I governi che pensano alla felicità dei governati

Con l’annuncio della creazione di un ministero della Solitudine, il Regno Unito ha guadagnato spazio sui media internazionali ma Theresa May non è l’unico politico ad essersi preoccupato del benessere dei propri cittadini attraverso un dicastero dall’appellativo bizzarro.

A precederla è stato ad esempio il presidente del Venezuela Nicolas Maduro, che nel 2013 ha istituito il ministero della Felicità sociale suprema, incaricato di seguire programmi specifici contro la povertà

Il resto qui…

http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/562979/Paese-che-vai-ministri-che-trovi-dalla-buona-vita-alla-felicita?UA-11580724-2

Annunci

#felicita, #gioia

La vera felicità si trova viaggiando

Guarda questo video e lascia la tua impressione su questo bellissimo nuovo modo di concepire il mondo e sulle motivazioni profonde che hanno spinto questi ragazzi a creare un’azienda così innovativa, che tiene conto anche delle aspirazioni verso la felicità di ogni essere umano.

Se ti piace questo tipo di articolo visita

Eccellenze.org/kaizen

#felicita, #viaggi

La miglior vendetta… che Alda Merini ci regala

 La miglior vendetta? La felicità. Non c’è nulla che fa più impazzire la gente che vederti felice. 

Alda Merini


Grazie a Giovanni Parbonetti

Visita eccellenze.org/kaizen

#alda-merini, #citazioni, #felicita, #kaizen, #miglioramento

Higge: la via danese alla felicità

Hygge è una parola danese e norvegese che esprime un concetto simile a quella della parola tedesca Gemütlichkeit. Hygge è un sostantivo usato per definire un sentimento, un’atmosfera sociale, un’azione correlata al senso di comodità, sicurezza, accoglienza e familiarità. Secondo un sondaggio dell’Unione Europea, i cittadini danesi sono i più felici del mondo, visto che passano più tempo con la famiglia e con gli amici e si sentono più rilassati degli altri.

Luce

Uno degli elementi essenziali per realizzare l’atmosfera hygge è la luce (illuminazione artificiale, visto che da ottobre a marzo i danesi non hanno accesso alla luce naturale). L’85% dei danesi afferma che per creare un’atmosfera hygge bisogna usare le candele; il 28 % dei danesi le accende ogni giorno, il 23% 4-6 volte alla settimana, il 23% 1-3 volte alla settimana, mentre solo il 4% non accende mai candele. Inoltre, il 31% dei danesi accende più di cinque candele in contemporanea. Per quanto riguarda la luce artificiale, molto importante è la collocazione della lampada, ma anche la potenza della lampadina che dovrebbe essere debole per dare una luce fioca.

Stare insieme

Passare il tempo con gli amici e con la famiglia in un’atmosfera simpatica e rilassante, in cui tutti sono uguali e nessuno ha bisogno di essere al centro dell’attenzione, descrive un altro punto fondamentale di una situazione di hygge, lo stare insieme. Circa il 60% degli europei si incontra con gli amici o con la famiglia almeno una volta alla settimana, ma, seguendo le regole di hygge, in Danimarca lo fa il 78% della popolazione. Ci sono anche degli svantaggi nell’atteggiamento hygge che limitano la possibilità di presentare e introdurre nuove persone in un gruppo di amici. È difficile stringere amicizia perché non è abbastanza hyggeligt portare con sé a una festa troppe persone sconosciute.

Cibo e bevande

Lo stare insieme si associa al mangiare e al bere e alla convivialità. Secondo le regole di hygge, non si deve rinunciare alle cose buone da mangiare, anche se sono poco sane. Allora, tra i prodotti più consumati ci sono: carne, caffè, dolci, cioccolato. Molto hygge è anche il cucinare insieme tra amici e l’odore della torta fatta in casa. Tra le bevande adatte a tale atmosfera ci sono il tè, la cioccolata, o il vin brulé (Gløgg), ma quella considerata più hygge è il caffè.

#felicita, #filosofia, #hygge

La felicità secondo buddhino #aforismi

Per essere felici bisogna ricordarsi di desiderare di essere felici.

Sutra b1

#Buddhino

#citazioni, #felicita