8 pensieri per gli insegnanti di Simone Stabilini per una scuola inclusiva e accogliente per tutti

8 pensieri per gli insegnanti di Simone Stabilini per una scuola inclusiva e accogliente per tutti

NON ESSERE SPAVENTATO! – DON’T BE AFRAID!

Non essere spaventato: incontrare un bambino autistico arricchirà il modo in cui vedi il mondo.
STUDIA! – STUDY!

Studia! Ci sono molte fonti di informazioni sull’autismo, ora, ma ricorda che ogni persona è unica e irripetibile.
INIZIA SEMPRE DALLE ABILITA’ – ALWAYS START FROM ABILITIES

Inizia SEMPRE con le abilità e gli interessi del tuo allievo: la gratificazione che riceverà mostrando ciò che è in grado di fare bene sarà lo stimolo necessario a superare le difficoltà riguardo ciò che ancora non sa fare.


COSTRUISCI OPPORTUNITA’ – BUILD OPPORTUNITIES

Costruisci opportunità sociali ed educative personalizzandole sul tuo allievo: permettigli di imparare e vivere secondo i suoi tempi e nelle condizioni adeguate a lui.


COINVOLGI LA FAMIGLIA – INVOLVE THE FAMILY

Fai sempre in modo di coinvolgere la famiglia del tuo allievo nel lavoro che fai con lui: ricorda che non c’è nessuno che lo conosce meglio dei genitori. E condividi le tue scoperte con persone che lavorano con te: la consistenza è un elemento centrale.


EDUCA I COMPAGNI – EDUCATE COMPANIONS

Educa i suoi compagni a non commiserare con il tuo allievo autistico: la sua vita è piena e complessa come quella di qualsiasi altra persona.


NON PERDERE LA SPERANZA – DON’T LOSE HOPE

Non perdere la speranza anche quando sembra che il lavoro che stai facendo fornisca pochi risultati: non fermarti e credere sempre al tuo allievo. Lo noterà.


DIMENTICA I CLICHE’ – FORGET THE CLICHE’

Dimentica i cliché e conosci il tuo studente autistico: vedrai che, oltre l’autismo, c’è molto ma molto di più di quanto immagini.


Simone Stabilini 

Chi è Simone Stabilini

Per chi non mi conoscesse, mi presento: mi chiamo Simone Stabilini, sono fortunatissimo ed onoratissimo collaboratore del Centro Studi e Ricerche per la Disabilità e la Marginalità CeDisMa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, per la quale avrò l’altrettanto onore di insegnare Tecnologie dell’Inclusione per l’Autismo nel corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria – Corso di Pedagogia speciale del Prof D’Alonzo. Ma in fondo sono solo un essere umano che cerca di fornire punti di vista riguardo gli autismi, e che ha interesse affinché la società cambi i propri punti di vista riguardo le abilità, le possibilità di apporto di valore e il diritto all’inclusione delle persone autistiche, perché convinto, come disse Temple Grandin, che il mondo abbia bisogno di tutti i tipi di mente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.