Il dono

Non vieni più a trovarmi,
o mia poesia, eri sempre con me,
mai mi lasciavi. Cosa è successo?
Ti sei anche tu chiusa in casa
ed hai il divieto di uscire?
Ma la tua casa sono io, non lo sai?
Io ti custodisco in me
come una calla il suo pistillo,
come il grembo materno
il suo tesoro.
E tu aspetti il tuo momento,
quando la vita avrà vinto la morte,
la luce l’ombra.
Allora uscirai dal tunnel.
E, qual pietra preziosa dall’ostrica,
ti offrirai al mondo come dono.

Sandra Greggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.