Promemoria di Gianni Rodari e Saviano

Ci sono cose da fare ogni giorno:
lavarsi, studiare, giocare,
preparare la tavola,
a mezzogiorno.
Ci sono cose da far di notte:
chiudere gli occhi, dormire,
avere sogni da sognare,
orecchie per sentire.
Ci sono cose da non fare mai,
né di giorno né di notte,
né per mare né per terra:
per esempio, la guerra.

 

 

“Gli uomini liberi sono fratelli.” Questo era il sentimento che animava i soldati polacchi che l’11 maggio 1944 cominciarono l’attacco a Montecassino.
Proprio qui dove tutte le altre armate avevano fallito, i polacchi uscirono vincitori, aprendo la via per Roma e costruendo la strada verso laLiberazione d’Italia. Con un grande sacrificio: oltre 1000 i soldati polacchi persero la vita nella Battaglia di Cassino e sono qui sepolti.

Guarda il video qui

http://www.robertosaviano.com/gli-uomini-liberi-sono-fratelli-storia-dimenticata-dei-polacchi-che-liberarono-italia/


Miglioriamoci ogni giorno

#pace #non-violenza #guerre #kalashnikov #ak47

Guarda anche
https://sensodellavita.com/2016/10/02/impegnocivile-giornata-mondiale-della-non-violenza/

Annunci