“Mi dichiaro colpevole”

Mi dichiaro colpevole di fidarmi dell’altro
di sognare a voce alta
di cercare la poesia.
Mi dichiaro colpevole
di dire quello che sento
di scommettere sul sentire
di credere nel detto.
Mi dichiaro colpevole
di sentire che è possibile
piangere un’assenza
un incontro.
Mi dichiaro colpevole
di vivere un altro tempo
di fidarmi di un gesto
di insistere per la verità
Mi dichiaro colpevole
Si.
Mi dichiaro colpevole.
Non me ne pento

(Araceli Mariel Arreche)

Annunci

“Ogni nuovo mattino uscirò per le strade cercando i colori”

Girerò per le strade finché non sarò stanca morta
saprò vivere sola e fissare negli occhi
ogni volto che passa e restare la stessa.
Questo fresco che sale a cercarmi le vene
è un risveglio che mai nel mattino ho provato
così vero: soltanto, mi sento più forte
che il mio corpo, e un tremore più freddo
accompagna il mattino.

Son lontani i mattini che avevo vent’anni.
E domani, ventuno: domani uscirò per le strade,
ne ricordo ogni sasso e le striscie di cielo.
Da domani la gente riprende a vedermi
e sarò ritta in piedi e potrò soffermarmi
e specchiarmi in vetrine. I mattini di un tempo,
ero giovane e non lo sapevo, e nemmeno sapevo
di esser io che passavo-una donna, padrona
di se stessa. La magra bambina che fui
si è svegliata da un pianto durato per anni
ora è come quel pianto non fosse mai stato
.
E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.
Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente. Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori.

Cesare Pavese

Le emozioni

Non sono le parole in sé per sé a cambiarci ma le emozioni che riescono a risvegliare in noi.
Prendiamo la parola amore. Se non ce l’hai dentro non dice niente solo cinque lettere una dopo l’altra ma prova a dirlo alla tua donna mentre la guardi negli occhi e l’accarezzi tremante.
Non è la musica che ci mette pace cos’è in fondo se non un gioco di note mischiate ma prova ad ascoltarla insieme alla donna che ami e diventerà vostra per sempre.
Non è il mondo esterno che ci cambia ma quello che siamo capaci di sentire dentro ogni singolo momento della vita.
Bisogna rifletterci bene su questi pensieri perché troppo spesso siamo automi che consumano il tempo.
Dobbiamo disporci a vivere sempre in ogni gesto in ogni ciao come stai in ogni situazione anche la più comune.
Impariamo a parlare con noi e quando “sentiamo” un’emozione fermiamoci anche solo un attimo per viverla. Lasciamola andare nella corteccia del cervello, rendiamola un effetto cosciente, una ricchezza interiore.
I colori della nostra esistenza cominceranno ad arricchirsi creando nuove tinte mai sperimentate colpi di pennello unici. Solo nostri.
Francesco Ruffino

Le emozioni

Non sono le parole in sé per sé a cambiarci ma le emozioni che riescono a risvegliare in noi.
Prendiamo la parola amore. Se non ce l’hai dentro non dice niente solo cinque lettere una dopo l’altra ma prova a dirlo alla tua donna mentre la guardi negli occhi e l’accarezzi tremante.
Non è la musica che ci mette pace cos’è in fondo se non un gioco di note mischiate ma prova ad ascoltarla insieme alla donna che ami e diventerà vostra per sempre.
Non è il mondo esterno che ci cambia ma quello che siamo capaci di sentire dentro ogni singolo momento della vita.
Bisogna rifletterci bene su questi pensieri perché troppo spesso siamo automi che consumano il tempo.
Dobbiamo disporci a vivere sempre in ogni gesto in ogni ciao come stai in ogni situazione anche la più comune.
Impariamo a parlare con noi e quando “sentiamo” un’emozione fermiamoci anche solo un attimo per viverla. Lasciamola andare nella corteccia del cervello, rendiamola un effetto cosciente, una ricchezza interiore.
I colori della nostra esistenza cominceranno ad arricchirsi creando nuove tinte mai sperimentate colpi di pennello unici. Solo nostri.
Francesco Ruffino

Bellezza è lasciarsi vivere

Bellezza non sono i capelli lunghi.. le gambe magre.. la pelle abbronzata e i denti perfetti.. Fidatevi di me. Bellezza è il viso di chi ha pianto e ora sorride.. bellezza è la cicatrice sul ginocchio fin da quando sei caduta da bambina.. bellezza sono le occhiaie quando l’amore non ti fa dormire.. bellezza è l’espressione sulla faccia quando suona la sveglia la mattina.. è il trucco colato quando esci dalla doccia.. è la risata quando fai una battuta che capisci solo tu.. bellezza è incrociare il suo sguardo e smettere di capire.. bellezza è il tuo sguardo quando vedi lui.. è quando piangi per le tue paranoie.. bellezza sono le rughe segnate dal tempo.. Bellezza è tutto quello che proviamo dentro e si manifesta al di fuori.. Bellezza sono i segni che la vita ci lascia addosso.. i pugni e le carezze che i ricordi ci lasciano.. Bellezza è lasciarsi vivere …

•Emma Watson