Il barattolo di vetro

In un barattolo di vetro,
ho rinchiuso i giorni da ricordare, in una bottiglia scura, le ore d’ansia e le sere di lacrime.


In una valigia,i rancori, i conti in sospeso, le paure e le vigliaccherie.


Per i miei capricci, gli errori e le cattiverie, ho dovuto cercare un baule, di quelli grandi,per le coperte e i vestiti pesanti.


Voglio fareil cambio di stagione.Voglio mettere ordine, Signore.

Ma il vetro si incrina,la tela si strappa, il legnosi screpola.


Non c’è chiusura ermetica, serratura o chiavistello che possano reggere alla realtà.


Tutto, di nuovo, si confonde: i dubbi macchiano la fede, la malinconia scolora la speranza, i peccati corrodono la carità.
Da sola non ci riesco, Signore.

Aiutami tu, che mi conosci come nessun altro,che sei l’autore della mia biografia,che mi hai voluta fin dall’eternità.


Riordinami, Signore. In te solo, posso trovare la mia pace.

 Patrizio Righero http://editrice.effata.it/autori/157/patrizio-righero/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.