Categoria: miglioramento

Venti opportunità che ogni Alunno autistico regala ai suoi Insegnanti – di Simone Stabilini

Autore: Simone Stabilini

IL TUO ALUNNO AUTISTICO TI PERMETTERA’ DI…
Venti opportunità che ogni Alunno autistico regala ai suoi Insegnanti – di Simone Stabilini

Gentile Insegnante di un alunno autistico: avrai grandi opportunità dal tuo lavoro con lui. E le avrai gratis.
Te ne elenco venti, per cominciare.

Il tuo alunno autistico ti permetterà di:
1- vedere le cose in modo onesto
2- osservare molti più dettagli di quelli che di solito osservi
3- imparare a modulare la tua voce
4- imparare a modulare i tuoi gesti
5- essere organizzato
6- imparare a prevedere le situazioni
7- imparare ad osservare i luoghi
8- ascoltare di più
9- essere paziente
10- dare il tempo giusto alle cose
11- imparare ad essere un amico sincero
12- superare il concetto di differenza
13- dare la giusta priorità alle cose
14- dare il giusto peso al concetto di giudizio
15- dare la giusta dimensione ai rapporti sociali
16- comprendere a fondo il concetto di gratuità
17- valutare la profondità di un sorriso
18- essere rigorosamente razionale
19- scoprire dettagliatamente la percezione sensoriale
20- stupirti ancora quando arrivi a pensare che non ci siano più ragioni per farlo.

Ce ne sarebbero molte altre, ma per ora, inizia con queste: sono le cose che, di solito, si dimenticano più in fretta.
Il tuo alunno autistico non è un peso, non è un impegno ulteriore: è una opportunità. Esso ti fornirà una visione del mondo che non potrà fare altro che migliorarti. Progredisci, evolvi, cresci: hai il dovere etico di diventare una persona migliore.

Buon lavoro.
Simone Stabilini.

[Thanks to my friend Jekaterina Vasilevska for 19th point]

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2794559427336321&id=2428005890658345

Segui assieme ad altri 2.973 follower

Un altro mondo – Thomas Torelli

UN ALTRO MONDO è un film documentario che vuole raccontare la nostra vera forza e chi siamo realmente, sfidando la visione moderna del mondo e riscoprendo i sistemi di valori delle società antiche, come quella dei nativi americani. Si tratta di un viaggio che mette in luce come la fisica quantistica stia riscoprendo le conoscenze degli antichi popoli tribali, di come loro interpretavano la connessione tra l’uomo e l’universo. Il film dimostra anche scientificamente come siamo tutti collegati, concetto meglio espresso nel saluto Maya “In Lak’ech”, che significa “Io sono un altro te stesso” e dimostra anche quanto sia innaturale il senso di separazione che caratterizza gran parte del pensiero moderno.

L’uomo sempre di più sta prendendo coscienza del suo posto nell’universo e della sua capacità, sia come singolo che come collettività, di creare la propria realtà.

Siamo convinti che questa presa di coscienza raccontata nel documentario aprirà le porte a un inedito modo di interpretare la realtà e stimolerà un nuovo spirito critico sul presente, generando un migliore e più luminoso domani per le generazioni presenti e future.

https://vimeo.com/321312653