La festa della Donna e l’autismo

In occasione dell’8 marzo traduco e condivido  questo interessante articolo  da https://ourautismblog.wordpress.com/2017/03/08/international-womens-day-2/
sulla consapevolezza dell’autismo femminile.

Felice Festa internazionale della Donna!
Una giornata per celebrare la donna in tutto il mondo!

Sapevate che l’autismo femminile è meno visibile e meno diagnosticato?
I genitori di bambine o ragazze sullo spettro, come me, stanno contribuendo a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’autismo femminile e sul fatto che ci sia bisogno di un migliore riconoscimento, e migliore accettazione e diagnosi.
Come una mamma condivido con i miei articoli i momenti buoni e meno buoni che mia figlia affronta ogni giorno.
Sono qui per condividere la mia esperienza e per mostrare il mio sostegno alle bambine, ragazze e donne adulte nello spettro autistico.

Abbiamo dovuto lottare per la diagnosi di mia figlia, abbiamo dovuto lottare per perdere lo stigma di autismo, e abbiamo dovuto combattere gli stereotipi.
Abbiamo dovuto combattere con i medici che ci hanno detto che era improbabile che sia l’autismo, perché lei è una ragazza.
Abbiamo dovuto combattere i medici che ci hanno detto che lei aveva tratti autistici, ma probabilmente essi non avrebbero riconosciuto o diagnosticato il suo autismo, perché lei è una ragazza.

La mia ragazza ha l’autismo.
La mia ragazza ha una diagnosi.
Abbiamo vinto la lotta.

Courtney Love, Daryl Hannah e Susan Boyle sono solo alcune donne che sono notoriamente autistiche .
Io uso la parola notoriamente come termine generico in quanto ancora non è ancora ampiamente accettato o riconosciuto che le donne possano essere sullo spettro.
I ragazzi sono più numerosi delle ragazze in una diagnosi di autismo.
Il rapporto più ampiamente pubblicato è di 4: 1 , ciò significa che il numero di maschi diagnosticati con autismo è di 4 volte maggiore che il numero delle femmine.
I genitori si trovano ad affrontare barriere da professionisti nel momento in cui sospettano l’autismo nella loro figlia.
Molto spesso non è colpa del comportamento, o dell’ansia o della paranoia dei genitori.
Abbiamo tutto questo … infatti abbiamo ancora tutto ancora fare!
Ottenere una diagnosi per una ragazza è molto impegnativo, stressante e difficile.
Le ragazze non rientrano negli stretti criteri delle guide dominanti di diagnosi maschile e così i genitori devono combattere per farsi ascoltare.
Le ragazze si presentano in modo diverso dai ragazzi, e ciò necessita di essere studiato e riconosciuto in criteri diagnostici certi.
La cosa che non è difficile da vedere sono le sfide che le ragazze nello spettro devono affrontare.
La gente semplicemente non crede al livello di ansia, di isolamento sociale e di frustazione che esse provano …si pensa che queste cose vengono vissute normalmente dalle ragazze
L’idea stereotipata è che l’autismo colpisce solo i ragazzi … ..
Tuttavia la realtà è che l’autismo interessa entrambi i sessi, ma non viene diagnosticata in molte ragazze.

In primo luogo non perché i medici non riconoscano l’autismo, ma perché le ragazze sembrano aver messo a punto un meccanismo di mascheramento, sono più sottili, sono in grado di impegnarsi in situazioni sociali e di stabilire un contatto visivo.
Usano comportamenti di mascheramento e di imitazione di modelli femminili in modo da riuscire ad adattarsi e ad assomigliare alle ragazze normali della loro età.
Esse presentano sintomi diversi e meno evidenti dei maschi.
La gravità è ciò che fa mettere i professionisti in discussione riguardo alla diagnosi.
Le Femmine tendono ad essere autistiche in modo meno severo, sono spesso ad essere ad alto funzionamento.

La consapevolezza che le ragazze si presentano in modo differente rispetto ai ragazzi sta aumentando ……ma molto lentamente.
Sono finiti i giorni in cui si pensava all’autismo come unica condizione relativa al sesso maschile.

Tuttavia essere una ragazza con autismo è difficile.
Non è facilmente accettato. L’aiuto non è là fuori.
La diagnosi viene mancata e le ragazze possono sviluppare problemi di salute mentale durante la crescita.

Come genitore di una ragazza con autismo io continuerò a condividere la mia esperienze, gli alti e i bassi quotidiani e i metodi per affrontare i problemi!
Io continuerò a trarre forza dalle splendide donne e mamme di bambini/e autistici che ho incontrato.
Continueremo a sostenersi a vicenda.

Felice Festa della donna a tutte le bambine, alle ragazze e alle donne adulte che soffrono di autismo, e anche a tutte le mamme, accompagnatori, caregivers, insegnanti, infermiere …… a tutti coloro che sono entrati in contatto con l’ autismo nella loro vita.

Insieme potremo essere orgogliosi e sostenerci a vicenda.
Insieme potremo aumentare la consapevolezza delle nostre ragazze.
(mi scuso per qualche possibile inesattezza della mia traduzione)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...