Tra le mie braccia. (Nick Cave)

Io non credo in un Dio che interviene direttamente nelle nostre vite
Ma so, cara, che tu ci credi
Ma se io potessi credere mi inginocchierei e chiederei a Lui
di non intervenire quando si tratta di te
di non toccarti nemmeno un capello in testa
Per lasciarti come sei
E se Egli sentisse di doverti guidare,
che ti guidi tra le mie braccia,
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia.

E non credo nell’esistenza degli angeli
Ma guardandoti mi chiedo se questo è vero
Ma se io potessi li convocherei tutti insieme
E chiederei loro di vegliare su di te

e di accendere una candela per te
per rendere luminoso e chiaro il tuo cammino
per camminare, come Cristo, nella grazia e nell’amore

(prego ) Che ti guidi tra le mie braccia
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia.

E credo nell’Amore
E so che anche tu ci credi
E credo in un sentiero
Che siamo in grado di percorrere, io e te
Così , ( Signore), tieni accesa la sua candela
E rendi il suo cammino limpido e luminoso
così che lei possa ritornare
Sempre e per sempre
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia, o Signore
Tra le mie braccia.

(Testo di Nick Cave, Into my arms, traduzione Phlomis68)

#angeli, #braccia, #candela, #sentiero

Annunci

Specchio riflesso

Nello specchio si riflette una luce tenue

Nel buio lenta si muove un ombra

La fiammella di una candela

Disegna nell’aria figure e cerchi

Suscita ricordi passati

L’ombra prosegue il cammino

Lungo lo stretto corridoio

Prima di scomparire

La fiammella si spegne

Nello specchio resta impressa

Una luce sospesa

(Laura Bruschini)