Chi sono gli angeli

ANGELI
di Anselm Grün
(monaco benedettino tedesco)

Spesso diciamo a qualcuno: “Tu per me sei un angelo.
Sei arrivato proprio al momento giusto.
Quando ti sono vicino mi sento bene.
Tu mi fai stare bene”.
Un marito dice alla moglie: “Tu per me sei un angelo.
Grazie a te sono entrato in contatto con l’amore che è in me, ma che per tanto tempo non ho lasciato venire in superficie.
Grazie a te la mia vita si è arricchita”.
I genitori dicono al figlio: “Tu sei un angelo.
Porti una tale freschezza, leggerezza e vivacità nella nostra vita”.

Quando diciamo frasi come questa, non le intendiamo solo in senso simbolico Infatti possiamo davvero diventare angeli gli uni per gli altri.
Gli angeli — come afferma la dogmatica della Chiesa —sono esseri spirituali creati, sono potenze personali.
E in quanto tali possono essere percepiti.
Gli angeli sono sempre messaggeri che Dio ci invia.
Può trattarsi di persone che parlano con noi in determinati momenti, o che a un certo punto compaiono nella nostra vita può trattarsi di impulsi interiori che richiamano la nostra attenzione su qualcosa di particolare.
Gli angeli possono essere anche semplici esperienze che facciamo e che non siamo capaci di descrivere in modo appropriato.
Quando schiacciamo all’ultimo momento il pedale del freno perché la macchina davanti a noi svolta a sinistra senza mettere la freccia, abbiamo l’impressione che un angelo ci abbia protetti e ci abbia fatto evitare un incidente.
Ci ha permesso di reagire rapidamente.
Posso raccontare per esempio anche un altro episodio, riportatomi da un’insegnante: dopo una riunione dei docenti, sovrappensiero, era entrata in una classe che non era la sua.
Fatalità, il professore che era lì presente aveva avuto un collasso proprio in quel momento.
Per questo collega, l’insegnante in quel momento fu un angelo Dio l’aveva mandata da lui.
Lei non aveva assolutamente idea del perché fosse entrata proprio in quella classe.
Ecco perché possiamo essere certi che sia stato un angelo a guidarla fin là.
L’angelo l’ha spinta ad entrare in quella classe.

(da: “Tu sei un angelo per me”)

ANGELS
by Anselm Grün
(German Benedictine monk)

We often say to someone: “You are an angel to me.
You arrived at just the right time.
When I am near you I feel good.
You make me feel good “.
A husband tells his wife: “You are an angel to me.
Thanks to you I came into contact with the love that is in me, but for so long I didn’t let it come to the surface.
Thanks to you my life has been enriched “.
Parents tell their son: “You are an angel.
Bring such freshness, lightness and vivacity into our lives “.

When we say sentences like this, we don’t mean them only in a symbolic sense. In fact we can really become angels for each other.
The angels – as the dogmatic of the Church affirms – are created spiritual beings, they are personal powers.
And as such they can be perceived.
Angels are always messengers that God sends us.
They may be people who talk to us at certain times, or who at some point appear in our lives may be inner impulses that call our attention to something particular.
Angels can also be simple experiences that we do and we are not able to describe appropriately. When we press the brake pedal at the last minute because the car in front of us turns to the left without putting the arrow, we get the impression that an angel has protected us and made us avoid an accident.
It allowed us to react quickly.
For example, I can also tell you about another episode, reported to me by a teacher: after a meeting of teachers, she had entered a class that was not her own.
Fatality, the professor who was there had collapsed just then.
For this colleague, the teacher at that time was an angel. God had sent her to him.
She had absolutely no idea why she had entered that class.
That is why we can be sure that it was an angel who guided her there.
The angel urged her to enter that class.

(from: “You are an angel to me”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.