Tag: amanti

Tra le tue braccia – Alda Merini

Tra le tue braccia – Alda Merini

C’ è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, e rimani senza fiato per quanta emozione provi; dove il tempo si ferma e non hai più l’età; quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, mentre la mente non smette mai di sognare. Da lì fuggir non potrò … Continua a leggere Tra le tue braccia – Alda Merini

Annunci
Chiamami ancora amore – poesia in musica di Roberto Vecchioni

Chiamami ancora amore – poesia in musica di Roberto Vecchioni

E per la barca che è volata in cielo che i bimbi ancora stavano a giocare che gli avrei regalato il mare intero pur di vedermeli arrivare Per il poeta che non può cantare per l'operaio che non ha più il suo lavoro per chi ha vent'anni e se ne sta a morire in un … Continua a leggere Chiamami ancora amore – poesia in musica di Roberto Vecchioni

Se tempo e spazio – poesia di Thomas Stearns Eliot

Se Tempo e Spazio, come i Saggi dicono, sono cose che mai potranno essere, il sole che non cede al mutamento non è per nulla superiore a noi. Così perché, Amore, dovremmo sperare Di vivere un secolo intero? La farfalla che vive un solo giorno È già vissuta per l'eternità. I fiori che ti diedi … Continua a leggere Se tempo e spazio – poesia di Thomas Stearns Eliot

Sei – poesia di Laura Bruschini

Vivi con brio Trascorri giorni lieti Passi veloci e allegri Voce cristallina Risata contagiosa Occhi vivaci e gote piene Parole che scorrono Come un fiume verso il mare aperto Candide come nuvole nell'aria Nel cuore nessun timore Come amore all'amore Nessun ostacolo a ciò che tu sei Ciò che sei e che difenderai (Laura Bruschini)

Il tuo sorriso – Pablo Neruda

Toglimi il pane, se vuoi, toglimi l’aria, ma non togliermi il tuo sorriso. Non togliermi la rosa, la lancia che sgrani, l’acqua che d’improvviso scoppia nella tua gioia, la repentina onda d’argento che ti nasce. Dura è la mia lotta e torno con gli occhi stanchi, a volte, d’aver visto la terra che non cambia, … Continua a leggere Il tuo sorriso – Pablo Neruda

Ciò che ho scritto di noi

Ciò che ho scritto di noi è tutta una bugia è la mia nostalgia cresciuta sul ramo inaccessibile è la mia sete tirata su dal pozzo dei miei sogni è il disegno tracciato su un raggio di sole ciò che ho scritto di noi è tutta verità è la tua grazia cesta colma di frutti … Continua a leggere Ciò che ho scritto di noi

Potessero le mie mani sfogliare – Federico Garcia Lorca

Pronunzio il tuo nome nelle notti scure, quando sorgono gli astri per bere dalla luna e dormono le frasche delle macchie occulte. E mi sento vuoto di musica e passione. Orologio pazzo che suona antiche ore morte. Pronunzio il tuo nome in questa notte scura, e il tuo nome risuona più lontano che mai. Più … Continua a leggere Potessero le mie mani sfogliare – Federico Garcia Lorca

Così approdo – Lucia Schiano

Così approdo alla sponda più alta Barcolla il desiderio Affondo le mani artigli Su viscide pareti Di alghe ammuffite Il corpo abbandonato Nella coperta di mare Annegata Vago seguendo L'azzurro cielo condiviso Di amore strappato All'incauto destino Affidato Vana ogni certezza Preludio di ogni caduta Ammutolisce la luna Nell'imbrunito cielo. L.SCHIANO (I paesaggi dell'anima)

Per Me E’ Importante – Tiro Mancino

Tiromancino - Per Me E' Importante Le incomprensioni sono così strane sarebbe meglio evitarle sempre per non rischiare di aver ragione ché la ragione non sempre serve. Domani invece devo ripartire mi aspetta un altro viaggio, e sembrerà come senza fine ma guarderò il paesaggio... Sono lontano e mi torni in mente t'immagino parlare con … Continua a leggere Per Me E’ Importante – Tiro Mancino

Amare una persona ….

[...] Ma amare una persona significa che lei viene prima di tutto. Se non avessimo abbastanza cibo, darei a te la mia parte. Se avessimo pochi soldi, piuttosto che acquistare qualcosa per me, comprerei quello che tu desideri. Se mangi qualcosa di buono tu, è come se avessi la pancia piena anch’io. Se sei   felice … Continua a leggere Amare una persona ….

Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

Siedono. L'una guarda l'altra. L'una esile e bionda, semplice di vesti e di sguardi; ma l'altra, esile e bruna,   l'altra... I due occhi semplici e modesti fissano gli altri due ch'ardono. «E mai non ci tornasti?» «Mai!» «Non le vedesti più?» «Non più, cara.» «Io sì: ci ritornai; e le rividi le mie bianche … Continua a leggere Digitale Purpurea – Giovanni Pascoli

da Pianissimo – Camillo Sbarbaro

da Pianissimo – Camillo Sbarbaro

Magra dagli occhi lustri, dai pomelli accesi, la mia anima torbida che cerca chi le somigli trova te che sull'uscio aspetti gli uomini. Tu sei la mia sorella di quest'ora. Accompagnarti in qualche trattoria di bassoporto e guardarti mangiare avidamente! E coricarmi senza desiderio nel tuo letto! Cadavere vicino ad un cadavere bere dalla tua … Continua a leggere da Pianissimo – Camillo Sbarbaro