L’ultima lezione di Randy Pausch: realizzare i sogni dell’infanzia

10 minuti di una intensità che difficilmente si trova in altri video. La lezione di quest’uomo coraggioso dovrebbe guidare tutte le nostre azioni quotidiane.

Troppo spesso dimentichiamo che la nostra vita è decisa dalle nostre azioni. Le nostre azioni sono decise dai nostri valori e dal senso che diamo alla nostra vita.

Pausch ha tenuto la sua ultima lezione pubblica, la “Last Lecture” intitolata “Realizzate i Vostri Sogni d’Infanzia” (“Really Achieving Your Childhood Dreams”), presso la Carnegie Mellon University il 18 settembre 2007. Pausch ha tenuto la sua “Last Lecture” in seguito ad una serie di lezioni in cui prestigiosi accademici hanno dibattuto sul tema di un ipotetico “esposto finale” sulla base della precisa domanda “quale massima provereste a comunicare al mondo se sapeste di avere un’ultima possibilità di farlo?”.

 

 

Randy Pausch, nome completo Randolph Frederick Pausch (Baltimore, 23 ottobre 1960Chesapeake, 25 luglio 2008), è stato un informatico statunitense.

Era professore di informatica, interazione uomo-computer e design presso la Carnegie Mellon University (CMU) di Pittsburgh, Pennsylvania.

Il 19 settembre 2006, gli è stato diagnosticato un cancro al pancreas metastatizzato. Sottoposto a intervento chirurgico palliativo e chemioterapia, è rimasto attivo e vigoroso fino alla fine del 2007. È morto all’alba del 25 luglio 2008.

fonte http://it.wikipedia.org/wiki/Randy_Pausch

 

 


corso internet

 

 

3 Comments Add yours

  1. angelo casamassima annovi scrive:

    ha lasciato un bel messaggio,ma il mondo è peggiorato nel frattempo. Mi dispiace sottolineare il suo fallimento,ma la verità non può essere taciuta. Dio non esiste e neanche il demonio,ma se proprio dovessi decidere ,in un momento di debolezza, dovrei ammettere che questo mondo è nelle mani di Satana. Tutti i presidenti degli USA hanno dimostrato di essere dei criminali incalliti.Facevano a gara a chi ammazzava più indiani perché quello era il biglietto vincente per arrivare alla casabianca. Per i Papi idem con un’aggravante:loro hanno commesso dei crimini in nome di Gesù. Adesso abbiamo un Grillo indemoniato che approfitta della disperazione della gente per rovinare ancora di più un popolo disgraziato semidistrutto dal demonio di Arcore. Se avesse un po’ di cuore aiuterebbe la maggioranza del popolo italiano,schiacciata da Berlusconi e dai suoi schiavetti, a liberarsi da questo incubo che attanaglia anche i paesi europei e invece è là, pronto a resuscitare il caimano, portandoci alle elezioni che non possono sbloccare niente. La soluzione razionale è là, ma viene ignorata: Qui non si tratta di stupidità:qui ci troviamo di fronte a criminali incalliti. Questo mio messaggio dovrebbe essere fatto girare su tutti i giornali e su tutte le reti televisive,invece rimarrà ignorato, mentre gira ovunque il messaggio di una simpatica gelataia… Questa è l’Italia.

    Mi piace

  2. tg74 scrive:

    il messaggio che ci ha lasciato Randy Pausc non è il messaggio che lascia la Madonna nelle sue apparizioni “Siate più buoni e non seguite le tentazioni del diavolo”,lui ha cercato di farci capire l’importanza del tempo a nostra disposizione ,tempo che spesso sprechiamo dietro a cose banali senza renderci conto che non siamo eterni .Se abbiamo un obiettivo dobbiamo raggiungerlo e impegnarci senza lasciarci influenzare da chi non crede in noi ,infondo credo che ognuno di noi si sente realizzato nel momento che vede realizzati i propri sogni .E poi non dimentichiamo “umiltà” il valore di un uomo io lo misuro in “umiltà” ..più è umile e più è un “grande” ,io posso anche essere una regina una persona di potere ma se non so regalare un sorriso umile non mi devo meravigliare che il mio popolo adora la gelataia che mentre confeziona il gelato regala sorrisi dolcezza e umanità 🙂.Acosa serve questa continua competizione ,questo continuo giudicare ..le persone che “VALGONO” sono quelle silenziose quelle che avanzano e si distinguono con i fatti concreti .

    Mi piace

  3. the fenice scrive:

    Reblogged this on The Fenice.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...