoi libri, ma gli conceda anche il tempo per distrarsi con gli uccelli nel cielo, i fiori nei campi, le colline e le valli. Nel gioco con gli amici, gli spieghi che è meglio una sconfitta onorevole di una vergognosa vittoria, gli insegni a credere in se stesso, anche se si ritrova solo contro tutti. Gli insegni ad essere gentile con i gentili e duro con i duri e gli faccia imparare a non accettare le cose solamente perché le hanno accettate anche gli altri. Gli insegni ad ascoltare tutti ma, nel momento della verità, a decidere da solo. Gli insegni a ridere quando è triste e gli spieghi che qualche volta anche i veri uomini piangono. Gli insegni ad ignorare le folle che chiedono sangue e lo esorti a combattere anche da solo contro tutti, quando è convinto di aver ragione. Lo tratti bene, ma non da bambino, perché solo con il fuoco si tempera l’acciaio.
Gli faccia conoscere il coraggio di essere impaziente e la pazienza di essere coraggioso. Gli trasmetta una fede sublime nel Creatore e gli insegni ad avere fiducia anche in se stesso, perché solo così può avere fiducia negli uomini. So che le chiedo molto, ma veda cosa può fare, caro maestro.

Abramo Lincoln

Per quale motivo non bisogna mai smettere di studiare

“Il livello di successo che puoi raggiungere raramente supera il livello del tuo sviluppo personale” (Tony Robbins)

Anche se la definizione di successo e fortemente personale e ognuno può scegliere la sua, studiare rappresenta l’unico mezzo, oltre l’esperienza, per espandere la propria conoscenza del mondo. Studiare permette di allargare la propria zona di comfort e di affrontare tutto ciò che è nuovo con più strumenti di quelli che abbiamo se abbandoniamo la curiosità del sapere cose nuove. Studiare è sempre il miglior modo per difendersi legittimamente da un mondo che ci vuole semplici consumatori. Come dice qualcuno… O ti formi… o ti fermi!

Ovviamente per studiare bene occorre trovare piacere nel farlo e quindi bisogna lavorare sulla propria motivazione e sulle tecniche più adatte per divertirsi leggendo un libro oppure guardando un video o quando si seguono seminari di formazione. 

Impara sempre prima di tutto a rendere divertenti le attività che sai dove svolgere per il tuo bene.

#permario

Offerto da 

Eccellenze.org/pacchettosocial

Diversi stili formativi

Se si educa urlando, si otterrà un prepotente,
se si educa con le mani, si otterrà un violento,
se si educa con flemma, si otterrà un viziato,
Se si educa con il gioco, si otterrà un bimbo sereno,
se si educa con la pazienza, si otterrà un bimbo tollerante,
se si educa con autorevolezza, non con autorità,
si otterrà un adolescente che saprà scegliere la sua strada.

Francesco Paolo Ettari

image

by PartnerDigitale.com

Sta per nascere inspiringchannel

È con grande gioia che pubblico il video di presentazione di inspiringchannel.
Ho avuto modo di testare in anteprima il nuovo canale della formazione di Hi Performance e devo dire che è assolutamente rivoluzionario.
Finalmente una novità nel campo della trasmissione dei contenuti che aiuterà molte persone a vivere un continuo e costante miglioramento.
Buona visione

Marco Costanzo
Kaizen Business Coach
www.marcocostanzo.com