La crisi secondo Einstein

"…Non pretendiamo che le cose cambino se continuiamo a farle nello stesso modo. La crisi è la miglior cosa che possa accadere a persone e interi paesi perché è proprio la crisi a portare il progresso. La creatività nasce dall’ansia, come il giorno nasce dalla notte oscura. E‘ nella crisi che nasce l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie.
Chi supera la crisi supera se stesso senza essere superato. Chi attribuisce le sue sconfitte e i suoi errori alla crisi, violenta il proprio talento e rispetta più i problemi che le soluzioni. La vera crisi è la crisi dell’incompetenza. Lo sbaglio delle persone e dei paesi è la pigrizia nel trovare soluzioni. Senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. E‘ nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora perché senza crisi qualsiasi vento è una carezza. Parlare di crisi è creare movimento; adagiarsi su di essa vuol dire esaltare il conformismo. Invece di questo, lavoriamo duro!
L’unica crisi minacciosa è la tragedia di non voler lottare per superarla…"

Albert Einstein

3 Comments Add yours

  1. genoveffafa scrive:

    Einstein ci sapeva fare!

    Mi piace

  2. angelo scrive:

    che frase stupida!, e quanti imbecilli che la ripetono come tanti pappagallini a mmaestrati! Ma vi rendete conto del suo significato? Significa : NON TUTTO IL MAL VIEN PER NUOCERE …
    Mettete da parte l’orgoglio ferito e ammettetelo: siete degli imbecilli. Solo perché il grande Einstein( che era anche un grande stronzo se si legge quel che ha fatto alla moglie e ai figli) ha trovato un nuovo modo per dire questo antico proverbio popolare pensate che sia giusto dire alla gente che muore di fame : allegria!
    vedrete che questa crisi porterà l’abbondanza se la si affronta a muso duro … Questa è una pillola di saggezza che serve per dare coraggio a chi è in condizione di reagire, ma non ditela ai miliardi di morti di fame, perchè fate la figura dei ricchi figli di puttana che dicono che il denaro non dà la felicità. Per favore, siamo arrivati a un tale punto di barbarie che è davvero un insulto ripeterlo a chi si vede negati persino i diritti fondamentali dell’uomo.

    Mi piace

  3. Digireale scrive:

    Angelo,
    tu cosa diresti alle persone in difficoltà ma che hanno una minima possibilità di reagire?

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...