Ultimo: poesia senza veli

E quando il mondo ti schiaccia provaci anche tu Tira fuori il bimbo che hai dentro, non nasconderlo più E ti ho portato due fiori, uno sono io e l’altro sei tu E vorrei essere anch’io bello come sei bella tu Ehi Sai è difficile restare calmi Sei la certezza in cui ripararmi La luce filtra tra gli alberi spogli Ma il sole è nulla in confronto ai tuoi occhi

 

Tu sei la prima missione compiuta Sei il desiderio che muta è riuscita È una poesia senza veli Io vivo con i tuoi piedi Io vivo e grazie a te se sto in piedi E non ci credi Prova ad aspettarmi nel fiore Più nascosto del mondo E sarò li prima di te Non è amore è solo conoscerti a fondo Scusa il disordine è che mi confondo Ma tu sei troppe cose insieme Non riesco a scrivere bene Non riesco e scrivo quello che viene E quando il mondo ti schiaccia provaci anche tu Tira fuori il bimbo che hai dentro, non nasconderlo più E ti ho portato due fiori, uno sono io e l’altro sei tu E vorrei essere anch’io bello come sei bella tu Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh Ehi Qualcosa per i tuoi giorni Quando ti chiamo e ti chiedo Più o meno per che ora ritorni E tu sei nel traffico e strilli Perché ti senti incastrata Però poi torni e sorridi Perché sai che in fondo è passata Io lo capisco Che a volte ti manca tuo padre Io nei tuoi occhi lo leggo Vorresti avere avuto un Natale Non tanto per un regalo Ma per sentirti un regalo Che per qualcuno vali E sei il diamante più raro Per me sei questo Per me sei questo e altro E non nascondere le lacrime Che tanto scendono in basso Tu falle cadere fino A che non diventano fango Poi ritorna in quel posto Ci sarà una rosa e sarà maggio Vorrei Che ti guardassi con i miei occhi Vorrei Che ti ascoltassi con i miei sogni Sai la mia vita è soltanto un insieme di sogni E tu sei l’unica parte reale che voglio nei giorni Ehi E quando il mondo ti schiaccia provaci anche tu Tira fuori il bimbo che hai dentro, non nasconderlo più E ti ho portato due fiori, uno sono io e l’altro sei tu E vorrei essere anch’io bello come sei bella tu Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh (Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh) (Uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh, uoo-oo-ooh)

il mondo cambia con il tuo esempio non con la tua opinione paulo coelho

#testidicanzoni – Generale – De Gregori

Generale, dietro la collina
ci sta la notte crucca e assassina,
e in mezzo al prato c’è una contadina,
curva sul tramonto sembra una bambina,
di cinquant’anni e di cinque figli,
venuti al mondo come conigli,
partiti al mondo come soldati
e non ancora tornati.

Generale, dietro la stazione
lo vedi il treno che portava al sole,
non fa più fermate neanche per pisciare,
si va dritti a casa senza più pensare,
che la guerra è bella anche se fa male,
che torneremo ancora a cantare
e a farci fare l’amore, l’amore dalle infermiere.

Generale, la guerra è finita,
il nemico è scappato, è vinto, è battuto,
dietro la collina non c’è più nessuno,
solo aghi di pino e silenzio e funghi
buoni da mangiare, buoni da seccare,
da farci il sugo quando viene Natale,
quando i bambini piangono
e a dormire non ci vogliono andare.

Generale, queste cinque stelle,
queste cinque lacrime sulla mia pelle
che senso hanno dentro al rumore di questo treno,
che è mezzo vuoto e mezzo pieno
e va veloce verso il ritorno,
tra due minuti è quasi giorno,
è quasi casa, è quasi amore.

 

Comunque andare – Alessandra Amoroso

Comunque andare
Anche quando ti senti morire
Per non restare a fare niente aspettando la fine
Andare perché ferma non sai stare
Ti ostinerai a cercare la luce sul fondo delle cose

Comunque andare
Anche solo per capire
O per non capirci niente
Però all’amore poter dire ho vissuto nel tuo nome
E ballare e sudare sotto il sole
Non mi importa se mi brucio la pelle
Se brucio i secondi, le ore
Mi importa se mi vedi e cosa vedi
Sono qui davanti a te
Coi miei bagagli ho radunato paure e desideri

 

Comunque andare anche quando ti senti svanire
Non saperti risparmiare ma giocartela fino alla fine
E allora andare che le spine si fanno sfilare
E se chiudo gli occhi sono rose e il profumo che mi rimane
E voglio ballare e sudare sotto il sole
Non mi importa se mi brucio la pelle
Se brucio i secondi le ore
Mi importa se mi vedi e cosa vedi
Sono qui davanti a te
Coi miei bagagli ho radunato paure e desideri

Comunque andare perché ferma non so stare
In piedi a notte fonda sai che mi farò trovare
E voglio ballare e sudare sotto il sole
Non mi importa se mi brucio la pelle
Se brucio i secondi le ore
E voglio sperare quando non c’è più niente da fare
Voglio essere migliore finché ci sei tu
E perché ci sei tu da amare

Dimmi se mi vedi e cosa vedi
Mentre ti sorrido io coi miei difetti ho radunato paure e desideri
Written by Alessandra Amoroso, Elisa Toffoli • Copyright © Universal Music Publishing Group

 

 

 

#perlina

Cigarettes and coffee – Migliacci-Scialpi

 

Cigarettes and coffee niente più
È tutto quel che resta sopra il tavolo di un bar
I video sono spenti nessuno parla più e tu
Tu qualunque letto avrai non dormirai
Tu vuoi qualcuno da far piangere
Piangere tanto quanto hai pianto tu
Siamo isole nell’oceano della solitudine
E arcipelaghi le città dove l’amore naufraga
Giù dai marciapiedi un cuore rotola
Lo accarezza solo la musica…musica
Cigarettes and coffe niente più
Un po’ di fumo che va su


L’amore prende i sensi ma senso non ne ha e tu
Per un’avventura in più non dormirai
Tu vuoi qualcuno da far piangere
Piangere quanto te
Siamo isole nell’oceano della solitudine
E arcipelaghi le città io ti vorrei raggiungere
L’amore accende i fari nelle tenebre
La nebbia scende non ti vedo più
Siamo isole nell’oceano della solitudine
E arcipelaghi le città dove l’amore naufraga
Giù dai marciapiedi un cuore rotola
Lo accarezza solo la musica…musica

Bellamore – testo di Francesco De Gregori

Bellamore Bellamore non mi lasciare
Bellamore Bellamore non mi dimenticare
rosa di primavera, isola in mezzo al mare
lampada nella sera, Stella Polare
Bellamore Bellamore fatti guardare
nella luna e nel sole fatti guardare
briciola sulla neve, lucciola nel bicchiere
Bellamore Bellamore fatti vedere
e vieniti a sedere, vieniti a riposare
su questa poltroncina a forma di fiore
questa notte che viene non darà  dolore
questa notte passera’ senza farti del male
questa notte passera’
o la faremo passare.
Bellamore Bellamore
non te ne andare
tu che conosci le lacrime
e le sai consolare
Bellamore Bellamore
non mi lasciare
tu che non credi ai miracoli
ma li sai fare.
Bellamore Bellamore fatti cantare
nella pioggia e nel sole fatti cantare
paradiso e veleno, zucchero e sale
Bellamore Bellamore fatti consumare
e vieniti a coprire
vieniti a riscaldare
su questa poltroncina a forma di fiore
questo tempo che viene non darà  dolore
questo tempo passera’ senza farci del male
questo tempo passera’
o lo faremo passare.
o lo faremo passare.

#perlina

Se non ho te – Nomadi – Testi di canzoni

La mia libertà,

di bere a grandi sorsi i giorni miei,

nuove strade fra di noi

nuove luci, nuovi occhi e poi,

un cammino, che non finisce mai,

la mia libertà,

la mia vita si apre come una poesia,

le domande dentro di te,

come acqua fra le dita sai,

se ne vanno rivedendo gli occhi miei,

e sul tuo cuore sai,

io riposerò

il tuo respiro è soltanto un attimo,

che corre forte

parla di noi,

e non ha tempo di voltarsi mai,

e come i sogni,

che bruciano,

dietro ad un sorriso piano si nascondono,

ed ho paura,

di dirti che,

io non ho niente,

se non ho te.

Ed ho paura

ad ammettere

che non ho niente se non ho te

ed ho paura sai

di ammettere che

non ho niente

se non ho te.

Grazie a Tania per il suggerimento bellissimo

“Raf – Come Una Favola” – testi di canzoni

[Sponsor: Prezzometro – osservatorio sui prezzi]

Sei tu, l’unica per me
Non c’è niente di simile
Un giorno sei entrata nei miei sogni
E hai reso tutto possibile
E ho imparato tra sogni e realtà imprevedibili
Che l’amore esiste anche di là dei nostri limiti
Sei tutto quello che voglio
Anzi sei molto di più
E a quanti dei miei problemi
La soluzione sei tu
Vorrei che fosse per sempre
Come una favola
A cui non crede nessuno
Soltanto io e te
C’è sempre una strada sai
Davanti a noi
Attraversando spirali di un mondo in disordine
Puoi inventarne un’altra se vuoi
Finché vedrò le api che si posano sui fiori
Mentre le nuvole disegnano il cielo
Ovunque andrai io ci sarò perché
Perché è di me che hai bisogno
Ed io ho bisogno di te
Perché siamo parte di un sogno
Perché è tutto quello che c’è
E sarà sempre per noi
Come una favola
Stringimi forte perché
Ti farò girare girare girare volare
E splenderemo per sempre
Milioni di anni luce come pianeti
Oltre la gente oltre l’invidia
Di chi questo mai avrà
E splenderemo per sempre
Sei tutto quello che voglio
Tu sei molto di più
E ai miei perché
La risposta sei tu
Vorrei che fosse per sempre
Come una favola
Come una favola
E girare girare e volare
Una vita si può raccontare
Come una favola
Come una favola

[Sponsor: Prezzometro – osservatorio sui prezzi]

Testi di canzoni: Tu sei lei – Ligabue

Dopo tutti questi anni
io non smetto di guardarti
qualche volta ancora a bocca aperta
non finisco di capire
non finisci di stupire
come non dovesse mai finire

Vuoi nascondermi i difetti
mentre a me piacciono tutti
ma non te lo vuoi sentire dire

e ti guardo mentre sogni
e mi tocca stare fuori
e mi tocca solo indovinare

Dopo tanti anni e un giorno
quando il mare sembra calmo
vieni fuori ancora tu
con quel nome da straniera
da chi è sempre stata sola
e da un pò non deve più
perchè…

tu sei lei
tu sei lei
fra così tanta gente
tu sei lei
tu sei lei
e lo sei stata sempre

e quegli occhi li conosco
io li ho visti spesso nudi
ma non si vedeva mai la fine
il tuo cuore accelerato
le pupille dilatate
e non mi restituisci il cuore

Dopo tanti anni e un giorno
quando il vento sembra fermo
vieni fuori sempre tu
con quel nome da straniera
da chi riesce a stare sola
ma da un pò non deve più
perchè…

tu sei lei
tu sei lei
fra così tanta gente
tu sei lei
tu sei lei
e lo sei stata sempre
Se l’universo intero
ci ha fatto rincontrare
qualcosa di sicuro vorrà dire
tu sei lei
come sei
inesorabilmente

e mi hai salvato tante volte
da qualche tipo di altra morte
andando dritta sulla verità
e mi regali un altro giorno
in cui sembra tutto fermo
ma tutto si trasforma
tutto si conferma
e lasci in giro il tuo profumo
come a dirmi “io ci sono”
come a dirmi “sarò sempre qua”
perchè…

tu sei lei
tu sei lei
fra così tanta gente
tu sei lei
tu sei lei
e lo sei stata sempre
Se l’universo intero
ci ha fatto rincontrare
qualcosa di sicuro vorrà dire
tu sei lei
come sei
inevitabilmente

Testi di canzoni – Meraviglioso – Negramaro

E’ vero
credetemi è accaduto
di notte su di un ponte
guardando l’acqua scura
con la dannata voglia
di fare un tuffo giù
D’un tratto
qualcuno alle mie spalle
forse un angelo
vestito da passante
mi portò via dicendomi
Così:
Meraviglioso
ma come non ti accorgi
di quanto il mondo sia
meraviglioso
Meraviglioso
perfino il tuo dolore
potrà apparire poi
meraviglioso
Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
Meraviglioso
il bene di una donna
che ama solo te
meraviglioso
La luce di un mattino
l’abbraccio di un amico
il viso di un bambino
meraviglioso
meraviglioso…
meraviglioso
meraviglioso
meraviglioso

Ma guarda intorno a te
che doni ti hanno fatto:
ti hanno inventato
il mare!
Tu dici non ho niente
Ti sembra niente il sole!
La vita
l’amore
Meraviglioso
il bene di una donna
che ama solo te
meraviglioso
La notte era finita
e ti sentivo ancora
Sapore della vita
Meraviglioso
Meraviglioso….

meraviglioso
meraviglioso
meraviglioso

Testi di canzoni – Sempre sarai – Moreno e Fiorella Mannoia

Questo vecchio cortile che
ha un cancello sbiadito
una scritta sul muro
che mi ricorda qualcosa
una strada che porta
alla mia vecchia scuola
una moto che passa
come un pensiero di fretta
se fossi ancora qui con me
ti farei vedere io
che la lezione d’amore
che mi hai insegnato
l’ho imparata bene

Ripenso alla tua storia
nella mia memoria
riaffiorano i ricordi
mi lasciano nodi in gola
se ti consola sai
qua non cambiano gli odori, i sapori
al massimo i negozi,i gestori
per un sacco di fattori
non capivo i tuoi esempi
i problemi frequenti
che c’erano ai tuoi tempi
il dolore è una lezione
che ho imparato con l’amore
beato chi ne gode
chi ha del cuore il suo custode

Sempre sarai
nella tasca a destra in alto
in un passo stanco
dentro un salto in alto
che mette i brividi
per sempre sarai
in un sorriso inaspettato
in un appuntamento con il mio destino

Tengo una tua foto
nella tasca della giacca a destra
sarei diventato matto
mai l’avessi persa
anche se è solo un’immagine
in un indumento
avverto che ti ho addosso
e mi sento più coperto.

Conservo quello che mi hai detto
tutti i tuoi consigli
parlo dopo che rifletto
lo dirò ai miei figli
di non cercare appigli
non mollare mai
ma non riuscirò a dirgli
quanto bene gli vorrai

Sempre sarai
nella tasca a destra in alto
in un passo stanco
dentro un salto in alto
che mette i brividi
per sempre sarai
in un sorriso inaspettato
in un appuntamento
con il mio destino

Io che,
molto spesso mi perdo,
cerco un tuo gesto
inaspettato , innato
riflesso, incondizionato
un qualcosa che
non si vede
ne si sente
lo riesco a percepire
mi proteggerà per sempre
ma certe decisioni
non le posso prendere
che tanto non puoi scendere
e io non posso scegliere
di essere con te
come immagino
ma è stato magico
il mio stato d’animo
mi hai fatto crescere in un attimo
abbi cura di splendere

Sempre sarai
nella tasca a destra in alto
in un passo stanco
dentro un salto in alto
che mette i brividi
per sempre sarai
in un sorriso inaspettato
in un appuntamento con il mio
destino.

Testi di canzoni – Tu sei – Eros Ramazzotti

Sei la mia passione tu
La mia vena di follia
tu sei la divinità di carne e poesia
Sei la spiritualità
Fantasia e fragilità
Sei nell’euforia che c’è nei giorni di sole
Tu sei tutto quello che vorrei
Tu sei la complicità
La bugia e la verità
Sei nell’acqua che io bevo dalle mie mani
Sei dentro il mio sangue tu
Sei una ragione in più
Travolgente come il vento che scuote il mare
Tu sei tutto quello che vorrei
Tu sei per me
I ricordi che restano ora che ci sei non fanno male più
Se alla mente ritornano
Vanno fino in fondo al cuore
E ci sei tu nei miei pensieri quelli più veri sempre sarai
Sei un’invasione tu
Un vulcano di allegria
Miele d’ambra che mi dà nuova energia
Tu sei la semplicità
Gioco di sensualità
Sei la più lunga estate della mia vita
Tu sei tutto quello che vorrei
Tu sei per me
I ricordi che restano ora che ci sei non fanno male più
Se alla mente ritornano
Vanno fino in fondo al cuore
E ci sei tu soltanto tu
Se alla mente ritornano
Vanno fino in fondo al cuore
E ci sei tu nei miei pensieri quelli più veri sempre sarai
Nei miei pensieri dove non c’eri sempre sarai
Sempre sarai
Per me

Testi di canzoni – Io voglio vivere – Nomadi

Forse scorre dentro il silenzio il senso
e il profilo della vita è tra le cose
e anche il buio serve ad immaginare
la ragione che ci invita a provare
so che può far bene anche gridare
per riscattare l’anima dal torpore
so che ad ingannarmi non è l’amore
perché voglio amare

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…

Contro il mio equilibrio sempre un po’ precario
libero l’istinto, ciò che mi sostiene
emozione nuova senza nome
la ragione che ci invita a continuare
per questo problema non ho soluzione
io mi sento vittima e carceriere
so che ad ingannarmi non è l’amore
perché voglio amare

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…

Forse la coscienza, il senso della vita
sta in mezzo a mille notti o forse più
non servirà a tradire semplicemente amare
qualsiasi cosa che ti dà di più

Io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…
io voglio vivere, ma sulla pelle mia
io voglio amare e farmi male, voglio morire di te…