Agostino · amore · coraggio · crescita · cuore · dolore · emozioni · morte · Perico · prospettiva · reframing · senso della vita · silenzi · sofferenza · vita e morte · vita oltre la morte · vivere

Se mi ami non piangere – Padre G. Perico – Sant’Agostino

Se mi ami non piangere!
Se tu conoscessi il mistero immenso del cielo dove ora vivo,
se tu potessi vedere e sentire quello che io vedo e sento
in questi orizzonti senza fine,
e in questa luce che tutto investe e penetra,
tu non piangeresti se mi ami.
Qui si è ormai assorbiti dall’incanto di Dio,
dalle sue espressioni di infinità bontà e dai riflessi della sua sconfinata bellezza.
Le cose di un tempo sono così piccole e fuggevoli
al confronto.Mi è rimasto l’affetto per te:
una tenerezza che non ho mai conosciuto.
Sono felice di averti incontrato nel tempo,
anche se tutto era allora così fugace e limitato.
Ora l’amore che mi stringe profondamente a te,
è gioia pura e senza tramonto.
Mentre io vivo nella serena ed esaltante attesa del tuo arrivo tra noi,
tu pensami così!
Nelle tue battaglie,
nei tuoi momenti di sconforto e di solitudine,
pensa a questa meravigliosa casa,
dove non esiste la morte, dove ci disseteremo insieme,
nel trasporto più intenso alla fonte inesauribile dell’amore e della felicità.
Non piangere più, se veramente mi ami!

Padre G. Perico – Sant’Agostino

Leggi anche “La morte non è niente…

Altri siti

www.miglioramento.com

237 thoughts on “Se mi ami non piangere – Padre G. Perico – Sant’Agostino

  1. trovo questa poesia cosi’ struggente e cosi’ dolce al tempo stesso, ha comunque portato un lieve sollievo al mio cuore, l’estate scorsa è stata segnata purtroppo da un grande lutto.

    Mi piace

  2. mercoledi è morta la mia mamma… ho 23 anni e non credo sia giusto dover sopportare questo. Il dolore è forte ed intenso. Un vuoto incolmabile… il suo profumo, la sua voce, le sue mani… nulla tornerà mai più. Era sempre li, pronta a dirmi come fare, che cosa fare. Ed ora, si è dimenticata di dirmi la cosa più importante… come vivere senza di lei? Nelle cose più piccole… è li che ti accorgi che la tua mamma viveva per te. Ed ora mai più nessuno lo potrà fare. Ho letto questa poesia e mi ha dato forza. Forse speranza. Nessuno mai mi potrà dire se veramente c’è tutto quello, però crederci ti aiuta ad andare avanti ed accettare un omicidio che per me è troppo ingiusto.

    Mi piace

  3. ho scritto i primi versi di questa poesia nella foto memoria di mia mamma che è morta pochi giorni fa…è davvero bellissima e non avrei saputo trovare parole migliori per ricordarla….se n’è andata il giorno dopo la festa della mamma di un male incurabile…abbiamo parlato e riso quasi come se niente fosse…non vorrebbe vedermi distrutto ora ne sono sicuro…lei che è sepre stata cosi forte e solare,sempre con il sorriso sulle labbra…anche dopo aver spirato l’ultimo respiro…
    mi stringo al dolore di coloro che perdono la propria mamma come questo ragazzo qui sopra,io ho 25 anni e lo sto vivendo proprio come lui…bisogna sempre trovare la forza di andare avanti….

    Mi piace

  4. Vi ringrazio di aver messo in rete questo “canto”
    Ho pensato a mio padre.
    Cercavo un suo messaggio dal laldilà e lui me lo ha
    inviato.

    grazie

    Mi piace

  5. La morte di una madre, di un padre, di una sorella o fratello, è un dolore terribile, che ti permette però di continuare, non così è la morte di un figlio. E’ qualcosa che non si può spiegare, non ha parole per descriverlo. Una madre non può sopravvivere al proprio figlio. Quando si rimane in questa vita è solo perchè non si trova la forza di chiuderla per tua mano e allora aspetti che arriva da sola, ma non desideri altro…

    Mi piace

  6. “se mi ami nn piangere”…sn parole bellissime…così belle che le misi sulla tomba di mio padre..ma ho appena 17anni e nn credere a queste parole è così facile e quasi ovvio…a volte mi considero solo una povera illusa perchè credo a tutto ciò…rivedrò mai il mio papà?

    Mi piace

  7. Mia mamma è spirata sabato scorso (30 giugno 2007). Dio ha voluto che fossi io presente in quel momento, e mentre la chiamavo a bassa voce quasi per non disturbarla, ho sentito il suo ultimo respiro ed il suo cuore ha pulsato per l’ultima volta.
    Una carissima amica, Marlen, mi ha inviato le parole di S. Agostino, uno fra i Santi più passionali ed umani che il mondo abbia avuto e probabilmente il più sensibile e vicino a Dio.
    A voi tutti che avete pianto o che ancora piangete va il mio pensiero…. Un caro abbraccio…

    Mi piace

  8. Mio nipote, 29 anni è scomparso tragicamente in un rovinoso incidente stradale sulla sua bicicletta da corsa, che tanto amava, domenica 1 luglio, lasciando un bimbo di 4 mesi e un’amatissima moglie. Queste profonde parole, che porterò alla giovane vedova di 28 anni, sappiano darle quel necessario conforto che solo la fede può infondere.

    Mi piace

  9. Anche la mia mamma, come quella di Laura, se ne è andata , in punta di piedi, sabato 30 giugno 2007 ed anch’io ho avuto il privilegio di esserle vicino in questo importante momento. Leggendo le parole di Laura mi sono vista riflessa, come in un magico specchio.
    Sul ricordino della mamma, senza sapere che fosse di S.Agostino, abbiamo messo la sua bellissima poesia e solo dopo aver saputo da un’amica di chi erano queste stupende parole, mi è presa la curiosità ed ho scoperto questo sito. Nulla accade mai per caso.
    Grazie!

    Mi piace

  10. … nulla accade mai per caso! Io ho perso la mia mamma appena 13 anni fa e proprio ieri raccontavo ad una mia amica dell’ultimo sogno che ho fatto della mia mamma ed in questo sogno lei mi diceva: “Se mi vuoi bene non piangere più”. Questo accadeva 12 anni fa ed io sconoscevo l’esistenza di questo bellissimo canto….. nulla nella vita succede per caso e questo dimostra che siamo parte di un grande disegno d’amore che Dio ha fatto per noi. Grazie…….

    Mi piace

  11. …anche io ho perso la mia mamma..sabato 12 giugno, ore..non si sa ancora..non c’ero! son o tornata a casa alle 22:30 circa e lei era già morta da un pò! Arresto Cardiocircolatorio improvviso, inaspettato! Per questo non riesco ad accettarlo! Mi manca terribilmente! Ho 26 anni e due sorelle, una 15 anni, l’altra 34, e sabato 4 agosto mi sposo! Lo farò perchè l’ho promesso a mia madre che era immensamente felice per me quando lo ha saputo! Ho fatto il giuramente il 25 gennaio e lei c’era, era vicana a me come sempre!
    …le parole di questa poesia sono bellissime!
    …ma Mamma, mi manchi tantissimo…mi resta solo una domanda: Perchè ci hai lasciato? Ti Amo e ti amerò sempre e mi prenderò cura delle mie sorelle! Proteggici da la su! Carlotta

    Mi piace

  12. cara Carlotta, perdere la mamma così all’improvviso, come è successo a noi, è una lacerazione, non una semolice ferita. Anche io non ero vicina alla mia mamma quando è morta ed anche io non l’ho avuta vicina nei momenti speciali della mia vita come la nascita di mia figlia , la prima comunione,… ma non era vicina solo fisicamente perchè la percezione della sua presenza non mi ha mai abbandonata, ed ora so che ogni qualvolta io parlo di mia madre per le cose che abbiamo fatto insieme (e non per quelle che non abbiamo potuto fare) lei è lì, viva, perchè continua a vivere nel mio cuore e nella memorai dei miei figli che l’hanno conosciuta attraverso i miei racconti. Fatti forza!

    Mi piace

  13. più di due mesi fa il mio amore è volato in cielo a causa di un incidente in moto.
    io e giordano eravamo due bambini quando abbiamo deciso di stare insieme,lui era un ragazzo pieno di vita,sempre sorridente…ed io ho sempre avuto per lui un amore fuori dal normale.gli dicevo sempre che i suoi occhi accecavano più del sole,e certe volte lo imploravo affinchè stesse fermo ed io potessi vedere cosa nascondessero davvero.
    mi riesce difficile parlare ,perchè questa sembra essere una dura prova d’amore da sostenere…io spero solo ke quegli occhi che ho tanto amato e tanto amo siano davvero parte di “quella luce che tutto investe e penetra” e riscano un giorno a fami conoscere il mistero immenso del cielo e della vita…

    ti amerò per sempre

    Mi piace

  14. fors per la prima volta nella mia vita sono rimasta senza parole … mariantonietta sei grande e questo deve voler dire qualcosa … ti voglio bene

    Mi piace

  15. nove mesi fa la mia sorellina di 24 anni è volata in cielo..
    la malattia è stata la su vita terrena..
    adesso lei è felice e serena in cielo..
    c’è un altro mondo che noi non consciamo..
    la morte non esiste..
    c’è solo la vita eterna..
    TI AMO ELISA!!!
    Simona…

    Mi piace

  16. ho cercato questa preghiera perchè l’ho sentita leggere oggi ad antonella, con dolore ma anche con tanto amore, in chiesa per dare l’ultimo saluto al suo amato fabio, un mio amico, scomparso tragicamente a soli 24 anni due giorni fa, e io come tutti lì al funerale ho continuato a piangere però… si amavano, vidi il loro amore nascere in un viaggio che facemmo insieme e quasi commossa avevo visto qualche settimana fa che si tenevano di nuovo per mano;ammiro il loro amore, sì si amavano ancora di più dopo che il destino li aveva più volte divisi. ho voluto rileggere questa bellissima poesia: anche se ho ancora il magone il gola, avverto quanto confortanti siano le sue dolci parole… se n’è andato un gioiello di ragazzo, un sorriso splendente che non ci porterà più la sua allegria.provo a capire perchè, anche se una ragione non ce la faremo mai: fabio adesso rischiara per noi il cielo da lassù con il suo animo buono solare e gentile. lui è con il Signore, pregherò affinchè lui riposi in pace, continui a farci compagnia con la sua presenza non più terrena, ma soprattutto affinchè lui con l’aiuto di Dio porti sollievo e forza alla sua mamma,al suo papà, al fratello e a tutti i suoi cari; ad antonella, che vorrei stringere in un abbraccio per sussurrarle “fabio non ti lasciava mai la mano,ricordo le carezze che ti faceva tenendoti a sè: forza piccola, la sua mano stringerà per sempre la tua, continuerà ad accarezzarti senza farsi sentire. ma tu non piangere, perchè lo ami; lui ti sorriderà ancora perchè ti ama”…
    grazie fabio, perchè ho avuto l’onore di conoscerti.
    in questi momenti si ha la sensazione che una persona che si è avuta sempre vicina era più importante di quanto non lo si sia apprezzato…scusami fabio se non ho apprezzato come meritavi la tua presenza.non ti dimenticherò mai…
    se puoi stammi vicino…

    Mi piace

  17. ANCHE IO HO LETTO QUESTA POESIA.DA POCO SI E SPENTA LA MIA MAMMA ALL’ETA DI 64 ANNI IO SONO LA FIGLIA E NE HO 37.E MOLTO BELLA QUESTA POESIA E RISPECCHIA IL SOGNO CHE PROPRIO OGGI HO FATTO.MAMMA MI RACCONTAVA IL LUOGO DOVE SI TROVA E RISPECCHIA ABBASTANZA CIO CHE SI LEGGE NEELLA POESIA.

    Mi piace

  18. Leggere questi messaggi mi ha messo sottosopra.A 3 anni ho perso la mia mamma, poi, mio padre ha incontrato una donna splendida a livello di sentimenti e di cuore che si è presa cura di me e di mio fratello ma…destino, o forse progetto di Dio, 13 anni fa se ne è andata in cielo.Per me lei era la mia adorata, splendida, cara mamma.Taluni parlano di …matrigna…mai vorrei semtire questa parola, lei era la mia mamma!!!Proprio il 1 giugno se nè è andata via e io il 29 settembre ho dato alla luce 2 splendidi gemelli che lei sapeva che avessi in grembo ma che non ha avuto la fortuna di vedere.Sono triste sono senza una guida ma devo essere orgogliosa che dall’alto dei cieli 2 mamme vegliano incessantemente su di me e sulla mia famiglia.

    Mi piace

  19. Anche io a 13 anni ho perso mia mamma e sono cresciuta con un padre che non è mai riuscito a fare il padre, che si è chiuso in una freddezza che non aveva limiti e che ha fatto di tutto per allontanare e dividere noi figli con preferenze, ricatti e umiliazioni. Ma avevo un angelo accanto a me, un angelo che spalancava le sue braccia ogni volta che l’andavo a trovare, che mi teneva tra le sue gambre quando ero piccola..che mi accogelva ogni giorno a casa sua come fosse festa..che mi faceva sentire una regina.
    Eri tu mia dolce nonna..tu che mi hai cresciuta..che mi hai difesa.. incoraggiata.. amata piùdi ogni altra cosa al mondo..tu che non hai mai smesso di credere in me e di amarmi anchedopo l’immenso dolore della perdita di mia mamma, tua figlia. Ti sei battuta per me.. mi hai difeso e protetto sempre.. ricordi nonna come eravamo unite? ricordi quando ero piccola e tornavo da scuola a casa tua e ti cantavo le canzoni mentre tu mi ascoltavi sorridendo e continuavi a cucire sempre vestiti per noi? ti ho sempre amata nonna ..ti ho sempre considerata come una mamma e dopo che lei è volata via per me sei diventata un qualcosa di più grande.. un angelo in terra.. o la dolce fatina dai buoni consigli come ti scrissi nella lettera. A ottobre è un anno che non ci sei più.. e ancora piango..e ancora ti cerco invocando Dio.. il cielo e le stelle..e se solo la gente sapesse le stelle cadenti che ho visto risplendere nel cielo durante tutto quest’anno ogni volta che alzavo gli occhi al cielo chiamandoti..
    ti vengo a portare un fiore ogni settimana al cimitero.. e come allora a vote ti canto le canzoni che ti cantavo da bambina per tenerti compagnia ancora.. a pochi metri dalla tua tomba ho visto una tomba di una ragazza.. si chiamava Roberta.. e c’era scritta questa meravigliosa poesia… ho pianto tanto la prima volta che non sono riuscita a finire di leggere.. poi mi sei comparsa in sogno e mi hai detto “non piangere più”. scusami se ancora lo faccio.. e la sola cosa che chiedo a Dio è che ci faccia rimanere sempre unite e vicine così come in vita..anche se siamo lontanissime.
    Grazie ancora nonna…..
    A voi tutti … vi sono vicina .. non considerate i vostri cari perduti per sempre.. non chiamateli “morti”.. stabilite un rapporto con loro come quando erano in vita.. sono sicura che ci sono vicini…

    Mi piace

  20. Un mese e mezzo fa ho perso mio fratello di 27 anni, è stato investito a piedi da un’auto in corsa, una morte assurda…
    Ho due bambini e i miei genitori si aggrappano a loro, la sua fidanzata è senza meta.
    Gli invierò questa poesia, spero possa dare un po’ di speranza a chi ha solo il buio davanti.

    Mi piace

  21. 2 giorni fa’ è volata in cielo la mia dolce nonnina… spero questa poesia dia tanta forza alla mia mamma, che ne ha tanto bisogno, e a tutti noi che sentiamo la sua mancanza… nonna l amore per te rimarra’ sempre dentro di noi e non cambiarà mai, di questo ne sono certa!!! A presto mamma e nonna amorevole!

    Mi piace

  22. Sì, la vita sul pianeta terra è come un soffio, sia che dura 25 anni, sia 30 sia sia 90 anni! La vita dell’uomo è come l’erba. L’erba si secca e il fiore cade, ma la Parola di Dio rimane.

    Queste frasi sono liberi adattamenti di concetti che troverete leggendo il Nuovo Testamento.

    Un’altro pensiero che vorrei aggiungere è questo, tratto da una canzone basata sugli ultimi 2 capitoli dell’Apocalisse di San Giovanni, capitoli 21 e 22 , che vi invito ad andare a leggere:

    Regnerai su ogni anima, vincerai ogni ostilità, nessun grido né dolore sentirò un corpo nuovo e una nuova mente avrò perché tu sei lì sei l’inizio e la fine a chi sete ha acqua tu darai, sì tu cambierai tutti i nostri pianti in gioia, sì tu regnerai, sì tu regnerai.

    Questa è la certezza di tutti coloro che hanno affidato il loro destino eterno all’Agnello purissimo che ha dato la Sua vita per noi, il giusto per noi ingiusti, il destino di tutti coloro che hanno ammesso in preghiera il loro peccato ed hanno chiesto a Gesù di Nazaret di essere loro Salvatore.
    Il testo di cui sopra fa parte di un canto che io canto spesso, come parte del repertorio della ninna nanna, a mio figlio Alan Renato… nella speranza che egli cresca nella consapevolezza della presenza del Re dei Re, il quale regnerà un giorno in maniera visibile.

    Mi piace

  23. Mi chiamo Silvana, ho 34 anni e circa 8 mesi fa ho perso il mio adorato padre all’età di 73 anni . Avevamo un rapporto unico, meraviglioso era sempre lì pronto ad ascoltarci sempre pronto ad aiutarci era di una bonta e di una generosità infinita dire che mi maca, dire che a volte mi manca il respiro, dire che mi sento sola è poco molto poco mi sento completamente svuotata del suo grande ed infinito amore, aspetto con ansia il giorno in cui potrò finalemnte riabbarcciarlo. Sono certa che lui ci stia aspettando. Io sono pronta in qualsiasi momento. Mi manchi papà.

    Mi piace

  24. pensavo di poter finalmente riemergere e invece rieccoci…. il mio adorato fratello mi ha lasciato e con luji ho perso una parte di me stessa. la sua forza era la mia forza, il suo sorriso era il mio, la sua pazienza, la sua intelligenza, tutto il mio essere sorella dipendeva da lui. mi sento vuota . so che dovrei mettere a frutto tutto ciò che mi ha insegnato, ma non ci riesco. sono triste, disperata e mi dispiace di eserlo per rispetto dei miei figli , di mio marito, ma non ce la faccio. aiuto….

    Mi piace

  25. girando nei siti delle poesie mi ha attratto questa poesia,non la conoscevo,però l’avevo in casa “modificata” da mio marito 7 giorni prima che morisse!!! L’ho pure pubblicata nel mio sito!!!Quante lacrime leggendola! Forse un segno ulteriore per dimostrare il suo amore…dopo 13 anni è ancora vivo in noi.Quella poesia ricomposta ci ha aiutato a vivere. Marinella pensa che lui ora ti “vede” e tienilo presente nella tua giornata senza trascurare gli altrii,io ho appesa la foto di mio marito all’ingresso di casa..lo saluto la mattina e la sera al rientro…parlo con lui come se fosse partito ma che un giorno ritornerà…solo così ho trovato la forza di andare avanti mettendo in pratica i suoi insegnamenti,aiutare tutti senza aspettarsi un “grazie”…forza Marinella puoi farcela!!!

    Mi piace

  26. Mamma mia, che parole forti e che esperienze di vita tremende che ho letto in queste pagine!
    Volevo solo dire agli stanchi “coraggio!!!”
    La lotta é durissima, ma c’é chi ci assiste!
    Ci sono delle parole che non capisco in un salmo:
    “Preziosa agli occhi del Signore é la morte dei suoi figli”.
    E come é preziosa la vita, così come la conosciamo, tanto più sarà la vita dopo la morte!!

    Mi piace

  27. …….Allora non sono sola………….. eppure mi ci sento tanto……Mi pare che nessuno mi capisca……neanche chi ti e’ piu’ vicino….Ieri sono stati due mesi che e’ morto mio padre………….dopo tre mesi di agonia e sofferenza ed io ancora non riesco a darmi pace…. ho letto questa poesia e tutti questi messaggi…… e forse adesso mi sento meno sola………Avevo pero’ avuto modo di conoscere già Sant’Agostino e le sue parole………le ho scritte dietro ad una foto di mio padre…..”Signore, non so perche’ me lo hai tolto…..ti ringrazio per avermelo dato e per tempo che ce l’ho avuto……..” Spero possano aiutare a colmare i nostri grandi vuoti………a consolare i nostri cuori afflitti ……..a sentirci meno soli….. perche’ purtroppo a volte il dolore non unisce le persone………ma le separa……….

    Mi piace

  28. Sono la mamma di Claudio, morto il 12 luglio u.s. a soli 15 anni, annegato nel Lago di Como….mentre faceva il bagno con un amico, nessuno si è accorto della difficoltà in cui si trovava e purtroppo lui non ce l’ha fatta a tornare a riva. Sul Lago non ci sono bagnini nè soccorsi e se ne è andato, l’ha voluto il Signore con sè.
    L’ho sognato qualche volta quando il dolore dà un po’ di tregua e quando chiedo alla Madonna di darmi un segno, l’ho proprio visto in una immensa pianura che camminava al fianco di una persona e parlava con lui…era sereno.
    Siamo tutti distrutti in famiglia e spesso non è facile non piangere e rassegnarsi ad una vita spezzata, a tanti sogni e progetti finiti in un pomeriggio d’estate.
    Questa poesia mi ha confermato che la vita vera sarà la prossima che vivremo e spero di poter incontrare di nuovo Claudio in una dimensione più serena di questa vita terrena così difficile e tormentata in un mondo dove i valori sono i più beceri e non c’è spazio per un po’ di attenzione ed affetto per chi, come tutti quelli che hanno scritto, hanno subito una grave perdita.

    Mi piace

  29. Non prego di essere esente da difficoltà
    ma di avere il coraggio di affrontarle.

    Non chiedo che il mio dolore sia alleviato,
    ma chiedo di poterlo attraversare con te.

    Non cerco aiuti sul campo di battaglia della vita,
    ma cerco la forza che viene da te.

    Non imploro con ansiosa paura di essere salvato,
    ma fiducioso attendo il dono della tua libertà

    Queste parole ho letto ogni mattina da quando ho saputo che mio fratello aveva un cancro, le stesse parole ho ripetuto da quando è morto… sapere che la morte non è un punto di non ritorno e che “dopo” ci sarà una vita fatta di serenità e pace è, per me, l’unica ragione di vivere… e come dice Ale, il non sentirsi soli aiuta e più che pensare a ciò che non c’è più, bisogna gioire di ciò che si ha avuto.

    Mi piace

  30. il 16 luglio 2007 ho perso una delle persone piu importanti per me…il mio ragazzo..22anni..investito da una macchina che non ha rispettato il rosso…e una serata tranquilla..è diventato il peggior incubo che ciascuno possa fare…il 16 è semrpe stato un giorno speciale per noi…il nostro anniversario…ora non è piu il nostro giorno..ma il suo giorno…la sua mamma ha scritto questo sulla foto ricordo..è semplicemente stupenda…ora l’uinca cosa che posso afre è stae vicino alla sua famiglia…ogni volta che sono triste leggo questa poesia..ma quanto è difficile…a 24 anni quando pensi che è davvero la tua metà..quella che riesce a colmarti il cuore, l’animo..noi diecvamo di essere..una cosa sola…stringevamo i denti e insieme andavamo contro tutti e tutto pur di stare insieme…ora so che tu sei ancora con me…so che non lasci mai da solo chi ami…ma la tua assenza è cosi forte…rimangono i ricordi..quelli li stringi a te..nessuno può strapparteli via….
    Ti amo Francesco…..

    Mi piace

  31. Ho perso mio figlio il 5 gennaio di quest’anno. Tra poco ricorre il primo anniversario … Aveva 20 anni ed era un ragazzo molto dolce. La mia vita dal quel maledetto 5 gennaio si è fermata. Ho un altro figlio e vivo per lui. Tra poco si sposerà ed avrà figli .. la vita continua ma quanta sofferenza che c’è nei nostri cuori, quanto dolore! Ho perso i miei genitori anni fa, ho sofferto tanto per loro ma questo nuovo dolore non ha dimensioni, non ha realtà. E’ una parte di me che se ne è andata. E’ un pezzo di me stessa che non c’è più.

    Mi piace

  32. Anche io ho perso mio padre e ormai sono passati 5 anni…x questo volevo confortare parekkie persone ke magari hanno perso un caro da poco…i primi giorni sono bruttissimi ed è normale…alcuni di voi hanno detto ke nulla tornerà più…purtroppo è così…ma dopo tanta disperazione e col passare del tempo ho capito ke bisogna imparare a sentire una persona ke nn c’è più vicina…bisogna sentirla al proprio fianco in ogni attimo della vita…parlare con questa persona perchè ovunque sia ci ascolterà…nn bisogna essere credenti o non per far prorpio questo modo di affrontare la scomparsa di un caro….ci ascolta ovunque è e dobbiamo sentirla al nostro fianco…forza atutti…
    Tommy

    Mi piace

  33. sono senza parole .. forse xkè oggi è anke stato un giorno particolare.. a leggere queste testimonianze xò mi si stringe il cuore.. mi girano le lacrime negli okki.. se potessi avere una bacchetta magica tra le mani chiederei a Chi da lassù decide tutto x noi di far tornare in vita mio cugino giuseppe, morto anni fa a causa di una malattia.. ma anke antonio e claudia morti in seguito a 2 tragici incidenti stradali.. claudia è volata via proprio lo scorso 15 luglio… un caldo giorno d’estate come calda era la sua voglia di vivere.. stroncata a soli 17 anni da un ubriaco ke in preda al suo vizio sfrecciava ad alta velocità in unastrada a senso unico.. ke rabbia mi fa pensare a tutti questi tragici eventi.. ciò ke maggiormente vorrei è dunque farli rivivere tutti questi nostri cari ke ci vengono strappati dalle nostre braccia senza che ce ne rendiamo nenake conto.. un pensiero va da parte mia anke al piccolo francesco paolillo di cui ho sentito proprio oggi la storia in tv nella trasmissione ‘Ricomincio da qui’.. solo un brivido mi attraversa il corpo pensando a queste cose e poi..tanto silenzio.. tante domande.. tanti dubbi.. a cui sxo qualcuno sappia rispondere.. 1 bacio forte forte da napoli xkè adesso sono qui dato ke ci studio..

    Mi piace

  34. …ho perso vittorio, mio adorato unico fratello il 3 di gennaio alle 6 di mattina. ci ha mandato degli sms e, con la moglie, lo abbiamo raggiunto. era strano e… inzuppato di benzina.
    SI E’ DA FUOCO!
    sì, state leggendo bene.
    42 anni ad aprile; un ragazzo pieno di vita che stroncato dai debiti e da questa vita che non sa più come devi essere ha avuto il coraggio di essere per l’ultima volta rabbioso.
    inutile dirvi come sto e come stiamo.
    sono passati due mesi ed ancora non ci riprendiamo. anche se sono sposato e ho (per fortuna!!) due meravigliosi bimbi MI SENTO SOLO …
    quel giorno non sono riuscito a salvarlo e forse lui voleva questo ma non ce l’ha permesso.
    è difficilke trovare pace in questa situazione pur credendo che Ns. Signore permette certi mali soffocandoli con sovrabbondanza di Bene.
    … ma è difficile.
    oggi mia nonna mi ha fatto leggere questo scritto di s.agostino e ho pianto e ho riso, e poi ho pianto ed ancora ho riso.
    solo un santo può scrivere certe verità.
    scusate ma per il momento mi fermo qui, ogni volta che ci penso ritorno più triste che mai.
    ciao a tutti — guido

    Mi piace

  35. tra poco saranno sei anni che il mio papà è volato su in cielo mentre portavo in grembo la sua prima nipotina, ancora adesso cerco una spiegazione a tutto questo…caro papà ti vogliamo tanto bene, anche Gaia adora il suo nonno e da la sù sa che ci segui e proteggi.TI AMIAMO!Leggerò questa bellissima poesia al tuo anniversario spero che porti un pò di conforto anche alla mamma….

    Mi piace

  36. ESSERE SENZA LACRIME PER LA PERDITA DI UN AMORE COSì GRANDE ,COMEQUELLO TRA ME E MIO MARITO NON è FACILE …..E ANDATO NELLA VITA ETERNA PER COLPA DI QUALCUNO CHE NON è STATO ATTENTO MENTRE LO OPERAVANO DI ERNIA AL DISCO ……QUESTA BELLISSIMA POESIA MI DA SOLLIEVO A SAPERLO NELLA LUCE DI DIO

    Mi piace

  37. A dicembre ho perso mia sorella… 47 anni .. un tumore diagnosticato già troppo tardi…. in 20 giorni la diagnosi e la morte!!!! Questa poesia mi è stata consigliata… l’ho scritta nei ricordini….
    Oggi la rileggo….per ridarmi il coraggio! 9 giorni fà mia madre l’ha raggiunta….”non è naturale che un genitore veda la figlia morire…è morta con lei!”… già il dolore mi lacera… in 4 mesi una famiglia si dimezza.. e una vita la mia è tutta da ricostruire…. Che il Signore e loro mi siano vicino!

    Mi piace

  38. Ciao a tutti, ho sedici anni…Il mio papà è volato in cielo 7 mesi fa per un’ improvvisa emorragia cerebrale che ce l’ha portato via in meno di 24 ore. il giorno del suo funerale qualcuno ci ha lasciato questo scritto nella cassetta della posta. Non potete immaginare quale speranza abbia invaso il mio cuore. Sono convinta che il mio papà è vivo ancora, accompagnerà i miei passi per sempre ed io lo amerò per sempre. Ti voglio bene papà…bacio a voi che con le vostre testimonianze mi avete fatto capire che tutti stiamo provando la stessa sofferenza…non sono più sola

    Mi piace

  39. Giorno 1 Agosto 2007 ho perso il mio dolce Papà.. un arresto cardiaco me l’ha portato via…. non passa giorno.. ora.. minuto che il mio cuore pensi a lui..
    L’amavo tantissimo, era una persona dolcissima dedita alla famiglia e poi a mia mamma che amava tantissimo.
    Conoscevo questa poesia, davvero bella.. specialmente questa parte:”Ora l’Amore che mi stringe profondamente a te, è gioia pura senza tramonto”… voglio credere a queste parole.. é vero è un dolore lacerante.. si il tempo aiuta ma nn si dimentica mai.. farà sempre parte di me..
    Sono sicura che ci osservano da lassù.. quindi dobbiamo farci forza e vivere anke per loro che hanno vissuto per noi.. Sarà per sempre nel mio cuore.. Ti Amerò per Sempre Papy la tua Roberta

    Mi piace

  40. Versi bellissimi davvero… io ho perso un mio carissimo amico…quello con cui sono cresciuta…quello che mi capiva con uno sguardo, quello che ti faceva ridere con poco,che ti asciugava le lacrime,che ti abbracciava forte facendoti sentire la persona più sicura di questo mondo… Daniele aveva 19 anni…e un anno fa, un furgone gli ha tagliato la strada mentre era in moto, nn hanno prestato alcun soccorso e lui è rimasto a terra. Due angeli l’hanno fortunatamente avvistato e hanno impedito che altre auto lo investissero.Dopo aver chiamato l’ambulanza, quest’ultima è arrivata dopo 1 ora…Daniele era vivo e parlava…ma è morto… Non riesco ad accettare tutto questo a 17 anni,adesso lui sarebbe ancora qui. Non so come superare questo dolore. E quando vado adesso a casa dei suoi genitori mi sembra di morire… vedere la sua stanza,le sue foto, leggere quelle scritte di diversi anni fa “elisa e Daniele estate 2000”, è una coltellata allo stomaco…sembra che da un momento all’altro esca da un’altra stanza e venga ad abbracciarmi ma non è cosi… Avrei tanto bisogno di raccontargli la mia vita da quel maledetto 29 marzo 2007…lo cerco e non lo trovo…Spero che tutto ciò che si dice sia vero per poterlo riabbracciare…
    e intanto la nostra passione…Vasco…che cantavamo insieme…mi è sempre più difficile ascoltarlo…
    Con tanto amore vi lascio ciò che è scritto dietro alla foto di Dani…il mio Babu…
    “La morte non è niente.Sono soltanto nascosto nella stanza accanto.Io sono sempre io,e tu sei sempre tu.Ciò che eravamo prima l’uno per l’altro,lo siamo ancora.Chiamami col mio vecchio nome,che ti è familiare.Parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.Non cambiare il tono della voce,non assumere un’aria forzata di solennità o di tristezza.Ridi come facevi sempre ai piccoli scherzi che tanto ci piacevano quando eravamo insieme.Prega,sorridi,pensami!…
    Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima,pronuncialo senza enfasi,senza traccia di tristezza.La vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto.E’ la stessa di prima: c’è una continuità che non si spezza. Perchè dovrei essere fuori dalla tua mente solo perchè sono fuori dalla tua vista?
    Ti sto aspettando,solo per un attimo,in un posto qui vicino,proprio dietro l’angolo.VA TUTTO BENE.

    Facciamoci forza,che i nostri angeli sono tutti lì…
    Un bacio Elisa

    Mi piace

  41. Mi dispiace per la vicenda di Vittorio, narrata da suo fratello Guido. E’ triste che nessuno abbia potuto consolarlo e rialzarlo prima che fosse troppo tardi. Se solo avessi potuto pregare con lui e per lui.

    Andrew

    Mi piace

  42. Perchè questa poesia a me nn mi rincuora.io provo tanta rabbia quanto dolore x la perdita di mia mamma morta 4 mesi fa.Mi manca terribilmente,sono cambiata ,è come se una parte di me quella dolce ,solare,altruista che tanto mi faceva assomigliare alla mia mamma,fosse morta con lei.Eppure sono anche io una mamma ,ma in questo caso l’amore dei miei figli nn mi aiuta ad uscire nel guscio in cui mi sono rinchiusa.ti amo mamma sarai sempre nel mio cuore

    Mi piace

  43. Io ho perso mio padre 2 anni fa per un infarto. Aveva 57 anni.. ed era la persona più buona ke io abbia mai conosciuto. Era sempre presente ogni giorno della mia vita, ci amava tantissimo e io ancora oggi non risco a darmi pace. Mi sento cosi sola, eravamo cosi uniti. Le persone che pensavo ci sarebbero state vicine..si sono allontanate e comportate come se ci fosse morto il gatto. Se posso vivere senza mio padre, posso fare a meno di chiunque, ma mi dispiace terribilmente per mia madre perchè con mio padre, ha perso anche la sua famiglia! Le parole di Sant agostino sono per me la speranza..Spero tanto di incontrare mio padre in qualunque forma, in qualunque luogo, in qualunque tempo. . .

    Mi piace

  44. il 24 giugno ho perso mio marito in un incidente stradale…era in sella alla sua moto e ora nn c’è più per colpa di una distrazione di una automobilista che gli ha tagliato la strada…il 10 luglio avremmo fatto 4 anni di matrionio…fabietto…il mio grande amore…colui che ha condiviso con me gioie e dolori…che aveva sempre il sorriso e parole di conforto per tutti.avevamo tanti progetti…amavamo la vita…quella vita che gli è stata tolta a soli 32 anni…e ora per me nulla ha più senso…vorrei poter credere nelle parole di sant’agostino,ma….il dolore è troppo grande.il vuoto è incolmabile…è un incubo senza risveglio.mi manchi amore mio…mi potrai anche guardare d lassù, ma mi uccide nn sentir più la tua voce…le tue mani che mi accarezzano…il tuo sorriso…è tutto così ingiusto e crudele…

    Mi piace

  45. Questa poesia me l’ha data ieri una vecchina al cimitero. Mi ha vista piangere e ha voluto a tutti i costi che la accettassi. Per me queste parole non sono di conforto. Vorrei tanto essere capace di credere anch’io, sarebbe tutto più semplice. Ma io credo solo alla vita di questa terra, e quella di mia mamma purtroppo è finita. Lei adesso non c’è più. Potrei illudermi, credere che lei sia qui accanto a me, che sia semplicemente invisibile. L’unico luogo nel quale la troverò sarà la mia memoria, nella tenerezza indescrivibile del suo ricordo, in tutto quello che lei mi ha insegnato, nell’amore che provo per lei. Io ho 27 anni, e lo so che ci sono persone che persono i genitori prima, anche alla nascita. Ma, egoisticamente, so solo pensare che l’avrei voluta qui ancora per tanto, tanto tempo.
    La mia mamma mi avrebbe detto “se mi ami non piangere”, perché la mia sofferenza sarebbe stata per lei più dolorosa della sua morte stessa.
    Un abbraccio affettuoso a tutti.

    Mi piace

  46. Il mio fidanzato è mancato pochi giorni fa’ in seguito ad un brutto incidente in moto e qualcuno ha lasxiato questa poesia sull’albero… tutti i giorni la leggo e mi da un bricciolo di forza per andare avanti per poi ritrovarlo in una seconda vita inseme agli angeli… dall’alto dei cieli mi protegge e mi guida ma non mi basta io sono qui sulla terra e mi sento vuota… senza di lui non è più la stessa cosa…. gli ho voluto un gran bene e gliene vorrò in eterno! addio mio piccolo angelo!

    Mi piace

  47. Anche mia madre mi avrebbe detto “se mi ami non piangere” ed era molto affezionata alla poesia di S Agostino, ma io non riesco a non farlo e a non pensare che la vita non ha senso senza di lei.

    Mi piace

  48. ciao questa lettera mi è stata data da leggere da una collega quando 5 anni fa ho perso il mio adorato bambino per quella maledetta malattia infettiva chiamata meningite fulminante , un dolore straziante che ogni attmo della mia giornata mi perseguita questa poesia mi da forza e lo messa su una sua foto .sto tanto male non mi do pace perchè credo la sua morte poteva essere evitata se solo in ospedale quel giorno davano ascolto alle mie preghiere . MA DIO Cè. UN BACIO DA ANTONELLA

    Mi piace

  49. mia madre se ne andata il 22 di aprile e a lasciato in me un vuoto profondo, rabbia, e dolore, tanto dolore che mi sembra che il mio cuore esploda da un momento all’altro da come è gonfio di dolore. Oggi pomeriggio una persona cara mi a detto di cercare questa poesia. L’ho letta almeno 10 volte di fila e mi è venuto in mente mia madre che prima di morire mi ha chiesto di togliere la maschera e di mandarla via perchè lei era serena e non aveva paura di morire perchè finalmente avrebbe riabbracciato tutti i sui cari (mio padre, i sui gentori e suo fratello ) io egoisticamente non la volevo nemmeno sentire perchè la volevo con me e speravo sempre che si riprendesse. Ora posso dire mamma ti voglio un mondo di bene noi siamo qui.

    Mi piace

  50. Ho perso mio padre il 4 novembre del 2007. Tumore. Se ne è andato in pochissimo tempo. E poco è il tempo passato: ancora ho vivi i ricordi di questi mesi. Sembrava tutto a posto dopo l’operazione ma non è servita a niente: i dottori non ci hanno saputo spiegare perchè il tumore era passato alle ossa!
    E tutto è durato un anno: era il 2 novembre 2006 quando lo hanno diagnosticato. Oggi è un giorno particolare. E’ un anno da “l’inizio della fine”… Ma come si fa a non piangere? Io ancora non ci riesco. Madri, padri, figli, amici, fidanzati, qui tutti abbiamo scritto di qualcuno… io non riesco ancora a non piangere… mi hanno detto che ci vuole tempo… adesso sento solo un grande vuoto… mio padre era una grande persona.

    Mi piace

  51. mia moglie fiammetta 47 anni � andata in cielo sabato scorso .credetemi nonostante il mio dolore la sua condizione � ora di gioia infinita e di amore verso i suoi cari .sta nella vera vita .biagio

    Mi piace

  52. Ho letto tutte le vostre esperienze… vi dico che sono vicina ad ognuno di voi per ogni vostro dolore. Sono molto commossa!!!Io con l’aiuto del Signore ho superato tanti momenti difficili e sempre grazie a Lui ho accanto delle persone stupende come mio marito Luigi ed il nostro amico don Claudio che giorno dopo giorno mi aiutano a scalare questa vita.Questa poesia ci insegna l’abbandono totale nelle madi di Dio, anche nelle peggiori esperienze. Vi abbraccio!

    Mi piace

  53. il 2 settembre 2008 è venuto a mancare il mio amatissimo papà…se n’è andato senza dare fastidio a mia madre e a me…voi avete espresso tutto quello che sto provando in questo momento….vuoto…tristezza…solitudine…smarrimento.
    Sento ancora i suoi passi leggeri ….la sua voce…le sue risate…e questo mi fa stringere il cuore e spesso senza neanche accorgermene mi ritrovo a singhiozzare….
    A me è stata dato una foto di mio padre e dietro mi hanno scritto una frase che mi ha provocato un nodo alla gola : “NON PIANGETE LA MIA ASSENZA SENTITEMI VICINO E PARLATEMI ANCORA. IO VI AMERO’IN CIELO COME VI HO AMATO IN TERRA”
    lo leggo spesso e sto male ma so che lui vorrebbe questo
    mi manca da morire…tanto tanto

    Mi piace

  54. Non so come sia stato possibile. Ho cercato mio papà su internet perchè speravo potesse contattarmi . Mio papà è mancato il 4/8/2008.
    Ho scritto semplicemente “papà ti cerco” e mi è apparsa questa poesia bellissima. Ho la sensazione che me l’abbia inviata Lui … in qualche modo….

    Mi piace

  55. mi chiamo silvia ho 26 anni un anno fa il mio papà è andato in cielo … gli anno diagnosticato un tumore maligno neanche il tempo di capire, di abituarmi all’idea ;in due mesi è morto! ho sempre sentito la sua presenza e so’ che in qualche stanza del mondo sarà irradiato di luce per illuminare anche il mio cammino. ciao daddy ti voglio bene

    Mi piace

  56. Il mio meraviglioso papà si è spento il primo agosto 2008 e dcon lui si sono spenti i miei sorrisi,il mio carattere allegro.
    Ha sempre amato la sua famiglia,la sua assenza fisica ci uccide,la sua presenza in noi ci accompagna ogni giorno.
    credo nelle prole di questa poesia,pensarlo felice mi rende felice.
    Lo amo tantissimo e lui sà quanto è difficile vivere ora senza la sua guida,senza di lui….non ci sono parole…Papà mi manchi….

    Mi piace

  57. CIAO A TUTTI….IO SN DENISE D LIVORNO HO 15 ANNI…ASCOLTATE 10 ANNI FA HO PERSO MIO FRATELLO IN UN INCIDENTE STRADALE AVEVA SOLAMENTE 17 ANNI…M MANKA TANTISSIMO IN QUESTO MOMENTO STO MALISSIMO XK GIORNO DOPO GIORNO MI AKKORGO SEMPRE PIU DELLA SUA MANKANZA…AVERLO PERSO E’ STATA LA KOSA PIU’ BRUTTA DELLA VITA MIA E DEI MIEI GENITORI…RINGRAZIO I MIEI AMICI KE M STANNO VICINO….GRAZIE GRUPPINO SORGENTI….GRZ AMORE NOI 8 AGOSTO 2008 DENISE&MAIKOL…
    PS:
    TATO…M MANKIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII….DANIELE 15 GENNAIO 1999 T HANNO PORTATO VIA DA ME E QST M DISTRUGGE…-DENISE-

    Mi piace

  58. Anch’io ho perso il 1° agosto 2007 il mio adorato papà.
    Aveva compiuto da poco 80 anni, ma per me era ancora un giovanissimo compagno. Mi è sempre stato vicino nella mia vita, anche quando sbagliavo sapevo che lui c’era per guidarmi nel giusto modo. Mi manca da morire, ha sofferto negli ultimi 4 anni della sua vita e gli ultimi giorni di ospedale li ho passati tutti con lui.Vorrei poterlo abbracciare ancora una volta…e allora nel momento triste leggo questa poesia.Mi aiuta.
    E quando a qualche conoscente succede qualcosa di poco felice ne stampo una copia e la regalo. Spero che anche loro trovino conforto in queste parole. Un abbraccio a tutti Milena

    Mi piace

  59. 06/10/2008 angelas
    oggi mi sento particolarmente triste…il 27 marzo 08 per uno scambio di persona anno ucciso a pistolettate mio nipote di 20 anni oggi suo fratello ha compiuto 19 anni e lo kiamat x fare gli auguri(si fa x dire)e guardando un po nel comp.di poesie ho trovao questa di S.AGOSTINO credetemi ho avuto una stretta al cuore!!!ho tanta rabbia e dolore….sento ke una famiglia si disrugge…e ke i colevoli nn pagano xke il signore le dovrebbe fare pagare i peccati alle persone indegne ma vedo ke nn lo fa….nn riesco a pensare un ragazzo dolce e tranquillo come lui ke abbia fatto qst fine!!!!qnd si muore x malattia un po ci si rassegna xke e colpa della natura qnd si muore x incidente stradale si pensa ke sia stato il destino ma quand ti uccdono solo xke ti trovi fuori di casa a fare 2 kiakkiere nn ti puoi rassegnare…..ha lasciato qua a soffrire 3fratelli di qui 2 anno visto ttt i genitori e la sua amata simona…ciao dolce angela proteggi e prega x la tua famiglia….un’abbraccio la zia

    Mi piace

  60. Il 29 settembre è morta la mia mamma a 66 anni, così all’improvviso, verso le 6,30 del mattino il mio papà che è molto più anziano di lei, l’ha trovata nel letto senza vita. Ha cominciato a chiamarla a cercare si svegliarla, ma inutilmente, quando sono entrata in camera e l’ho vista ho capito subito che non si sarebbe più svegliata e mi è caduto il mondo addosso. Anche se ho 35 anni da quando non c’è più mi sento così sola, vorrei sognarla, vorrei rivederla almeno in sogno. E’ un dolore fortissimo e leggere questo brano di Sant’ Agostino mi ha regalato un po’ di sollievo.

    Mi piace

  61. Come voi anch,io ho perso mia madre da poco il 17 settembre dopo 55giorni di malattia causa tumore diagnosticaro troppo tardi,la mia vita sempre essersi fermata ho lòetto questa poesia ma forse perchè ancora è troppo presto ma non riesco a credere.

    Mi piace

  62. Nel momento in cui le parole servono di meno…quando anche un soffio di vento turba quel silenzio che hai cercato per affrontare il dolore…anche in quel momento queste parole mi hanno scosso, dando un senso non al dolore,ma all’amore per una persona che non puoi più abbracciare. Mio cugino, volato via per una frattura alla gamba. Tanto incredibile e assurdo morire così, quanto struggente il dolore che ti avvolge anima e corpo. Mi manca! Ho difficoltà a parlarne senza piangere e ora che sto scrivendo a persone che hanno provato quello che provo io faccio fatica a trattenermi. C’è un istante della giornata in cui non pensate? C’è un attimo in cui non vi chiedete perchè? Potrà mai esserci un secondo in cui non vi sentiate soli, perchè quello non doveva succedere?Giuseppe, mi manchi! Mi manca saper che stai bene! Mi manca sapere delle tue gare in moto! MI manca vedere zia agitata al sapere che nel fine settimana saresti tornato a casa!
    Si, vorrei conoscere il mistero immenso del cielo dove ora vivi, vorrei vedere e sentire quello che tu vedi e senti in quegli orizzonti senza fine,
    e in quella luce che tutto penetra… Avrei bisogno che tu sapessi che ti voglio bene!

    Mi piace

  63. La vita più importante della morte, a volte, in certe circostanze anomale della vita si tende a chiudere con il passato.
    Leggendo questa poesia, e nello specifico “Se mi Ami non Piangere” che ho riacquistato fiducia in me stessa. Pensando alla vita e non alla morte. Il destino non era segnato, ma molto ha inciso la positività in me stessa, nel vedere a mio modo, ed interpretare la vita, come un fiore che stà per sbocciare! E’ stato, ed è meraviglioso affidarsi a letture simili, che non fanno altro che farti riflettere, quando sei importante in questa terra, nonostante chi vi parli, sia stato pizzicato due volte dal Cancro. Nella tristezza interiore nella mia fragilità, si cerca conforto, e questa Poesia me lo ha dato, mi ha resa una combattente.
    Grazie.

    Mi piace

  64. il 30 aprile di quest’anno mamma mi ha lasciata dopo nove anni di sofferenza, di infermità fisica e senza poter parlare,ma capiva tutto; l’ho accudita’ curata e amata come meglio ho potuto, le ho dato 9 anni della mia vita per farla sentire ancora viva nonostante il suo stato, e se tornassi indietro rifarei tutto pur di renderla felice. “Se mi ami non piangere” è sicuramente quello che avrebbe detto mamma se avesse potuto parlare e sulla tomba accanto al suo meraviglioso viso ho fatto scrivere proprio questa frase, mi aiuta a credere che sia proprio vero che se l’amo veramente non dovrei più piangere perchè sicuramente lei si trova in un posto meraviglioso e più bello di questa terra peina di dolore e lacrime. Ciao mamma, ti amo

    Mi piace

  65. conoscevo già qualche passo di questa splendida poesia,ma leggerla integralmente mi ha commossa….da meno di un mese ho perso la mia splendida mamma, per me punto fondamentale della mia esistenza…non riesco ancora ad accettare,un tumore improvviso l’ha colta senza farci rendere conto della gravità…è stato tutto brevissimo…ed io mi sono sempre comportata con lei come se non fosse “malata”,non so se davvero esiste quel magnifico mondo,ma voglio crederci,perchè non riuscirei a vivere altrimenti…sono felice che almeno mi abbia visto laureata col massimo dei voti…e vorrei tanto che mi continuasse a guidare e sostenere dovunque sia…io ho da poco compiuto 27 anni, mi auguro di avere la forza per andare avanti e per aiutare mio padre e mio fratello!

    Mi piace

  66. il 18.09.2008 ho perso mio nipote,un ragazzo anzi un uomo di 28 anni bello come il sole “occhi di cielo” ci ha abbandonati non si è curato del nostro amore, non ha capito quando era importante per tutti noi,soprattutto per i suoi genitori, figlio unico circondato dal bene,ma non ha pensato a nessuno di noi,forse soltando alla sua pseudo amata,che non ha avuto neanche il coraggio di dargli l’ultimo saluto.Iddio ci ha messo alla prova o forse ci ha puniti non sappiamo, l’unica certezza è che non abbiamo più il nostro bellissimo occhi di cielo, sono in tanti a volerti bene,un bacio

    Mi piace

  67. ci manchi tanto, mi mancano le telefonate che qualche volta mi facevi, mi manca que tuo modo di essere gentile,avevi sempre un grazie tra le labbra,quel tuo modo di essere generoso, anche se il 18 settembre sei stato molto egoista non hai pensato a nessuno di quanti ti volevano bene veramente,un bacio

    Mi piace

  68. sento dell’onore quando leggo che qualcuno rimane colpito dalle profonde parole che sa dare il meglio dell’anima e tramutare il male in bene

    Mi piace

  69. Anche io ho perso mamma, ormai 3 anni e mezzo fa. Un male bastardo che l’ha fatta soffrire terribilmente per 2 lunghi anni…E 5 anni fa ho perso il mio primo bimbo…Questa splendida poesia me la donò un collega di mio marito, quando Pietro morì..Mi ha aiutato molto, mi da speranza, sollievo dal dolore e prego tanto che tutto ciò che dice sia realmente vero…

    Mi piace

  70. tutte qst poesie m hanno fatto piangere…m unisco al vostro dolore,anke se io i miei genitori lì ho ancora qui cn me,x fortuna…m dispiace tanto…

    Mi piace

  71. Mercoledì scorso ho perso il mio grande amore. Ho trascorso con lui solo 5 mesi, ma così pieni di amore e dolcezza. A 47 anni avevo trovato l’uomo che desideravo da sempre. E non riesco ancora a capire perché mi è stato portato via così presto, volevo trascorrerci tutto il resto della mia via vita. Ciao, dolce Giò, questa preghiera mi aiuta tanto a sperare che tu stia bene e di rincontrarti. Ciao amore.

    Mi piace

  72. Vorrei sapere xk la vita è così ingiusta…ce ki vorrebbe uccidere le persone x qlks ke fanno di giusto x noi e invece alcune persone muoiono senxa un xk…ttt vorremmo ke la vita sarebbe infinita x stare insieme x sempre chi sà se nell aldilà seremmo ancora insieme a parlare…in questi casi vorrei essere un vampiro x essere sempre qui a vivere il presente e il futuro…Macarina

    Mi piace

  73. Ho perso mio marito tre anni fa a soli 40 anni, con un tumore, la prima volta che ho letto questa poesia mi è stata data da mia sorella, io ero attaccata alla sua mano nella bara,appena ho letto questo scritto ho avuto un momento di rabbia.Come poteva chiedermi di non piangere dopo tutta la vita passata insieme ( si io e mio marito ci conosciamo da quando siamo nati, ho solo un anno più di lui) è stato e sarà il mio unico amore.Non l’ho messa da parte l’ho appoggiata sul suo corpo e nella notte l’ho riletta.Mi manchi tanto Mimmo, è dura andare avanti senza di te ma io continuo a parlarti sempre e così anche i ns.bambini,lo sai passo tanto tempo nella cappella a pregare e parlarti, ieri ho visto Nino (ns.figlio) uscire dal cimitero e asciugarsi gli occhi cosi mi sono ricordata della preghiera e oggi l’ho appesa alla tua lapide. Spero che quando la leggerà possa capire e gli sia di aiuto. Nei miei momenti di disperazione penso sempre che un giorno ci rivedremo e staremo sempre insieme. Ora ti chiedo solo ” Sii il ns.angelo Custode “. Ti Amo.

    Mi piace

  74. Ciao a tutti, sono entrata in questo blog per caso e leggere di tutti questi dolori mi ha commosso tanto. Anche io il 20 ottobre 2007 ho perso in un incidente stradale con la moto, Michele il mio unico figlio maschio. Lui aveva solo 24 anni, era un ragazzo solare che amava tanto la sua ragazza, gli amici e lo sport (era agonista nel nuoto, pallanuotista). Perderlo nel giro di un’ora è stato terribile e non so come non sono impazzita: l’acquisizione della Fede e la mia famiglia mi stanno aiutando tanto. Questa preghiera di Sant’Agostino mi piace talmente tanto che l’ho scelta per la pagellina della mia mamma, morta il 23 u.s. a 84 anni; io credo fermamente che sia cosi’: i nostri cari andati in Cielo sono nella Vera Vita e soffrono tanto se ci vedono piangere per loro, dobbiamo cercare invece di pregare e avere fede e speranza in Dio.

    Mi piace

  75. è proprio vero nulla avviene per caso….. mi chiamo paola e ho 32 anni, due mesi fà ho perso il mio BABBO… lui mi adorava e io altrettanto, in piena notte un infarto l’ha portato via… ho sofferto molto ma ora mi sento più serena perchè sento veramente che mi è accanto. questa sera prima di venire a dormire ho pregato davanti alla sua foto l’ho stretta forte a me e gli ho dato la buonanotte, poi sono salita e per caso ho acceso il computer e inserendo la parola chiave “preghiera” ho trovato questa bellisima preghiera di s.Agostino….. mentre la leggevo mi sembrava di sentirlo parlare…. ……….Babbo, sono sicura che eri tu che mi parlavi….grazie per le tue parole, ti voglio bene proteggimi, non mi abbandonare……

    Mi piace

  76. la mia piccola la mia amatissima mami mi ha lasciata il 10 febbraio scorso…è stato bello vivere con lei e volerle tanto bene per tutti questi anni…è stato bello starle vicino fino al misterioso momento in cui lei ha aperto quella porta e se n’è andata…mi manca tanto e per attutire il dolore ho questa speranza ..che lei mi sia vicina e che possa rivederla e che si ricordi di me…un abbraccio affettuoso a voi tutti roxi

    Mi piace

  77. Ho perso anch’io, il bene più prezioso che la vita mi avesse concesso. La mia unica figlia di 23 anni che in una notte fredda e buia, si è schiantata contro un muro, a bordo della sua auto. Prima di lei, il mio caro papà, per un tumore. Tre anni dopo mia figlia, anche il mio amato fratello di 42 anni, mi ha lasciata per lo stesso motivo.
    La consapevolezza di una rinascita dopo la morte, mi sostiene e mi sprona ad andare avanti. Nei momenti più bui, il Signore è sempre solerte nel sorreggermi.
    Vi abbraccio tutti. Alba

    Mi piace

  78. La mia adorata mamma mi ha lasciato il 04 marzo di quest’anno, sono profondamente addolorata e triste nell’anima perche’ non riesco a prendere coscienza di questa grande perdita. Questa poesia mi aiuta a
    credere che lei finalmente sia in pace e che mi sorvegli dai cieli…spero di farcela con il tempo…solo il tempo mi sara’ amico.
    Grazie a tutti voi che lasciate qui un vostro messaggio , la sera prima di addormentarmi leggo le vostre dediche e prego per la mia mammina .
    Laura

    Mi piace

  79. un mese fa ero ad un funerale del papà di una mia cara amica e una ragazza della platea ha letto le parole di sant’agostino che mi hanno folgorato per la bellezza e la profondità. Ho pensato sempre a queste parole e non capisco come mai non le avessi mai sentite prima. Mi avrebbero confortato in tutti questi anni che ho pianto la morte di mia madre che è scomparsa quando avevo solo 9 anni. Ma come avete già detto nulla è per caso. Hanno cambiato il modo di approcciarmi al pensiero di mia madre. Grande sant’agostino e Grande il Signore che per il suo tramite ci ha lasciato questa bellissima verità

    Mi piace

  80. Sono pienamente d’accordo… Due mesi fa, mio figlio di 17 anni è stato travolto e ucciso sul colpo da un automobilista ubriaco. Lui era sul suo scooter.
    Quando il cuore di mio figlio ha cessato di battere, anche il mio si è spento…continua a pompare ma è come se fossi in coma: non ho più interessi, non ho più emozioni, non ho più stimoli….tutte le sere quando vado a letto prego Dio che non mi faccia più risvegliare.
    Se fossi sicura di rivedere il mio bambino avrei il coraggio di farla finita, ma credo poco in una vita eterna e quindi sono costretta a rimanere in questa….

    Mi piace

  81. Anche io ho perso la mia mamma lamia dolcissima mamma.. e dopo un anno anche il mio papà… troppo presto… non avevo ancora elaboarato il lutto di mia madre non ero pronta ancora a vedere di nuovo soffrire.. perchè tutti e due hanno sofferto .. ed io aspettare senza poter fare nulla.. aspettare la morte… sono andata da uno psicologo… da sola non riuscivo a fare ne la mamma nè la moglie… oggi il dolore è sempre forte… ma riesco ad aiutare la mia famiglia… ma è difficile andare avanti.. cresci in fretta si matura si diventa grandi… troppo velocemente.. anna maria

    Mi piace

  82. Ho perso il mio dolcissimo papà poco più di due mesi fa ed è solo con l’aiuto della Fede che va un pò meglio…! Questa sera ho ascoltato la Messa per la Madonna delle Grazie e una grazia l’ho ricevuta subito leggendo questa sera una fantastica preghiera “se mi ami non piangere”. Ero già certa dell’esistenza della vera Vita, ma questa preghiera arricchisce ulteriormente la mia Fede e la mia speranza di rivederti quanto prima mio carissimo papà. Ti adoro come sempre e ti bacio.

    Mi piace

  83. Scrivo queste poche parole x quei genitori che come me hanno perso un figlio. Il dolore è immenso, non paragonabile a nessun altro dolore; questo dolore però non deve diventare mai disperato. Otteniamo questo riuscendo solo a capire che esiste l’ ANIMA e DIO. Dobbiamo far parlare la nostra anima con quella dei nostri figli. Solo la preghiera a Dio può permettere questo, spariranno così tutti quei pensieri “strani” dalla nostra mente. Il tempo passa veloce e trascorrendo questa nostra vita in nome di DIO fra un ” battito di ciglio” vedremo i nostri figli.
    La poesia è una verità scritta da DIO x mano di S.Agostino.

    Mi piace

  84. C’era una volta una bimba di 4 anni di nome luana… Una bimba stupenda… Un giorno mentre lei in grembo alla sua mamma leggevano una favola sul balcone… arrivò il lupo cattivo…(il papà di luana) e bum… Luana vide una pozza di sangue… La sua mamma era diventata un’angelo… Mentre si gira vede il padre che gli punta il fucile a dosso x uccidere pure lei… Ma riesce a scappare… Ora quella bimba ha 18 anni e ogni volta che si guarda allo specchio non vede altro che un’ombra… Ogni volta che ne parla nei suoi occhi si vede il terrore… Luana è la mia migliore amica, siamo quasi sorelle… Queste parole io le dedicò a lei che è la mia vita…

    Mi piace

  85. A giugno a soli 22 mesi mio nipotino Matteo è volato in cielo. Il mio conforto è la FEDE e saperlo fra gl’angeli. Mentre leggevo la preghiera di sant’Agostino mi ha colpito tanto NON PIANGERE. sono certa che Matteuccio non vuole vederci tristi, ma ci manchi tantissimo e il dolore è immenso per me che sono la zia, figuriamoci per mamma e papà. Matteo ti raccomando, ora che sei un angioletto prega tu per noi il Signore Dio nostro

    Mi piace

  86. Toccante, davvero, non riesco a smettere di rileggerla, e vibrare ad ogni parola.

    Qualcuno sa dirmi dove posso trovare il testo latino?

    Mi piace

  87. lego e rileggo del vostro dolore…il mio dolore…per chi come me ne ha viste troppe…una di fila all’altra senza tregua….mio zio (che epr me era un nonno e un padre) zie zii cugini…anche molto giovani…mio padre….che se nè andato tra le mie braccia con il più bello dei sorrisi….per me…ragazza all’epoca ancora 26 anni….poi i miei migliroi amici…l’uno stroncato giovanissimo dalla malattia…l’altro giovanissimo…da un incidente stradale….

    tutto insieme…troppo in fretta…troppo.

    ho visto le ombre, il terrore. e ho provato rabbia, ira mischiati al dolore…..alla cattiveria, all’egoismo….alle colpe….da attribuire a qualcuno…

    prima di rendermi conto che DIO NON è COLPEVOLE. nella vita c’è il bene e il male, avvolte ce ne dimentichiamo. diamo la colpa a Dio…ma Dio ama i suoi figli….non è lui…che fa del male…il male lo fa l’uomo…DIO CI HA CONCESSO IL LIBERO ARBITRIO….sta a noi dcidere cosa farne…

    le persone che ho perso….mio padre gli amici gli zii e i cugini…li porto nel cuore, nei ricordi…con me…
    e cerco di sorridere…di andare avanti….e ringrazio il signore per quanto mi ha dato…e per ogni singolo giorno che ancora mi concede…e per le persone meravigliose che ho incontrato fino ai miei 27 anni….

    il dolore non passa…non passerà mai….sarà sempre forte…ma piano piano si va avanti…

    io o fede. ho fede che un giorno incontrerò tutte le persone che ho amato…che mi stanno aspettando…E QUANDO SARà LA MIA ORA….io sarò pronta….pronta per riabbracciarle…QUANDO SARà LA MIA ORA….e solo Dio lo sa…a me non è dato di saperlo…

    e cerco di non piangere…e sorrido…e forse fingo con me stessa più di quanto sia pensabile..
    talvolte non so nemmeno dove inizia la relatà e dove finisce….

    ma una cosa so….BISOGNA AVERE FEDE E TROVARE LA FORZA DI ANDARE AVANTI….io cerco di farlo tutti i giorni….

    per me…per le persone che amo….per dare il buon esempio…e per le persone che mia amano…

    cè sempre speranza….
    e la speranza nemmeno la morte la toglie….
    la speranza…è una cosa bellissima..
    e non è vero che i morti non hanno voce….loro trovano il modo di parlare con noi…tramite i sogni.

    se pregate…se avete fede….potrà succedere che loro vi vengano a trovare….magari solo per dirvi ciao…

    ma dovete avere fede….per sapere che quello non è un sogno…
    è solo un pizzico pezzetto di una vita lontana…che solo in sogno possiamo vedere…

    un piccolo pezzetto di vita…che ho visto…dove so CHE TUTTO è PACE E AMORE…E LORO SONO FELICI E SERENI…
    e non voglino che piangiamo per loro.

    e è difficile.

    ma io cerco di essere forte.

    e….ogni giorno ci provo…provo a sorridere.

    E VIVO, AMO, SORRIDO….SORRIDO E AMO OGNI GIORNO…E VIVO…OGNI ATTIMO….DANDO IL MEGLIO DI ME.

    perchè loro possano sentirsi orgogliosa di me…
    perchè possa mostrere il buon esempio…

    e perchè….io stessa….sono una che se ne doveva andare….e invece…sono qui perchè il signore mi ha salvata. il signore….mi ha dato la possibilità di vivere….ancora.

    e per ogni giorno…ringrazio.

    per ciò che ho avuto…
    che ho perso…
    ringrazio.

    PERCHè HO AVUTO TANTO.
    TANTO DAVVERO. SONO STATA AMATA. E L’UNICO REGALO CHE POSSO FARE….SI CHIAMA AMORE… :)) :))

    AMO DIO…
    AMO IL SIGNORE…
    E TUTTE LE PERSONE CHE SE NE SONO ANDATE…
    E QUELLE CHE POSSO AVERE ANCORA QUI CON ME…

    E AMO LA VITA…
    E AMO L’ALLEGRIA…

    il dolore mi ha insegnato che ci SI DEVE RIALZARE….si DEVE TROVARE LA FORZA….e io…ci provo tutti i giorni. :)) :))

    perchè si va avanti….
    e bisogna farlo….con amore….e gioa….tutti i giorni; specialmente quando attorno a noi e in noi è ombra….e…quando….tutto sembra oscuro….è Lì CHE NON BISOGNA MOLLARE. IL SIGNORE CI TIENE CON SE. E CI è VICINO, E CI PROTEGGE, E CI TIENE CON LUI….ASSIEME A TUTTE LE PERSONE CHE AMIAMO E CHE CI HANNO AMATO…!!

    un saluto a tutti.
    non mollate.
    andate avanti.
    caciate il rancore e l’odio.
    fate entrare l’amore…e l’amore vi sosterà e vi guiderà…!!

    e piano piano….ci si convive….anche con il dolore….e si va avanti…..!!

    gloria.

    Mi piace

  88. Le prime frasi di S. Agostino, le ho fatte scrivere dietro la foto ricordo di mia figlia. Ci ha lasciati a causa di un incidente stradale, quasi nove anni orsono (non dico MAI che è “morta”. Aveva 23 anni ed era la mia unica figlia. E’ un dolore indescrivibile ed inconsolabile, nonostante io creda fermamente, che la vita vera, è quella eterna. Sono parole dolcissime, che infondono speranza e consolazione e spero che aprano il cuore, di quanti pensano che “questa è la vita….oltre, non c’è niente”. Invito a meditare e a credere nella resurrezione. Un bacio a tutti.

    Mi piace

  89. Il 10 ott.2008,
    postai un commento, che tutto c’entrava fuorchè con la morte. Forse metaforicamente, era un grido, che vicina vi ero andata!
    Come per tutte le cose che ci calzano a pennello, mi è tornata in questi giorni…di supporto la poesia di S. Agostino, dopo aver perso tre cari in 5 m.
    Mi sono sempre paragonata ad una colonna di un ponte, e non devevo cadere, far pesare i miei problemi, ma essere di supporto.
    Questo canto, riesce nell’intento.
    Gina.

    Mi piace

  90. per voi tutti che come me faticate a consolarvi della perdita di una persona cara…poche parole trovate su internet…”…ricordateli nei momenti in cui erano sereni nella certezza che li ritroverete, perchè “il legame creato dall’amore è un legame che non si spezza mai e che, nelle future esistenze, conduce chi si ama a ritrovarsi in amore”…poche parole che mi confortano molto tratte da un libro “è ancora con te” di federico cellina…un abbraccio a tutti roxi

    Mi piace

  91. Sono d’acordo, Roxi. Il legame creato dall’amore, non può spezzarsi. Anzi, si rafforza in quanto la lontananza, consolida l’amore vero. Io, prima di perdere la mia unica figlia, avevo visto morire il mio papà, per un tumore. Poco dopo mia figlia, anche il mio caro fratello di 42 anni, ci ha lasciati, a causa di un cancro al fegato (Dio, quanto ha sofferto!). Ho versato così tante lacrime, che ora i miei occhi piangono, pur restando asciutti. Stò male ma sò, che Li ritroverò…. la mia fede è la mia ancora di salvezza. Dio, è la nostra unica ragione di vita.
    Stringo nel cuore, tutti coloro che soffrono. Alba

    Mi piace

  92. Ho perso la mia amatissima mamma, di 67 anni il mio amore più grande, il primo settembre, per un male incurabile. Vedere tanta sofferenza segna l’esistenza, scava dentro l’anima e lascia segni indelebili. La sua gioia, il suo umorismo e la sua allegria mi mancheranno sempre. Mi manca poterla toccare e sentire il suo “profumo di mamma”, amore unico e insostiutibile…la preghiera di sant’agostino mi dà speranza: forse tutta questa sofferenza ha un senso…forse.
    Ti amo mamma, da sempre e per sempre.
    Tua figlia

    Mi piace

  93. Cara Roberta, percepisco il tuo dolore. Non ho ancora perso la mia mamma, anche se è anziana, ma ho visto morire il mio papà per un cancro ai polmoni e il mio carissimo fratello, per lo stesso male al fegato. Aveva 42 anni ed era per me, come un figlio, in quanto l’ho praticamente cresciuto essendo io, di dieci anni più grande. Ma il dolore più grande, me l’ha lasciato la mia unica figlia di 23 anni, perdendo la vita in un incidente stradale. Era la mia unica gioia e speranza. Ora, non mi rimane niente…neanche più i sogni. Ha portato via tutto, lei. Credo però, nella resurrezione dell’anima, grazie alla mia fede ed all’Amore che nutro per il Signore. E’ Lui, la mia forza, la mia speranza, la fonte dei miei sogni. Sogni non più terreni, ma orientati verso la vita eterna che tutti, prima o poi, conosceremo. Questa, è l’unica certezza che abbiamo, in questa valle di dolore.
    Ti abbraccio e sii certa che la tua mamma, non ti ha abbandonata. Lei, ti tiene sempre per mano… anche se tu, non puoi vederla.
    “E’ solo dall’altra parte della strada”
    Ciao. Alba

    Mi piace

  94. Alba…non ho parole, mi dispiace immensamente per te: la vita non ti ha risparmiato davvero nulla. Devi essere fiera di te, perchè nonostante tutto, hai una forza incredibile, supportata, ne sono certa, dalla incredibile fede che ti sostiene. Mi piacerebbe avere la tua forza; io credo in qualcosa di superiore, anche se non riesco a dare un volto e un nome…per il momento ho soprattutto tanta speranza che prima o poi ci sarà tutto chiaro. Lo spero tanto anche per te, davvero.
    Grazie per le belle parole su mia mamma, mi piace pensare che sia sempre con me, io la sento sempre così vicina!
    Con immenso affetto.
    Roberta

    Mi piace

  95. MI si riempe il cuore di gioia leggendo questa poesia.La descrizione del luogo ,della casa che mi auguro mi ospitera’ ,domani,e’ meravigliosa.Nei miei momenti di sconforto e solitudine ho sempre pensato ad una casa dove l’amore dei nostri cari ti circonda e dove ti senti finalmente nel posto giusto.assorbiti in pieno all’incanto di DIO.Questa si che e’ VITA!

    Mi piace

  96. Ciao, mia cara amica.
    Dici bene….la vita non mi ha risparmiato niente. Una mamma non dovrebbe mai vedere il proprio figlio morire. Quel 17 gennaio, l’ho lasciata accanto al camino a studiare (preparava un esame di giurisprudenza), e sono andata a letto. Ma poco più tardi, il suo ragazzo è venuto a casa. Pare abbiano litigato (lui stesso, lo ha confessato). Lei ha preso la macchina e l’ha inseguito. Correva… ed un muro, l’ha fermata……per sempre!
    L’ho vista sul ciglio della strada, coperta da un lenzuolo bianco. C’erano i vigili del fuoco, ambulanze, carabinieri, protezione civile……. Non me l’hanno fatta più vedere…..la sua bellissima testa bruna, non c’era più. Come potrei dimenticare? Tutto è inciso nella mia mente. Tutto è davanti ai miei occhi.
    Sopravvivo, perché un giorno, non saprei dire quando, ho incontrato Gesù e l’ho amato più della mia stessa vita. Ora, aspetto che Lui mi chiami. Quello, sarà il più bel giorno della mia vita.
    Lo incontro ogni tanto, nelle mie notti. E’ bello e mi sorride. La luce che emana, non è uguale a nessun’altra e quanta pace, infonde nel cuore!
    Certo, ho ancora tante ricadute, ma Lui, mi tende sempre la Sua mano per rialzarmi. Credi, cara, CREDI!
    Dio, ci toglie i nostri tesori (capiremo poi, perché), ma sa anche ungere le nostre ferite con il Suo Amore. Una mamma, ti stringe forte.

    Mi piace

  97. Ho perso mio marito il 5 settembre stroncato dall’aggravarsi di una malattiacon cui avevamo cercato di c onvivere e lottare per 8 lunghi anni…..alla fine io credevo che lui fosse diventato immortale…..ma non è andata così…..il dolore è stato immenso. La sera prima del funerale una mia amica mi ha inviato tramite @ questa bellissima poesia e l’altra di Sant’Agostino….. La morte non è niente……Mi hanno dato forza e le tengo sempre con me…..valeria

    Mi piace

  98. IL MIO FUTURO MARITO HA 26 ANNI A AVUTO UN GRAVE INCIDENTE DI MACHINA E ADESSO NON CAMINA HA LA COLONA ROTTA E IL MIDOLLO PIU NEL TEMPO MENTRE LI FACEVA I ANALISI GENERALI HANNO TROVATO CHE LUI HA LEUCEMIA E CHE NON HA PIU POSSIBBILITA DI GUARIRE FORE LI SONO RIMASTI GIORNI MESI PER VIVERE PIANGO GIORNO E NOTTE MA SO CHE Mentre lui vivera nella serena ed esaltante attesa del mio arrivo vicino a lui

    Mi piace

  99. Qualche anno fa ho perso la mia adorata cugina, eravamo unite come sorelle. Qnando sono andata a far fare la pagellina in suo ricordo ho scelto proprio quella con la poesia di sant’Agostino che allora non conoscevo ma, che mi colpì all’istante perchè rappresenta quello che c’è nell’anima di chi perde un affetto così grande!

    Mi piace

  100. Mia figlia me la portata via la fibrosi cistica a 23 anni, ha lottato tanto per vivere, amava la vita e aveva tanrissimi progetti.Mi ha insegnato tante cose e mi ha lasciato un eredità incomprabile …tutto l’amore che ha donato a ha chi l’ha conosciuta. Io la amo Lei è qui con me nel mio cuore e anche se mi manca la sua presenza fisica so che vivra’ con me fino alla fine del mio viaggio.
    C’è la mettero’ tutta per avere il suo coraggio, amare la vita come la amava Lei , sara’ la mia luce nei momenti bui . Tesoro mio sono fiera di TE , e ringrazio il Signore di avermi dato due figli speciali.

    Mi piace

  101. Cara Alba, sei una bellissima persona, tua figlia sarà fiera della tua energia e della tua fede: ogni tuo sorriso sarà un suo sorriso.
    Ricambio il tuo abbraccio con immenso e sincero affetto incondizionato, come una figlia farebbe con sua mamma.
    Roberta

    Mi piace

  102. Claudia, ti capisco perfettamente, la mia mamma se ne è andata per lo stesso male due mesi fa… e nonostante abbiamo vissuto sempre insieme e condiviso la vita intera, gli unici momenti che purtroppo mi vengono sempre alla memoria sono gli ultimi: rivivo ogni parola, ogni attimo di sofferenza. Eppure se mi soffermo solo un secondo in più, ho davvero tanto di bello da ricordare…tutto l’infinito amore, le risate, una vita intera durante la quale non riesco a ricordare un momento in cui lei non sia stata lì per me. Qualcuno mi ha detto di non disperare per averla persa, ma di ringraziare di averla avuta. E neanche io, Claudia, riesco a non piangere: posso solo sperare che prima o poi, capiremo e sapremo accettare la motivazione di tanta sofferenza.
    Con affetto.
    Roberta

    Mi piace

  103. Anche lei, Enrica, sarebbe fiera di te e della tua forza.
    Sono commossa e stupita della bellezza che può scaturire dall’animo delle persone colpite da una realtà così dura, davvero!
    Ti abbraccio.

    Mi piace

  104. Ciao, cara Roberta.

    Mi piace come scrivi. Le tue parole sono intrise d’amore e inconsapevolmente anche tu, ami Dio.
    Sai cara, siamo troppo umani, per capire il Suo Disegno Divino, ma certo, quando ci sottrae i nostri affetti più cari, Lui non lo fa, con l’intento di farci soffrire. Ci chiede fede e fiducia, nel Suo operato. Magari, ha soltanto voluto risparmiare Loro, qualcosa di più brutto e Li ha accolti nel Suo Paradiso, per donargli la vita eterna……chissà….
    Non credere che io non soffra come tutti. Sono una persona come tante….piango, prego, sorrido. E tutte queste cose, le compio insieme a Lei, la mia stella…..
    Fallo anche tu, con la tua mamma. Non escluderla dalle tue gioie, dai tuoi crucci, dai tuoi dolori. Lei, saprà aiutarti e ti farà sentire che è ancora lì, vicino a te.

    Ancora una volta, una mamma ti stringe forte nel cuore.

    Mi piace

  105. Anch’io ho perso da poco il mio papà. Ho sentito il suo cuore battere fino all’ultimo respiro e prima di darsi a Dio come ricordo mi ha donato l’ultimo bacio. Papà sarai per sempre nel mio cuore.Stammi vicino da lassù. Ti vorrò per tutta la vita un ‘infinita di bene.

    Mi piace

  106. ho perso il mio fidanzato 2 mesi fa a causa di un arresto cardiaco.. è stata una cosa bruttissima, così all’improvviso.. a soli 19 anni ho capito tante cose.. ho visto come la vita ti può cambiare in un solo istante.. ero sotto casa sua ad aspettarlo.. lui si stava vestendo.. e all’improvviso la fine.. non ho potuto neanche dirgli addio, non ho potuto dargli l’ultimo abbraccio, l’ultimo bacio, dirgli x l’ultima volta “ti amo”.. niente di niente.. ora non so cosa relamente ci sia dopo la morte, se lui adesso può ancora vedermi e sentirmi, ma non riesco a spiegarmi xkè Dio me l’ha strappato così a soli 26 anni.. ho tante domande, tanti dubbi a cui nessuno può rispondere su questa vita terrena.. ogni giorno senza lui mi sembra sempre + brutto, sempre + difficile.. dopo 4 anni insieme, nn riesco a rassegnarmi di averlo perso così tutt’ ad un tratto.. e credo ke nn mi rassegnerò mai alla sua morte.. xkè credo ke nn ci si rassegna mai alla morte dei propri cari, delle persone che abbiamo amato..

    Mi piace

  107. come ti capisco anche io ho perso mio marito x un assurdo incidente stradale vado avanti xchè ho due bimbi ma mi manca l’aria che respiro mi manca il mio amore come faremo

    Mi piace

  108. Ciao a tutti, leggere tutto ciò che scrivete mi fa capire che non sono sola, ho perso il mio ragazzo 6 mesi fa, stavamo andando a casa dopo una serata tra amici, lui era in bici ed io in motorino così gli ho detto di avviarsi che l’avrei raggiunto.. dopo pochi minuti sono partita e l’ho trovato in terra sull’asfalto investito da una macchina che correva troppo. Stavamo insieme solo da due mesi ma l’intensità dell’amore che ho per lui è a dir poco mondiale. Ho passato 2 giorni in rianimazione insieme a tutti i suoi amici e proprio in ospedale ho conosciuto la sua mamma, una persona a dir poco speciale, appena mi ha vista ha capito che non ero una semplice amica e mi si è avvicinata dandomi forza.. pazzesco.. lei cercava di dare forza a me..ha fatto per me delle cose che mai avrei pensato, mi ha accolta come una di famiglia.. tra noi è nato un legame speciale da allora, io ho mollato tutto e sono partita e proprio ieri è venuta a trovarmi.. lui mi manca come l’aria.. sono scappata è vero ma con la consapevolezza che me lo sarei portato dietro ovunque..il pensiero di avere un atro uomo mi fa venire i brividi ma non per la paura di poter perdere un’altra persona ma semplicemente perchè io amo lui e basta.. nessuno potrà mai esserne all’altezza.. la sua gioia di vivere, il suo modo di guardarmi, la sua stupida gelosia e il suo sorriso.. la sera mi addormento con la speranza di sognarlo perchè è lunica cosa che mi rimane.. vado avanti però, la mia vita e le mie priorità dopo quest’esperienza sono profondamente cambiate. Se prima vivevo giorno per giorno ora vivo attimo per attimo, ciò a cui prima davo troppo valore mateiale ora non ne ha più, vivo intensamente i rapporti con le persone e faccio tutto ciò che mi passa per la testa (nei limiti ovviamente) perchè ogni giorno, ogni attimo potrebbe essere l’ultimo.. ma ora la morte non mi fa più paura perchè sò che quando sarà il mio momento potrò rivedere il mio amore.. nel frattempo cerco di vivere questo dono che è la vita nel miglior modo possibile.. un abbraccio a tutti.

    Mi piace

  109. grazie! oggi sono 3 mesi che ho perso il mio “babbino” che per me era tutto cio’ che vorrei essere, mi amava come nessuno al mondo ed era la persona che piu’ in assoluto mi faceva sentire speciale, come era lui in tutte le cose che faceva. Per caso ho trovato questa preghiera, proprio oggi, e credo che lui voglia dirmi di ridere pensando a lui, ridere come lui faceva continuamente, emanando luce per tutti quelli che gli erano intorno, lui che sordo dalla nascita, aveva sviluppato tutti gli altri sensi e dipingeva in modo magnifico tutto quello che era intorno a lui. Grazie babbino per l’amore che mi hai donato nella vita e per l’affetto magnifico dato ai tuoi nipoti. Sarai sempre con noi.

    Mi piace

  110. Daniela carissima, non ti conosco ma sono mamma di quattro figli e credo che il dolore più grande e insopportabile sia vedersi portare via un figlio, credo sia un pezzo di noi che se ne va irreparabilmente, per questo il tuo post mi ha profondamente commosso, come mii capita ogni volta che leggo o sento di ragazzi scomparsi prematuramente. Credo che aiutarti non sia facile, io credo fermamente in Dio e nel posto che ha preparato a ciascuno di noi in cielo (Lui ce lo ha lasciato scritto per mezzo degli evangelisti), e senz’altro quel luogo è infinitamente più bello e felice di questo, ma sento profondamente quanto ti fa soffrire la mancanza della tua creatura. Pensa però che lui, il tuo ragazzo divenuto angelo, soffre nel vederti soffrire così, cerca di farti forza per lui, pensa che se ti vede un po’ più serena anche lui sorridera’ nel suo nuovo mondo pieno di luce e ti fara sentire in qualche modo la sua presenza accanto a te. Ti stringo in un caldo abbraccio. Simonetta

    Mi piace

  111. ciao a tutti sono 4 anni che ho perso mio marito all età di 30 anni per un male incurabile..per un pò di tempo ho vissuto in trance poi ho cercato di riprendere in mano le redini della mia vita ho ricominciato a lavorare a vedere qualche amica e poi anche a farmi del male per soffrire ancora di piu’…perche è morto lui ?poi 1 anno fà è apparso un angelo nella mia vita una persona speciale che con tanta pazienza è riuscito a farmi ritrovare la voglia di vivere…mi capisce mi stà accanto…ma non c’è un giorno in cui mi alzo dal letto e il primo pensiero và a lui…così l’ultimo pensiero della sera…quando hai amato tanto una persona niente può fartela scordare …io non credo ma mi auguro che un giorno potrò rivedere il mio tesoro…un abbraccio a tutti

    Mi piace

  112. qnd si xde 1 xsn a noi cara e impossibile nn piangere xk si sente cm 1 vuoto cm se nn poxiam + respirare x ttt la vita…..si sentira la mankanza di quel qualcosa importantiximo k prima avev e k dopo ti ritrovi a nn avere +…….il dolore k ho io anke se e diverso dal tuo senza dubbio e 1 dolore k nn se ne andra mai + via xo ci credo k 1 giorno lo rivedrò e solo questione di tempo credici sono sikura k 1 giorno anke tu potrai riabbracciare tuo figlio e sono sikura k sono angeli k si trovano in 1 posto + bello meraviglioso dv nn esiste il male…….kmq il dolore k si ha dentro quella sofferenza cs grande nn se ne andra mai + via :::::::::::::::::::::::::::1 bacio sharon

    Mi piace

  113. ciao mi disp tantiximo xk so k cs signifika xdere 1 proprio caro….xo il brutt della vita e k 1 attimo prima qll xsn ce l hai davant e poi cs all improvvis nn ce + senza k si puo dare 1 ultimo abbraccio 1 ultimo salut e dirgli mi mankerai da morir……sekondo me e ci cred profondament di vero❤ 1 giorno i nostri cari li poxiamo riabbracciare e solo questione di tempo ma ci credo con ttt il mio cuore qst poesia e bellixima e da un senso di forza ma il dolore x 1 xsn special k va via nn se ne andra mai rimmarra sempre nel nostro cuore e kmq sekondo me la rassegnazione prima o poi deve venire x forza xk a 1 certo punto nn si puo fare nnt + xo il dolore nn andra mai via anzi e cm 1 respiro k ti manka e 1 sensazione paurosa e cm se ti mankera qlcs k nn potrai mai + avere kmq mi dispiace ankora x te ma cerka di pensare k lui sia finit in un posto nn paragonabile a qst terra a qst nostra vita si a finit in un posto dv nn esiste nnt k si puo paragonare a qst mondo un posto cosi talmente bello dv esiste solo l amore di DIO e basta purtroppo e qst la vita un abbraccio sharon❤

    Mi piace

  114. la mia mamma adorava qsta preghiera…da quando 2 anni fa ha avuto l’incidente la leggo spesso anch’io…per cercarla nella stanza accanto. ora vi confesso-sto piangendo-ma vi giuro che è quando sorrido e sono felice, con l’affetto di chi mi è vicino, che sono di più con lei. Ci incontriamo nel mio sorriso e nelle mie piccole gioie, ed è per la mia mamma, per offrirle un luogo più accogliente, che devo sorridere di più. E’ questo il nostro angolo.

    Mi piace

  115. Solo oggi ho letto questa poesia.
    Ritengo sia bellissima.
    Anch’io un anno fà ho perso la mamma e nonostante ci sia comunque accanto a me la mia famiglia e mio padre rimane dentro un dolore che è forte. E’ come perdere una parte di te. Ci vuole tanta forza e ricordare i momenti belli trascorsi e l’affetto che unisce. Un grande amore.

    Mi piace

  116. L’ho persa a settembre 2009, la mia adorata mamma…si convive quotidianamente con un vuoto tremendo, per tutte quelle cose, anche piccole, che non si potranno più condividere, nè raccontare, nè gioirne insieme.
    “Io non so dove vadano le persone che non ci sono più. Ma so per certo dove restano”.
    Un Amore così forte ti resta dentro ed è realmente percettibile in tutto quello che fai. Spero per tutta la vita.
    Ti amo da morire, topolina mia.

    Mi piace

  117. Un bellissimo viaggiostudio in Cina, un rientro ke segna la fine della mia vita. Il mondo ke crolla al sentire qst parole: “mamma sta male, mi dispiace nn cè più nulla da fare”. una malattia di merda, ritorna, colpisce forte, più forte…fino alla fine. Il mio angelo è andato via 9mesi fa, io con lei. Non esisto più, vivo nn so cm…era tutta la mia vita, le sono stt accanto sempre, sempre, ma nn sn riuscita a salvarle la vita, nn ho potuto, dentro una rabbia immane, dolore struggente. E nn mi da conforto prpr nnt, nnk la fede. Vorrei riuscire a trovare 1spiraglio, almeno 1. Niente. Vuoto.buio.dolore.paura dll vita.
    Mammina mia 6 stt tt la mia vita. Grazie, ti amo.

    Mi piace

  118. Ciao Marco,
    purtroppo non riesco proprio ad immaginare neppure la sola e lontana esistenza di cose migliori in questa vita…anzi, più passa tempo e più questa vita terrena mi delude. Mi auguro ke tu possa vedere le cs belle ke nn vedo io ora.
    Pisola.

    Mi piace

  119. Anche chi ti parla ha avuto l’esperienza di una vita spezzata prematuramente e ti posso assicurare che se uno lascia entrare uno spiraglio d’infinto nella propria vita, questo riesce ad alleviare il grande dolore. Ti sembrerà strano ciò che dico ma ti prego di guardarti intorno e di andare a cercare dove vuoi risposte alla tua domanda su cosa c’è dopo la morte.
    Non permettere a nessuno di dirti dove si deve orientare questa ricerca ma usa il tuo intuito, i tuoi sensi ed i tuoi extra-sensi per sentire che esiste una dimensione ultraterrena. Nessuno ti può convincere su questo punto ma ascolta le esperienze sincere di persone che hanno vissuto la tua stessa pena e che hanno avuto risposte.
    I migliori saluti
    Marco

    Mi piace

  120. Ciao Pisola, non permettere di cancellare al tuo Io, i momenti felici che ella ti ha lasciato. Ricordala in quegli istanti di vita, per quello che era.. Non chiuderti a riccio non sarebbe felice, avrei troppo da parlare, ma sappi che le difficoltà si superano, sempre se si vuole! Al mio papà ho dedicato delle parole, che puoi leggere in questo sito.
    Un forte abbraccio..
    Gina.

    Mi piace

  121. Ciao Gina,
    tutta la vita felice trascorsa con mamma non potrà cancellarla nessuno e niente al mondo….è solo ke in questo momento il mio IO rivive solo le sofferenze atroci e i dolori dell’ultimo periodo. Continui flash, incubi…riesco solo a ricordare cose brutte…ma le belle, per sempre, vivranno dentro me…prima o poi riuscirò a farle riaffiorare.
    Un salutone,
    Pisola.

    Mi piace

  122. Ciao a tutti/e, per caso mi è capitato di leggere questo scritto e quindi di leggere i vostri commenti …
    Ho perso mio padre 1 anno e mezzo fa, se ne è andato in 4 giorni, nemmeno il tempo di capire perkè stava cosi’ male …
    Aveva 84, io ne ho 36, ma avevamo un rapporto unico e specialissimo, ce lo invidiavano in moltissimi.
    Era il mio migliore amico, il mio peggior nemico, il mio compagno di gioki, di skerzi, il mio confidente riguardo TUTTO,eravamo complici in tutto, c’era un’empatia fra di noi unica e rarissima davvero … mi ha insegnato tante di quelle cose, trasmesso tanti di quei valori …
    Mi ha aiutata tante volte consigliandomi e anke lasciandomi sbagliare, ma lui era sempre li pronto a tirarmi fuori dai guai, pronto a farmi stare meglio quando stavo male …
    Stavamo sempre insieme, anke dopo essermi sposata, per qualsiasi cosa andavo da lui, e se lui nn mi dava la sua “benedizione” per fare qualcosa, io nn la facevo perkè sentivo di fare un torto a lui, cosa molto strana dato ke le mie amike sposate parlavano coi loro mariti, nn coi loro genitori riguardo alle cose ke avrebbero voluto fare …
    Adesso mi sento sola, nessuno potrà amarmi come lui, nessuno potrà prendere il suo posto nelle cose ke facevamo insieme … è morta una parte di me, la piu’ bella, la piu’ solare … adesso sto’ vivendo per mia mamma, nn la lascio mai sola … ma nn è la stessa cosa …
    Papà era papà …
    Purtroppo la fede l’ho persa tanto tempo fa, quando il mio primo nipote Dio se l’è ripreso a 11 mesi … quindi credere alle parole di questo scritto mi resta alquanto difficile …
    Potrà esserci anke una vita eterna dopo, ma ora??? Ora io con ki parlo??? ki abbraccio??? a ki vado a fare le coccole???
    Ho paura di dimenticare la sua voce, le sue cose … e nn voglio …
    Lo sento vicino si, ma lui nn c’è fisicamente, e a me questa cosa mi distrugge … mi fa star male …
    Devo solo a mamma il fatto di esistere ancora … se nn ci fosse stata lei, sarei morta con il mio papà …
    PAPINO MI MANKI DA MORIRE … VOGLIO STARE CON TE PER SEMPRE IO … VIENIMI A PRENDERE TI ASPETTO PAPI … TI ASPETTO …

    Mi piace

  123. LA MORTE NON ESISTE, TUO FIGLIO , APPENA SAPRAI ASCOLTARLO, TE LO FARA’ CAPIRE..
    IO NON SONO CATTOLICA, NON CREDEVO IN NULLA, MIA CUGINA, DOPO UN INCIDENTE, E’ PIU’ PRESENTE DI PRIMA, ERAVAMO INSEPARABILI, MA LEI SE HO BISOGNO C’E’ …CHIEDI A VOCE ALTA A TUO FIGLIO DI AIUTARTI IN QUALCOSA ..LO FARA’..NELLE PICCOLE E GRANDI COSE. NON LO DISTURBARE PER TUTTO E SII ESPLICITA NELLE RICHIESTE REALIZZABILI. ..
    UN ABBRACCIO

    Mi piace

  124. mi manka tanto papà….sono troppo triste!!!! ho letto qst poesia….ma non mi fa niente….non credo a nulla!!!!!!!!! non esiste niente!!!!!

    Mi piace

  125. Sono Cristina, capisco cosa provi con la perdita della mamma, io l’ho persa come ho già scritta in precedenza nel giugno 2009. Siamo sempre state legale da qualcosa di forte, era lei che mi chiamava prima di andare a letto per darmi la buona notte era con lei che mi confidavo per qualsiasi evento bello o brutto, si andava tutti in vacanza assieme la nostra famiglia e mia mamma con mio papà. Ora sento di più ogni giorno la sua mancanza, il suo contatto il suo odore, l’amore che lei ha dato ai me ai miei figli è stato immenso ed ora viviamo di ricordi e di insegnamenti, E’ dura , vorrei sognarla ma capita poco. Ciao Mamma.

    Mi piace

  126. sono una mmma ke ha prso x sempre una figlia . francesca io la chiamavo chicca era il mio orgoglio il 10 maggio festa della mamma mi ha lasciata del 2006 ilo cuore è morto insieme a lei una brutta mlattia nn gli ha dato scampo io vivo ma praticamente sono morta nn ce nn la faccio piu a vivere senza di lei era bllissima aveva 25 anni chiedo tutti i giorni a dio di farmi vivere poco x me restare non ha senso nulla mi rende felice ho un altra figlia ma il posto della mia chicca non lo prendera nessuno era il mio amore e sara sempre e solo lei il grande amore non ho piu lacrime è il mio cuore ke piange tutti i momenti non vedo l ora di riabbracciarla x l eternita

    Mi piace

  127. Ciao Maria!

    Sono un giovane che non può sapere che significa essere madre, che ha la grazia di vivere serenamente ancora. Ma credo fermamente che prima o poi la prova e il dolore arrivino per tutti.

    L’amore che ci lega coi nostri familiari è più forte della morte, tant’è vero che tua figlia Chicca vive ancora in te. Ma soprattutto, se hai fede in Dio, sai che adesso sta bene e vive nelle braccia del Padre!! Questo ti potrebbe aiutare ad andare avanti nei momenti bui, sapere che lei è felice e non l’hai persa per sempre, ma ti aspetta per quando sarà il tuo momento.
    Anche io mi rendo conto di quanto ho ora di prezioso in fatto di famiglia, una madre fantastica, un padre generoso e unico, un fratello e una sorella invidiabili. A volte un po’ mi angoscia pensare che potrei perdere tutto questo. Ma so che un giorno a tutto questo dovrò dire addio, che io voglia o non voglia! Ma non è un addio disperato!! Il Signore riempie d’amore chi sa donare con gioia.

    Coraggio! Coraggio Maria!! Ci sono gioie nascoste dappertutto nel mondo, e dentro di te, puoi diventare una perla preziosa nelle mani del Signore, che potrebbe aiutare tante persone disperate!! Ascolta gli altri, guarda agli altri! Esistono gli altri e sono un dono per te dall’Altissimo!! Come è per te un dono tua figlia!! Coraggio!!

    Mi piace

  128. Trabocca di Amore il mio cuore, Maria.
    Un’Amore che le circostanze hanno rafforzato, e sempre più coronato.

    Mia nonna era solita dire: per me eran figli per voi solo mariti! Ha sempre tenuto al collo la loro immagine, e con essa si e’ addormentata. Eran giovani e forti, 28 e 31 anni, i suoi figli, ma ella in cuor suo non ha mai cessato di Amarli.

    Io, come leggerai sopra ho sentito il bisogno, il piacere di raccontare e sfogare, nel nome di papà, tutta la rabbia, la gioia, tutto il rancore che serbavo. Non sono fantasie, ma realtà.

    Conosco troppo bene questo fungo, altro non è, che pian piano si incarna nelle nostre vite!

    Ti auguro di non dar troppo spazio alle ciancie ma più alla tua fantasia, e sfoderare tutto il coraggio l’ha dove sentirai il bisogno.

    Dalle mie note:

    ma a volte in mostro non è poi così mostro
    a volte può essere la tua pietra filosofale ,
    può insegnarti a vivere la vita , a apprezzare
    l’attimo di un sorriso , che avresti perduto
    nella sicurezza di un domani
    …non esiste il male assoluto se hai gli occhi per vedere il bene (qsto papà ha perso un giovane di 23aa.)

    Mi piace

  129. ciao il 26 febbraio 2008 mia madre si espenta in soli due giorni non so se lei a cercato quella pace che la vita che ha condotto non gli ha dato era sofferente dalle delusioni e dai dispiaceri che la vita gli ha dato l’unica sua gioia eravamo noi e i suoi nipoti .aveva solo57 anni e io penso che aveva ancora tempo x godersi dei suoi amori e noi di lei io trovo ingiusto e rabbia non doveva capitare ci ha lasciato senza poter fare altre domande nel vuoto assoluto e questo io vorrei dirgli. cara mamma ogni giorno che passa il mio dolore cresce sempre di più.non si appiana, non vuole fermarsi non riesco a controllarlo,il mio pensiero e rivolto a tela mia guida.provo a gridare il tuo nome ma non mi senti non mi ascolti urlo, scalpito,piango ma rimane sempre lì non va via i miei occhi vogliono ancora vederti le mie orecchie ancora sentire la tua voce e che mi dici non mi lascerai mai sono stanca chiedo aiuto non riesco ad uscirne.cerco di sentire il mio cuore cosa mi dice mi dice:non arrenderti,non mollare prima o poi riuscirai a vederla chiudo gli occhi ma non vedo nulla il buio totale io non voglio ,voglio solo rivedere il suo voltoche mi sorride e che mi chiama ma sò che questo non sarà mai possibile lei e un gran pezzo del mio cuore e del mio amore e non riesco a stare senza di lei guardo in cielo e ti mando un bacio e ti dico stammi vicino mamma mi manchi tanto.

    Mi piace

  130. l’altro ieri ho perso mia mamma di 62 anni dopo una malattia lunga sei anni .Il dolore e il vuoto che ho intorno a me è indescrivibile.Ti voglio un bene dell’anima. Ciao Mamma

    Mi piace

  131. Ciao sono Cristina, ho 45 anni, il 25/7/2010 alle ore 21,50, ho perso la mia adorata Mamma. Mentre le stringevo la mano e con l’altra le accarezzavo il viso, il suo cuore ha smesso di battere. In quel preciso istante sono morta con lei. E’un dolore talmente forte come se una lama mi avesse trapassato il cuore. Sto male, malissimo, il dolore mi sta logorando mi manca immensamente, lei era una raggio di luce nei miei giorni bui, era la mia confidente, la mia consolatrice, insomma era la mia stupenda mamma.
    Ora non c’è più, il dolore è cosi intenso che mi manca il respiro, piango non faccio altro che piangere, tenendo tra le mani la sua foto, e mi chiedo come
    farò ad andare avanti senza abbracciarla, sentire la sua voce.Tutti mi dicono che devo farcela perchè ho due figli e una stupenda nipotina di due anni, ma come faccio in questo momento proprio non ci riesco. Lei era tutto, è come aver perso una parte di me, a volte mi chiedo chissa dove sarà,se mi sta guardando, se sta bene. Poi ho letto la preghiera di Sant’Agostino, e spero sia davvero come dica lui. Ti voglio un momdo di bene Mamma per sempre la tua Cristina

    Mi piace

  132. ciao sono la tua sorella daniela ti ringrazio per avermi dato l’oppurtunita di leggere la tua lettera è stupenda io purtroppo non riesco a esprimere cosi bene quello che sento ma sono daccordo con te sai che sei e sarai sempre la mia sorella preferita e che ti voglio un mondo di bene per questo ti chiedo di riuscire a farti un po di forza e di ritrovare un poco di serenità ti mando un bacione grossissimo ciao notte e spero tu possa sognarla.

    Mi piace

  133. ho appena letto questa poesia.. il mio ragazzo è morto 3anni fa x un incidente d’auto, ha lottato fino all’ultimo, è stato circa 3h in coma, ed essendo di città diverse cn mio grandissimo rammarico e senso di colpa nn ho potuto stargli vicino. Qnd ho ricevuto la notizia ero sola in casa, e mi cadde il telefono dalle mani xkè fui pervasa da degli scossoni di brividi freddi lungo la schiena fin dentro le ossa, e sn restata csì x circa 20min. Nonostante tutto nn sn mai riuscita a piangere del tutto x lui, mi sn sempre fermata agli occhi lucidi, e provo tanta rabbia e tanta frustrazione. Ma vedete, io penso ke piangere nn sia del tutto sbagliato. E’ una fase essenziale x l’elaborazione del lutto, e forse è proprio xkè nn ci sn riuscita ke a distanza di ben 3anni il desiderio di riaverlo cn me anke solo x 5min è così forte da farmi male, cm un’odiosissima catena ke mi stritola il cuore gonfiandolo e facendolo bloccare in gola. Fidatevi, il pianto, x disgrazie del genere, ci vuole, xkè altrimenti ti sembra di impazzire.

    Mi piace

  134. So che arrivo per ultima in questa miriade di commenti. Tra tutti, mi ha colpito quello di Isa, a lei vicino in modo unico per quel che dice di suo papà: la stessa identica cosa era per me; uno sguardo e ci capivamo, senza parlare. A differenza di Isa, io ho perso la mamma a soli 40 giorni, di conseguenza papà era “doppio”. Una sola restimonianza: al funerale, ho letto davanti a tutti questo brano ma, a parte questo, ora son proprio queste parole che mi aiutano ogni giorno a continuare, sulla base di tutto ciò che lui mi ha insegnato. Lui è vicino a me, Isa, è nella stanza accanto. Non temere, vale anche per te. Un abbraccio
    Sandra Greggio

    Mi piace

  135. La mia fede, non è assoluta, perchè fede,voldire credere in una Religione
    monoteistica,il ch’è voldire essere fazziosi, perchè pensi, che la tua fede è migliore delle altri! Credo di più Nell’Uomo. Gesù, è stato Uomo.
    Sant Agostino è stato Uomo, e tanti altri Uomini buoni hanno popolato la Terra, hanno fatto, e detto cose buone.
    Mi è morta, la Mamma che aveva 50anni, il papà, la Moglie, ancora giovane. Le parole di Agostino ci aiutano e ci consolano, ci fanno sperare.

    Mi piace

  136. Ciao a tutti anchio ho perso un figlio 5 anni fa per coloa di un icitente stradale mancava 15 giorni per compiere 18 anni da quando sene andato io non vivo piu’ come prima vado avanti perche’ questa e la vita ho altri 2 figli il mio angelo era il piu’ piccolo lui era la mia forza era dolce affetuoso quello che non capisco e perche’ Dio ci da queste foferenze io ho tanto sofretto nella vita a 21anni sono rimasta con un figlio di 25 giorni il suo papa cia lasciati per colpa di un icitente ho perso i miei genitori 12 anni fa mio fratello di 46 anni un anno dopo che sono morti imiei cosa mi riserva ancora la vita io nel mio cuore mi sento spenta non provo non piacere non dispiacere sto male per questo e piu forte di me mi manca tanto tanto mio figlio non si puo sopravivere con un dollore cosi il mio angelo si chiama marco ciao amore mio

    Mi piace

  137. Il mio Mirko è morto il 07/01/2011…e ancora non ci credo dicono che si è buttato sotto il treno delle 6,30 aveva 15 anni era dolce solare affettuoso . Sono separata da 11 anni il padre non la mai guardato troppo…… ma era a casa sua quando è successo……credo che un dolore così grande davvero non dovrebbe esistere io voglio riabbracciarlo qui su questa terra non credo a spiriti e angeli non mi consola nessuna poesia e nessuna preghiera …..spero di morire anch’io il più presto possibile.
    Perchè il mio cuore è già morto.

    Mi piace

  138. So che il padre per 11 anni non ha fatto altro che parlargli con odio di sua madre.E delle donne in generale. anche se io ero sola e lui abitava con una compagna……………
    Io sapevo che era in pericolo quando stava dal padre… ho chiesto aiuto a tutti ma proprio a tutti…anche alla tutela minori……..ma non mi hanno creduto… la cosa peggiore è che non si sa bene cosa sia successo per il momento hanno chiuso subito le idagini dicendo suicidio con me non hanno parlato …solo con il padre e lui ha detto ha confermato cose assurde anche mia figlia che ha 21 anni sa quanto suo padre sia malato e falso ma in questo paese così civile mi sembra che le donne non vengano ancora ascoltate come dovrebbe essere.( Mirko non era depresso)Il padre non voleva neanche l’autopsia, si è opposto in ogni modo ho dovuto prendere anch’io subito un avvocato alla fine sono riuscita a fargliela fare ma i tempi per il risultato sono molto lunghi….I ragazzi o bambini quando hanno un genitore pericoloso come lo era il padre di Mirko non dovrebbero frequentarlo.Allontanarli e proteggerli da questi genitori ma subito invece aspettano aspettano c’è troppa burocrazia………….non voglio parlarne più mi fa troppo male ..e dentro ho una rabbia che in vita mia non ho mai avuto…mi dicono la vita di un figlio è un dono di Dio…. e io rispondo che i regali non si devono riprendere strppare in questo modo……….Dio non esiste sarebbe un Dio troppo crudele

    Mi piace

  139. Ora sei giustamente arrabbiata. Stai cercando motivazioni umane. Il mio contributo è che la tua rabbia non può ridarei tuo figlio. Forse se ti calmi riuscirai a sentirlo accarezzare il tuo dolore ed a spiegarti lui perchè ha rinunciato alla vita.
    Umilmente, spero di essermi spiegato.
    Marco

    Mi piace

  140. Posso portarti solo un’esperienza personale.
    Una persona a me cara ha perso una sorella. Non si dava pace. Voleva che la sorella le facesse capire se stava bene o male. Chiedeva una risposta. La risposta è arrivata in sogno. Ma non alla persona che, presumibilmente poteva essere condizionata dai propri desideri. Un giorno incontra per strada una persona che conosceva da tempo ma che non aveva mai frequentato. Questa persona le dice che ha sognato due volte la sorella e che le chiedeva di comunicare alla sorella che stava bene.
    Questa è un’esperienza personale. Non mediata da altri e non parlo per sentito dire.
    Marco

    Mi piace

  141. ciao anna io sono amalia sono una mamma come te ,spero nel tempo di riuscire a parlare spesso con te del tuo dolore immenso, della rabbia dell’odio e del rancore sentimenti che anche io ho provato ,e che ora non fanno piu parte di me anche grazie alla fede

    Mi piace

  142. La forza che dimostri nel combattere per sapere la verità, penso che sia la prova di quanto e come tuo figlio sia vicino a te e di quanto ancora egli abbia bisogno di te, sua unica ed insostituibile MADRE. Anche il sopravvivere ad un dolore così grande, non pensi che sia la prova che l’amore di un figlio è più grande del dolore, perchè l’amore non finisce se non c’è l’amato ma, se possibile diventa ancora più grande, più bello, più forte, più alto, immenso, enorme al punto tale che solo in Dio possiamo ritrovarlo. Se ti può fare un po’ di bene, sentimi vicina a te, silenziosa, ma ci sono.

    Mi piace

  143. cara Anna,condivido cordialmente la tua grande sofferenza,partecipo nella preghiera e nella speranza cristiana al tuo immane dolore.Da questo momento hai un ricordo sempre vivo nella mia vita.Con gratitudine,d.Enzo

    Mi piace

  144. Anna rilassati da questo dolore disperato, lui non e’piu’ con te, sta provando ad accarezzarti,parlarti vuole farsi sentire da te ma non ti sente perche’ sei arrabbiata, lui e’ un angelo…è nella gioia! Aiutalo a farsi sentire da te…

    Mi piace

  145. non ci sono parole efficaci in situazioni così tragiche. anch’io quando mi è morto il mio piccolo di soli 5 mesi, mi sentivo morta come te. ma il nostro Dio della consolazione e dell’amore, piano piano ti aiuterà a rinascere, a ritrovare un senso alla tua vita, a donarti di nuovo alle tante persone che hanno bisogno di te. non puoi minimamente immaginare quanto potrai sentirlo sempre presente nella tua vita. pregherò per te

    Mi piace

  146. ciao pisola io posso capire il tuo dolore ho perso mio padre da bambina e 10 anni fa mio fratello con una brutta malattia , ma ricorda sempre che la vita merita di essere vissuta intensamente è un dono prezioso

    Mi piace

  147. Sono d’accordo con Paola!

    Bisogna che l’umanità tutta inizi a rileggere il proprio io, conoscersi per poter conoscere. Ci costerà fatica ma non importa, mettiamo Amore nelle cose, come la Poesia insegna.
    Gina.

    Mi piace

  148. ho 48 anni e ho perso il mio grande amore l’agosto scorso dopo una malattia che durava da tre anni circa. Speravamo tanto di poterla tenere a bada ma…le cose sono andate diversamente.Lui non era solo il mio marito ma era il mio compagno nel lavoro, avevamo gli stessi gusti ci piacevano le stesse cose. Ho sempre pensato che nella vita bisogna essere fortunati nel trovare la propria mezza mela ed io… be’ non solo l’avevo trovata ma ho passato 20 anni meravigliosi ed abbiamo avuto una splendida figlia che ora ha 18 anni. Sto cercando di rinventarmi, sto imparando a vivere senza di lui. Il mio problema più grande e lei Anna che non mi parla del suo dolore, non mi abbraccia e non mi fa sentire necessaria e mi accusa di farla sentire in colpa perchè lei cerca di dare normalità alla sua vita mentre io ora sono sola e, come dice lei, senza amici. Vorrei tanto che lui mi dicesse cosa devo fare.A volte mi chiudo in camera e guardandolo sorridere dalla fotografia è come se sentissi che lui ora è sereno ma ho bisogno anche di sentire che mi è vicino e che mi consigli. Solo nel sapere mia figlia serena e contenta del nostro rapporto posso affrontare la vita con più forza e serenità.

    Mi piace

  149. Se hai trovato l’amore vero, e non c’è dubbio, hai attraversato difficoltà più grandi di questa. Tua figlia imparerà molto da questo dolore e si aprirà alla vita quando sarà il momento. Dalle tempo…
    Coraggio.
    Marco

    Mi piace

  150. MI CHIAMO SERENA, HO 32 ANNI. CINQUE ANNI FA HO PERDUTO MIA SORELLA DI SEDICI ANNI CON UN’ ANEURISMA CELEBRALE. ERA IL 19 MARZO DEL 2006 SI SVEGLIO’ DICENDO CHE AVEVA UN FORTE MAL DI TESTA E DOPO 15 MINUTI ERA VOLATA IN CIELO. MI MANCA. HO PIANTO POCO TROPPO POCO PERCHE’ SAPEVO CHE IL MIO DOLORE ERA SI FORTE MA I MIEI AVEVANO BISOGNO DI ME. IO SONO UNA RAGAZA FELICE. ASPETTO UN FIGLIO E CREDO CHE LEI MI AMI COSI TANTO CHE QUANDO LA PENSO RIESCO SOLO A SORRIDERE. E’ BELLA LA MIA SARAH E MI ACCOMPAGNA OGNI ISTANTE DI QUESTA STUPENDA VITA.

    Mi piace

  151. ciao a tutti ,ho trovato x caso la poesia di San Agostino e ho visto tutte queste lettere ,e vedo che la sofferenza e tanta ,io sono stata adottata da 2 genitori meravigliosi ,ma ero attaccata tanto al mio PAPINO ,che adoravo e che anche se lo preso che avevo 9 anni ,fino adesso che ne ho 52 anni ,mi si stringe il cuore a solo pensarlo e sembra che questa nostalgia aumenti sempre di piu ,invece della mia mamma sento ancora il suo abbraccio ,e morta nel 93 .quando e morta piangevo sempre ,e pensavo che se erano insieme ,almeno mi sarei consolota ,dopo giorni ,mi sono sognata a mio padre che diceva di chiamare la mia mamma che doveva andare con lui ,e così ho capito che sono insieme adesso e anche se mi mancano tanto ,li penso vicini e che si amano tanto come quando erano in vita ,io ho un figlio sensitivo ,e mi dice sempre che li ho accanto ,che mi accompagnano sempre ,e dico a tutti quelli che hanno perso dei cari ,di non piangere che loro sono accanto e vedono la nostra sofferenza ,e soffrono anche loro ,e in questo modo non sentiamo che loro sono accanto a noi ,e che Dio dà tanta fede e ci aiuta sempre ..baci x tutti

    Mi piace

  152. ciao io sono rosettta, ho 43 anni quasi due anni fa’ ho perso mio padre….ti volevo dire che loro sono sempre con noi…..e non ci abbandonano mai….ti volevo dire che fino a quando pensavo a mio padre nella sua malattia..non lo sognavo mai e nel mio dolore…psicologicamente non andavo avanti…ananti significa ..cerc are di sistemare in te il tuo dolore….io piano piano lo sto’ facendo….e’ prendere coscienza che tu hai nelle tue mani questo dolore…e sopratutto chiederti ….cosa ci devo fare?allora ho lo sistemi in una stanza e quando ti andra’ aprirla guardarlo e pensare sofrire e richiudere la porta e basta…continuando la tua vita…oppure averlo continuamente questo dolore sulle tue mani e guardarlo continuamente…..io ho una foto di mio papa’ che sorride…tenendo in mano un vaso di fiori…che amava moltissimo…questa mi da’ forza….e io sento di meno il dolore…se tu VUOI c’e’ l’ha farai!!!! dai!!!! almeno provaci…vedrai che tua figlia si avvicinera’ e si aprira’ anche a te…non dire che non si apre a te quando magari tu non l’ho fai prima…ciao coraggio tvb

    Mi piace

  153. cara anna posso solo immaginare il tuo grande dolore ti parlo da uomo e da padre che non ha presunzioni di saper scrivere belle parole, ma credimi se incominci ad avvicinarti a DIO e alla fede troverai molte risposte ,io ho avuto la fortuna di vedere una donna vestita di bianco su un balcone, che non conoscevo assolutamente e poi ho scoperto che la donna di quel balcone era morta 5 anni prima,non contento e ..soprattutto non credendo in queste cose andai al cimitero di quel paese e lì mi resi conto che esiste un altro mondo che puoi chiamare come meglio credi ma l’importante e che ci crediiiiiiiiiii.io da quel giorno ho cambiato il mio modo di pensare e di credere.Pregherò per te affinchè anche tu possa avere le tue risposte..
    Non mi sarei mai sognato di scriverti ma ho sentito la necessità,scusami se in qualche modo, mio malgrado, ti ho offeso ma non non era mia intenzione con affetto carmine

    Mi piace

  154. ciao maria abbiamo lo stesso nome anke io o perso una nipote 3 mesi fa per una operazione ke doveva essere di rutin così diceva il dottore vuoi ke doveva andare cosi ma mia nipote nn cè piu’ aveva solo 16 anni ancora nn aveva a come d altronde la tua vissuto la sua vita noi mamme si spera sempre come dovrebbe essere in natura ke prima siamo noi genitori ad volare in cielo ma nn so per quale raggione non siamo noi a decidere della vita vedo mia cognata spengersi piano piano anke lei a un altra figlia piu grande ma credimi soffre anke lei perke così oltre ke aver perso la sorella sta perdendo anke sua mamma devi farti coraggio ora piu’ ke mai tua figlia a bisogno di tè!

    Mi piace

  155. dalle tempo paola, purtroppo i ragazzi sono più fragili di noi, soprattutto quando non riescono a manifestare il proprio dolore o quanto meno non riescono a domarlo e finiscono col prendersela con la persona a loro più prossima e in questo caso tu.. anche a me è successa la stessa cosa: il papò di mio figlio è finito 6 anni fa nel giro di tre giorni per una leucemia galoppante e da quel giorno, mio figlio, non vuole sentir parlare del padre e non ne vuole parlare con nessuno e tanto meno con me.
    passerà stai tranquilla
    ti abbraccio

    Mi piace

  156. Cara Giuly, ho perso mio papà il 27 aprile u.s., ho 35 anni, mi ha accompagnato all’altare 5 anni fa dopo essere uscito dal coma, Gesù mi ha regalato ancora insieme a lui altri 5 anni, ma ora lo ha chiamato a se. Sono sicura che adesso lui è felice e finalmente in pace senza dolori ne affanni, ma io sto malissimo, non riesco a farmene una ragione anche se a mia mamma non mostro la mia sofferenza, quando arriva la sera piango sempre e mi dispero. Spero che il tempo mi aiuti anche perchè è un dolore che taglia l’anima ed ora il pensiero che fra 100 anni dovrò provare lo stesso dolore per mia mamma mi devasta e non mi fa vivere la mia vita serenamente. Vorrei tanto avere dei bambini ed insegnare loro tutto quello che mio papà ha insegnato a me, ma non arrivano….spero che ora da lassù mi protegga e mi aiuti in questo lungo cammino.
    un abbraccio a tutti
    Genny

    Mi piace

  157. nonna mi manchi tanto…..ho scritto questa poesia sul retro della tua foto il giorno del funerale, ma il dolore è ancora tanto….da quando sei morta non ho più creduto in Dio, avevo solo 14 anni e già da prima non ero molto credente…ma il dolore che ho provato in quel momento mi ha aperto gli occhi, e mi sono convinta che Dio non esista…e so che tu mi avresti sgridato per questo!
    nonostante ciò apprezzo chi ci crede, spero che le vostre preghiere vi aiutino e che la fede vi aiuti a sopportare (non superare, questo non avverrà mai) tutte le vostre perdite….
    sono passati 8 anni, ma ancora mi viene da piangere….era la persona più importante della mia vita, e non ho nemmeno avuto la possibilità di salutarla…non la vedevo da due settimane perchè ero stata in vacanza,…è morta il giorno stesso in cui avrei dovuto rivederla…
    lo ricordo ancora come fosse ieri, era un lunedì mattina e sono stata svegliata dallo squillo del telefono verso le 8.30….non sapevo chi fosse, ma ho cominciato a piangere, sapendo che le era successo qualcosa….era il mio povero nonno che l’aveva trovata su una sedia, come addormentata….ma non respirava più!
    ora lui ha 84 anni, e non ha più realmente vissuto da quel giorno….prega ogni giorno di morire, è invecchiato di 10 anni nel giro di pochi mesi…non è più stato lui….
    per questo vorrei morire presto, non voglio provare di nuovo questo dolore….che sia la mamma, il papà, mia sorella, il mio ragazzo….non lo sopporterei in ogni caso….
    è la prima volta che lo metto per iscritto, non mi era mai capitato prima….sto piangendo, ma mi fa bene….l’ho sognata due volte, l’ultima ormai 6 anni fa….era tranquilla, sorridente come sempre….mi ha detto che andava tutto bene e che avrebbe trovato un modo per chiamarmi, per farsi sentire….sto ancora aspettando…ma le credo, so che un giorno lo farà!
    ti adoro noni, sei stata una donna fantastica! quello che sono oggi lo devo a te!

    Mi piace

  158. gabry-10 luglio 2011

    ho letto per caso questa bellissima poesia e sono riuscita a leggere solo qualche commento, non riesco più ad ascoltare il dolore di una perdita perchè anche io ho perso la mia cara Micaela per una meningite da pneumococco fulminante e non sono riuscita neanche a salutarla, a stringerle la mano ad accarezzarla, è stato tremendo. Sono riuscita però ad alzare la testa perchè la mia fede mi ha preso per mano e mi sta aiutando,penso veramente che lei possa essere in un mondo luminoso dove lei, che ere una neo architetto,progetti cose meravigliose….Sono assurde questa mie fantasie,ma a me piace pensare così e la cosa mi consola.Ognuno di noi deve avere delle valvole di sicurezza altrimenti si finirebbe di impazzire per la perdida di un figlio. Ciao a tutti abbiate fede!!

    Mi piace

  159. Ho perso i miei 2 figli un mese fa in un incidente stradale;la mia Angelica aveva solo 13 anni e il mio Emanuele 18…alcuni amici mi hanno fatto avere questo scritto bellissimo…già…bellissimo,se fosse vero…
    La mia vita ormai è finita…
    Ho vissuto amandoli immensamente,illudendomi di poter essere felici,ora basta…non voglio più essere ingenua…
    Non esiste niente.

    Mi piace

  160. Cara Nelly,
    non esiste un dolore più grande del perdere i propri figli e mi rendo conto che il tuo dolore è profondo. Non esistono parole che possano darti forza se non quelle dette da chi ha provato sofferenze forti nella propria vita e dunque può capire cosa significa perdere chi ami. Io ho perso una meravigliosa sorella che mi ha cresciuta e con la quale ho vissuto ogni attimo della mia vita, ed un padre che mi amava infinitamente… il vuoto, la spada che tragigge il mio cuore è sempre viva ma… proprio in questo dolore profondo ho sperimentato che Dio esiste… anche quando nn hai la forza di pregare, parlare, invoca il suo aiuto e nel tempo vedrai che il suo amore inizierà a donarti una pace che non è umana fino a comprendere che i tuoi figli, così come i miei cari, continuano a vivere anche se non li vediamo fisicamente…Loro ora sono in Dio, per cui ogni volta che alzerai gli occhi al cielo e pregherai loro saranno presenti.. Saranno loro stessi ad accompagnarti in questo cammino terreno se tu permetterai a Dio di donarti la pace necessaria per percepirne la loro presenza. Non temere, un giorno loro ti abbracceranno di nuovo e sarà per sempre… quando non ce la fai a resistere al dolore invoca lo Spirito Santo…ti aiuterà ed i tuoi figli intercederanno per te… la morte è sconfitta in Cristo! ti abbraccio con amore fraterno.
    Valentina

    Mi piace

  161. Ho perso da poco mia madre,sono veramente distrutto……
    X me era la cosa più cara;
    Mi sento davvero perso nel sapere di nn avere più vicino la mia sicurezza.
    Ho letto questa poesia vorrei farla mia,spero tanto sia cosi.
    MAMMA TI VOGLIO BENE

    Mi piace

  162. IO HO PERSO MIO FIGLIO IN UN INCIDENTE D’AUTO
    AVEVA 20 ANNI E VIVEVO SOLO PER LUI
    ORA VIVO PER GESU’
    E RICORDATI (NON SO DOVE L’HO SENTITO)
    I TUIOI FIGLI NON CAMMINANO VICINO A GESU’
    ADESSO LUI LI PORTA IN BRACCIA E SOPRATTUTTO LA BAMBINA LA PORTA A CAVALCIONI SULLE SPALLE
    IO ADESSO

    Mi piace

  163. ciao roberta comprendo immensamente il tuo dolore perchè anche io cm te ho appena perso la mia adoratissima mamma. Non esiste dolore più grande di perdere una madre o un figlio è una lama che continua a scavarti dentro e una ferita che nn cessa mai di sanguinare. Io nn riesco ancora a darmi pace ma, dopo aver letto questa splendida poesia forse un senso cè a tutto questo, anche se nn smetterò mai di piangerla. ti mando un’abbraccio e mi unisco a te nel dire Mamma ti amo PER SEMPRE nel mio cuore.

    Mi piace

  164. mi dispiace tanto, solo un abbraccio, non so dir niente, io l’ho persa persa per malattia, mi era rimasta solo lei, papà è morto che avevo otto anni, e ora a 26 anni senza lei, stavamo ricominciando e non abbiamo fatto in tempo a finire, avevamo da fare tante cose.
    e ora tutte le responsabilità sono solo macigni, non riesco più a sognare e non ho più fiducia nelle persone, mentre vorrei averne, perché ho voglia di vivere!

    Mi piace

  165. …ho capito solo una cosa: la vita va presa come viene, arrabbiarsi non serve, disperarsi non serve, anche se capisco e so che dirlo non basta. Due anni fa il primo settembre mamma se l’è portata via un male incurabile, e proprio quando stavamo rialzando la testa, abbiamo scoperto che anche papà si è ammalato, e non è curabile. Se sono arrabbiata?? Moltissimo, ma non so con chi prendermela…anche la poca fede che avevo vacilla…l’unica cosa è andare avanti giorno per giorno e vivere al meglio possibile, perchè mai come ora capisco quanto la vita sia preziosa…

    Mi piace

  166. Sono due anni e mezzo che ho perduto mio figlio di 25 anni, Era l’unico e adorato tesoro che avevo. Abbiamo combattuto una battaglia di sofferenza e dolore che è durata quasi otto anni e che alla fine è terminata con la sua dipartita. Durante il percorso di sofferenza la mia vita l’ho dedicata completamente a Dio, le mie giornate il più delle volte le trascorrevo pregando e chiedendo la salvezza per mio figlio. Ma non è andata così e purtroppo mio figlio ha lasciato questa valle di lacrime per approdare al cielo. Non vi dico che cosa è stato il mio prosieguo, però vi posso dire con certezza che sto andando avanti soltanto perchè nel mio cuore c’è solo Gesù e la Madonnina e il mio angelo che mi protegge e mi segue costantemente. Mamme carissime se leggerete questa mia lettera, vi dico solo queste due parole: affidatevi al Signore, lui è l’unica nostra forza e salvezza per continuare a vivere, altrimenti dopo un dolore così grande non si potrebbe proprio continuare a vivere e si rischierebbe di impazzire!

    Mi piace

  167. ho perso il mio papy, il mio adorato papy…… il mio papy burbero e severo , il mio papy che mi diceva ti voglio bene solo con lo sguardo e mai con la bocca, il mio papy che mi ha cresciuta nel migliore dei modi , il mio papy che amo tanto , il mio papy ……..
    il mio papy che ha lottato contro un linfoma per un anno , ma uqesto ha vinto …. accipicchia quanto mi manca , ho trovato questa poesia , la leggo e rileggo sperando che davvero lui vorrebbe dirmi dal luogo dove si trova adesso queste parole….
    ti amo papy mio

    Mi piace

  168. …ci sono momenti in cui credere in una forza maggiore e momenti in cui disperarsi per la morte di un caro e la vita non serena di tutti i giorni. Quando ripenso a mio fratello e a come ha affrontato gli anni delle sue malattie, la cosa che mi fa più male non è la sua morte ma la lucidità che lo ha accompagnato sino alla fine e la consapevolezza. Mi INCAZZO verso quelle pesone fortunate ma che si lamentano in coninuazione per stronzate e senza accorgersene hanno tutto e non lo capiscono; non rispettano nulla e si godono la vita con piacere! ….. Quesa poesia è bellissima è mi fa sempre piangere ma non so se esista un mondo così. Speriamo di sì perché in queta vita i nostri cari soffrivano………..

    Mi piace

  169. A tutti coloro che hanno raggiunto l’amore puro, voglio dirgli che sarò lieta un giorno di poterli incontrare nuovamente in questo luogo meraviglioso, prego soltanto di farmi lasciare su questa terra i molti insegnamenti che mi hanno fatto crescere.
    Mamma, Tina, Papà, conservatemi un posto vicino a voi perché il mio cuore è colmo di voi ed io sono dove sta il mio cuore, vi amo.
    Datemi la forza di farmi crescere mio figlio e la mia nipotina, ma appena avrò finito il mio compito non fatemi tanto attendere per riabbracciarvi.

    Mi piace

  170. Raffaella, ti auguro con tutto il cuore che il tuo cuore possa irradiarsi di luce e diffonderla oltre, la creazione di Dio è vasta, per quando alcune cose non le possiamo concepire e accettare, fanno parte di un disegno.
    Espandi il tuo amore incondizionato verso il tuo prossimo,non rinchiuderti solo nelle preghiere versale al di fuori del tuo cuore perché è lì che troverai gioia, a tuo figlio serve solo questo…
    I gesti valgono 100mila volte più della semplice preghiera.

    Mi piace

  171. credo anzi so che non c’è morte…..c’è solo una porta chiusa di cui pochi conoscono la chiave nascosta dentro se stessi…loro ci ascoltano ci stanno accanto ci amano….basta volerli ascoltare…….io ho perso mio figlio STEFANO pochi giorni prima del suo 22esimo compleanno…..oggi avrebbe 24 anni…io gli parlo e dedico a lui ogni cosa che faccio…e lo stesso fanno i suoi fratelli……vi abbraccio tutti e credete ……dentro di voi c’è qualcosa di più grande…..cercate e troverete…..specialmente quando si ama….la vita si deve amare….la vita si deve ascoltare…….mariapina

    Mi piace

  172. ke cose belle hai scritto, da madre posso solo immaginare il dolore ke porti dentro, ma è bellissimo leggere tutto questo!!!!! grazie x la tua testimonianza !!!! Nika

    Mi piace

  173. HO PERSO MIA SORELLA 54ENNE UN MESE FA….DOLORE DEVASTANTE ED INTENSO…LA MALATTIA POI CHE DOPO APPENA 5 MESI L’HA STRAPPATA A NOI TUTTI. SICURAMENTE SIAMO NOI CHE CERCHIAMO LA LORO VICINANZA X NON MORIRE NOI STESSI…
    DEVO CREDERE X FORZA CHE LEI SIA SEMPRE ACCANTO A ME PERCHE’ IL DISTACCO E’ FEROCE…

    Mi piace

  174. Roberta, anch’io ho perso entrambi i genitori, e all’inizio non accettavo, soprattutto quando dopo mio padre è morta anche mia mamma. Ho sofferto tantissimo! Ma ti dico una cosa…se ti aggrappi alla fede, hai un grande supporto. Anch’io avevo una fede vacillante, ma ho scommesso con me stessa, che se avessi coltivato e fatto crescere la mia fede, sarei stata meglio! E così è stato…te lo posso dire, perché l’ho sperimentato di persona, soprattutto quando mio marito mi ha lasciato per un’altra donna…credevo di morire…e invece sono diventata più forte, e riesco a sopportare tutte le cattiverie che sto subendo. Ti assicuro…alla fine il bene vince!!!

    Mi piace

  175. ho perso mia sorella una settimana fa. Il dolore è enorme anche se ancora faccio fatica a credere che tutto ciò sia vero. la sua malattia è durata tre anni e lei ha sempre lottato perché amava la vita e soprattutto perché non voleva lasciare sua figlia e suo marito da soli. Ha lottato anche quando i dolori erano forti e ha sempre sorriso per non far stare male noi. Purtroppo alla fine la malattia ha vinto portandola via a soli 46 anni. Aveva ancora tanti sogni da realizzare e tanti progetti. Io prego il Signore affinché dia a tutti noi la forza di accettare ciò che è successo .
    Alessia ora è con mamma e con papà in paradiso.

    Roberta, 13/10/2012

    Mi piace

  176. mia sorella è morta un mese fa, improvvisamente, aveva 44 anni, emoragia celebrale, non c’è stato niente da fare…ha lasciato un figlio di 20 anni, me, l’altra mia sorella e sopratutto mia madre con una tristezza e un dolore sconfinato, spero che la descrizione di S. Agostino sia reale e che adesso lei si trovi lì. Io l’amerò sempre…

    Mi piace

  177. mio padre è morto 5 mesi fa in un incidente.. è un dolore mai provato prima.. e ancora più doloroso non sentirlo vicino. sento la sua assenza.vorrei che non fosse così

    Mi piace

  178. so che non c’e’ morte definitiva…sento con certezza e non e’ illusione che quando anche noi altri, andremo incontro al trapasso dalla vita terrena e abbandoneremo il nostro corpo terestre martoriato, andremo incontro ad una rinascita e continuita’ di vita piu in pace totalmente..e con certezza ci rivedremo con i nostri cari appartenuti in vita.. e saremo molto piu felici perche’ in PACE.
    NON E’ POSSIBILE..CREDETECI… ESSERE VENUTI AL MONDO..E POI, PERDERE TUTTO,SOPRATUTTO GLI AFFETTI, LA MAMMA IL PAPA’, FRATELLI, FIGLI…. E TERMINARE COSI’ TUTTO…NO! NON CREDO PROPRIO, RAGIONATECI..CHE SENSO AVREBBE VIVERE E FINIRE COSI!!!. C’E’ PER FORZA DOPO.. UN RIVEDERSI E CONTINUARE L’AFFETTO,CHE E’ LA COSA PIU BELLA DELL’UNIVERSO!!!! SICURAMENTE..DOPO QUANDO FINISCE QUESTO CORPO MATERIALMENTE TERRENO SULLA TERRA, DAL CORPO, RIESCE LA NOSTRA ANIMA..SPIRITO, CHE NON RIUSCIAMO OVVIO A VEDERE..PERCHE’ SIAMO SULLA TERRA.. E NELL’ALTRA PARTE PIU’ COMPLETA DELL’UNIVERSO VOLA E RIVIVE ASPETTANDOCI…………PER FORTUNA!!!

    Mi piace

  179. Ho perso mio fratello 9 mesi fa,lui bello,forte giovane,grande unico ci ha lasciato nel buio più profondo,più pasa il tempo,più il dolore si fa grande,mi manca così tanto che vorrei anche io morire.si he addormentato a solo 31 anni,senza una ragione aparente e questa la cosa che fa più malle, domande,mille domande senza risposta,non mi resta che pensare che non eri felice in questo mondo,vai angelo mio adesso conosci il amore infinito di nostro signore.rubi

    Mi piace

  180. Che la pace sia con lui. Mi dispiace tanto.
    Trai la forza dalla tua quotidianità e non lasciarti andare.
    Tuo fratello non lo avrebbe voluto.
    Una ragione non c’è e non farti del male.
    Abbi cura di te ora più che mai.
    Un abbraccio

    Laura

    Mi piace

  181. speravo che con il tempo il dolore si attutisse. sono passati 6 mesi dalla morte di mio padre e il dolore è immutato.. non riesco ad accettare la sua morte. senza senso e impensabile. non riesco a trovare un appiglio per uscire dal mio dolore..

    Mi piace

  182. come si fà ad andare avanti quando accanto a te nn c’è più tuo figlio? io nn sono mamma ma ho visto stare male la mamma che è amica di mia madre lei ha perso suo figlio aveva solo 10 anni è pensare che dovrebberò morire prima i nonni, poi i genitori, ed infine i figli chissà cosa ci sia d’avvero su nel cielo?????? bòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò spero che ci sia aria buona e nn cattivaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.

    Mi piace

  183. 2 Re 18:3-4

    “Egli (re Ezechia) fece ciò che è giusto agli occhi del SIGNORE, proprio come aveva fatto Davide suo padre. Soppresse gli alti luoghi, frantumò le statue, abbatté l’idolo d’Astarte, e fece a pezzi il serpente di bronzo che Mosè aveva fatto; perché fino a quel tempo i figli d’Israele gli avevano offerto incenso; lo chiamò Neustan.”

    Non basta alzare le mani e dire 4 cose senza senso e spacciarle per dono delle lingue… ravvedetevi e convertitevi al Vangelo di Gesù Cristo!!

    Mi piace

  184. Un meraviglioso giorno di ottobre del 1980 , dopo averla cercata tanto , ho trovato la mia dolce compagna. Dopo solo quattro mesi eravamo marito e moglie. Per trentadue anni siamo stati insieme nella buona e cattiva sorte , merito tutto suo.Un triste giorno di maggio del 2013 Dio , come me la data così me la tolta. Di Lei mi resta solo un grande dono , nostro figlio , del tutto uguale a Lei .Ho vissuto giorni tremendi , per la prima volta nella mia vita ho imprecato nostro signore per la Sua morte. Casualmente ho letto la poesia di p.Perico. Qualcosa è cambiato , ora vivo solo nella speranza che Lei mi sta aspettando in quel posto meraviglioso anche se mi rimane un ricordo struggente di quei struggenti anni passati insieme e per l’amore che ha saputo infondere .A presto dolcissimo amore.

    Mi piace

  185. bellissimo sapere che un giorno rivedremo i nostri cari..l’amore della mia vita e’ volato in cielo un mese fa’noi il 26 di questo mese dovevamo andare a vivere insieme e poi ci saremmo sposati ma lui aveva il diabete aveva solo 46 anni gli e’ venuta una trombocardiovascolare.. mi manca cosi’ tanto..lui era e’ restera’ per sempre nel mio cuore e se adesso mi sta ascoltando Aspettami amore mio..Andrea per tanti solo un nome per me eri e’ sei il mio tutto..

    Mi piace

  186. Non pensare questo! Se mi vuoi credere? siamo noi a decidere quando andare…il nostro tempo può essere lungo o corto, e ti posso dire che la morte NON ESISTE! Credimi?!

    Mi piace

  187. la cosa piu brutta quando una persona che tu ami non rientra più a casa e ti dicono tuo marito è morto è cosi’ ti casca il mondo addosso

    Mi piace

  188. io ho perso la mia mamma sono passati solo tre mesi.. ma ho il cuore devastato dal dolore e mi struggo.. ma S.Agostino mi da conforto e so che andrò ad abbracciare di nuovo la mia amatissima mamma e quando accadrà sarà per SEMPRE……………………..Aspettami mammina mia…arriverò spero prestissimo!

    Mi piace

  189. coloro che ci hanno preceduti nell’altra vita, sono sempre in comunione con noi, non ci hanno abbandonati, e un giorno saremo nuovamente tutti insieme nella casa del Padre dove non c’è più morte ma gioia eterna.

    Mi piace

  190. Sono una mamma che ha perso l’unico figlio, aveva 43 anni è morto 14 mesi fa, con una aneurisma celebrale senza poter dire una sola parola, io e mio marito siamo disperati, ci facciamo mille domande ma senza una risposta io voglio credere che ci sia una vita più bella di quella che stiamo vivendo e spero di meritarmi quando il Signore mi chiamerà di poter riabbracciare mio figlio questa è la speranza che mi tiene in vita la perdita di un figlio è il dolore più grande che possa esistere.

    Mi piace

  191. E’ dal 22/23 aprile 2005 che ho iniziato a studiare (avevo 57 anni) il fenomeno del cosiddetto “paranormale”, questo per un fatto occorsomi proprio in quelle date. Ancora sto studiando, ma posso assicurare con assoluta certezza che Dio esiste, che esistono gli Angeli, che esistono le nostre anime che ci permettono di realizzare le nostra vita.
    Esiste un al di là molto simile, ma non uguale ai nostri luoghi: lì non c’è l’interesse e, quindi, non esiste l’astio tre le anime, quindi, molta serenità e amorevolezza.
    Io sono la persona a cui è stato dato il dono di comunicare con “loro” tramite mia moglie: c’è un arte per poterlo fare e questa è comune a moltissime persone. Il difetto è che questa facoltà insita in noi si è atrofizzata nella nostra testa (cervello)
    Noi apparteniamo a Dio, siamo i suoi custodi del mondo, ma noi, per la facoltà dell’arbitrarietà concessaci, non seguiamo il nostro Angelo e deviamo fino a non comprendere più i loro messaggi: loro ci parlano in continuo, solo raramente pensiamo d’aver percepito qualcosa.
    Vi assicuro che vostro figlio vi sta sempre vicino, vi parla, vi consola; son certo che spesso accarezza le vostre fronti.
    Sono quasi pronto ad esporre al mondo intero la possibilità di sentirsi tutt’uno con il Creatore perché siamo la Sua viva espressione la nostra vita è un po come un processo di brinazione del nostro spirito e la fine della vita ne è la sublimazione ed il corpo inerme, che è l’inutile scarto, ritorna alla natura.
    Sappi che Dio non è nelle religioni, ma molto più in alto. Quelle sono utili giustificazioni, ma non il vero.
    Provi: prenda un blocco notes A3, una penna leggera tipo bic, cerchi di astrarsi dai problemi della via e liberare la mente mentre, presa la penna, la faccia scorrere con cerchi concentrici sul foglio mentre guarda li guarda e questo per vario tempo, riprovi senza stancarsi. Potrebbe essere premiata, potrebbe scrivere e contestualmente esprimere quello che sta scrivendo.
    Potrebbero venire diversi spiriti, chieda di parlare con lo spirito di suo figlio o con il suo angelo custode.
    Buona fortuna e mi faccia sapere. Sarà una gioia risentirla.

    Mi piace

  192. Caro Mario,mi spiace scoraggiarla,ma credo che il suo pensiero e ,purtroppo,anche il suo vivere sia completamente contrario al nostro credo cristiano che non è certo mera evocazione di spiriti tramite penne o altro,ma FEDE profonda in un al di là a cui al momento non ci è permesso di accedere,ma che esiste davvero e si può raggiungere solo ed esclusivamente attraverso la PREGHIERA e non attraverso altre dubbie e devianti pratiche!

    Mi piace

  193. ANTONELLA BUON GIORNO,
    IL NOSTRO CORPO E’ UNA COSA MOLTO COMPLESSA, NON ABBIAMO LA MINIMA IDEA ED E’ MOLTO PIù VICINO A DIO DI QUANTO NOI PENSIAMO.
    LUI E’ CON NOI E NOI NE SIAMO LA SUA ESPRESSIONE A CUI HA LASCIATO OGNI LIBERTA’ DI AGIRE, CIOè IL LIBERO ARBITRIO.
    LE RELIGIONI (TUTTE), LA FEDE, LA SPERANZA , LA CARITA’, ECC. SEGNANO UN TRAGITTO PER METTERE ARGINI ALLA CONDOTTA UMANA PER MIGLIORARNE LA SUA FINALITA’, MA NON è IL TUTTO.
    TU ANALIZZA LA NOSTRA GRANDE PREGHIERA DEL “PADRE NOSTRO”, CI è STATA INSEGNATA COME “PREGHIERA”, MA GUARDANE BENE I SUOI CONTENUTI: E’ IL MASSIMO, IL PIù ELEVATO DOCUMENTO POLITICO LASCIATO ALL’INTERA UMANITA’, INTENDENDO PER POLITICA IL VERO CONTENUTO ETIMOLOGICO DELLA PAROLA.
    1) IDENTIFICAZIONE E COLLOCAZIONE DEL SUPREMO (DIO);
    2) SI VERIFICHI SULLA TERRA LA STESSA ORGANIZZAZIONE CHE TU HAI POSTO IN CIELO, COSA ALTAMENTE POSSIBILE, TE LO GIURO!
    3) SIA FATTA LA TUA VOLONTA’: DIO NON CASTIGA NESSUNO, NELLA SUA ORGANIZZAZIONE NON è POSSIBILE FARE DEL MALE AD ALCUNO, MA SOLO AMORE, QUINDI, DEL BENE;
    4) LA REMISSIONE DEI DEBITI RECIPROCI HA SENSO SOLO SE NOI ANDIAMO A QUALIFICARE LA MONETA QUALE CONTROVALORE DELLO SCAMBIO E NON COME MOTIVO DI ARRICCHIMENTO BASATO SULLA SPECULAZIONE PERTANTO L’AUSPICIO VOLGE VERSO LA COMUNIONE DEL VALORE DEL LAVORO VERSO L’INTERA COMUNITA’ GLOBALE. DOBBIAMO VOLGERE L’ATTENZIONE VERSO LA COMUNITà GLOBALE E NON SOLO QUELLA EUROPEA, MA IN TUTT’ALTRO MODO.

    LE SCRITTURE SACRE HANNO UN TEMPO E SONO STATE FATTE PER LE NECESSITà DI SVILUPPO DELLE CAPACITà DELL’INTELLIGENZA DELL’AMPIO PERIODO (MILLENNI) MA NON RAPPRESENTANO IL LIMITE INSUPERABILE.

    IL LIMITE DELL’INSUPERABILITà PONE VINCOLI ALL’INTELLIGENZA CHE è SPECIFICA MATERIA DI DIO E NON NOSTRA ELEMENTO CHE NON PUò AVERE LIMITI DA PARTE NOSTRA VISTO CHE, NEL DECORSO DEI PRIMO 5 ANNI DI VITA, PERDIAMO OLTRE IL NOVANTA PER CENTO DELLA DOTE INIZIALE.
    UN CARO SALUTO.

    Mi piace

  194. Sicuramente lui ti ascolta e ti sta vicino, ti dispiacerebbe poterlo sentire? Questo diverrà normale tra non molto tempo.
    Ti allego il colloquio con una donna speciale vissuta molti anni fa. fammi sapere cosa ne pensi.
    10/7/2006
    “Marisabel
    C’è uno spiritello che vuole parlarti. (rivolto a Luciana)
    Marisabel: Io sono il tuo spirito guida. Io sono qui per aiutarti. Sono incaricata di fare di te una buona scrivente. Io sono stata scelta fra tanti per aiutarti. Ti seguo da sempre ma ora è diventato più facile.
    Tu riesci a sentirmi benissimo. Io ti aiuterò con la scrittura, tu cerca di non scoraggiarti. Hai un buon talento, hai tante capacità.
    Tu hai tanta pazienza, hai tanta voglia di fare, sì. Io sto qui per questo.
    Luciana: io come faccio a mettermi in contatto con lei?
    Marisabel: Basta che ti rilassi, prendi una penna, un foglio e provi come fanno loro, all’inizio non sarà facile, poi tutto scorrerà con facilità.
    Luciana: Vorrei sapere come si chiama
    Marisabel: Io sono una donna vissuta tanti anni fa, io ero una donna nobile dell’alta società. Sono morta presto e mi sono molto arrabbiata con loro perché non mi hanno capito, sto parlando della mia famiglia, io ero come voi, scrivevo, ma loro mi hanno considerata matta, di fatto sono stata chiusa in una casa in campagna e mi hanno dato tanta erba da bere per stare calma.
    Il mio cuore non ha retto e sono morta all’età di 31 anni. Ora cerco di aiutare chi vuole scrivere.
    Luciana: Il tuo nome?
    Marisabel: Il mio nome è Marisabel
    Luciana: Che bel nome!
    Marisabel: Sì, è molto bello
    Luciana: volevo chiedere una cosa, è possibile che io abbia vissuto in un’altra epoca?
    Marisabel: Tutte voi avete vissuto, lo spirito più vecchio è Stella, lei c’era dal principio
    Luciana: Voglio sapere in quale civiltà ..
    Marisabel: : Tu hai avuto molte vite, come tutti, eri nell’ultima vita una donna venezuelana che ha avuto 3 figli e è morta all’età di 71 anni di tumore, il secolo scorso.
    Luciana: ho avuto a fare nulla con l’Egitto?
    Marisabel: Sì, sì, sì. Eri un uomo.
    Luciana: Ma come un uomo!
    Marisabel: Sì, sì eri un uomo, bello pure
    Luciana: che carica ricoprivo?
    Marisabel: Eri molto in alto alla corte del faraone, una specie di architetto all’epoca
    Luciana: Ci andrò mai in Egitto?
    Marisabel: Boh, dipende da te.
    Mario: Io quante vite ho avuto?
    Marisabel: Quella era una delle tue prime vite (riferita a Luciana)
    Luciana: Sono mai stata un animale?
    Marisabel: No, no, è come gli Angeli, sono Angeli e basta.
    Mario: Nelle mie vite precedenti?
    Marisabel: Le tue vite sono molte, voi siete già vissuti insieme in una grande nazione che si è fatta con voi, eravate pionieri del Re.
    Mario: in quale nazione era?
    Marisabel: Voi eravate fratelli, sì, nell’America di oggi, avete lottato con gli Indiani, poverini, gli indiani, sì.
    Mario: Quale funzione avevamo?
    Marisabel: Voi dovevate prendere della terra per poter vivere, sì, ma siete vissuti poco
    Mario: Ci hanno ammazzati?
    Marisabel: Sì, sì in un conflitto indiano, poveri gli indiani, sì.
    Luciana: Volevo chiedere se potevo parlare con papà.
    Marisabel: Ciao, a presto.”

    Come vedi si può essere vicini, anche di molto.
    Auguri, ciao Mario

    Mi piace

  195. ci sara’ chiedi a Dio la forza di compiere il tuo disegno sulla terra e quando arrivera’ quel momento vi incontrerete di nuovo…tuo figlio e’ li proprio accanto a te ma il dolore vi rende ciechi e nn vi permette di vederlo,lui t da i segni nella vita di tutti i giorni,chiamalo chiedigli di stringerti ancora,lo sentirai

    Mi piace

  196. Queste tue parole sono la preghiera più elevata che tu possa aver indirizzato a Dio.
    Pregare non è dire: bla bla bla, ma offrire a Dio tutto l’amore ed il cuore che si possiede con tutta l’intensità che uno ha: è lì che nasce la strada dell’incontro con LUI.
    Un abbraccio d’amore.

    Mi piace

  197. Cara Maria, mi chiamo Antonino ho letto la tua storia x caso, ho perso mio padre e mi sono aggrappato a questa grande preghiera di S.Agostino. Ho letto la tua storia, mi unisco con la preghiera al vostro dolore.Non c’è disperazione più grande. Sono padre,mio figlio è la luce dei miei occhi, è aria x i miei polmoni, ogni attimo prego Dio di proteggerlo sempre. Maria x le tu mille domande non avrai mai una risposta.Che un giorno potrai riabbracciarlo questo si, lui è accanto a te non puoi vederlo con gli occhi, ma puoi sentire la sua essenza , la sua anima e accanto a te, e lui non vorrebbe che la mamma e il papà soffrissero. Parla sempre con lui di qualsiasi cosa, la preghiera ti aiuterà. Cara maria io pregherò x te e tu prega x me, che Dio mi doni sempre quello che gli chiedo x gli altri.

    Mi piace

  198. Ciao Anika, e’ proprio cosi’ infatti… non puo’ finire tutto qui, sarebbe veramente una vita senza senso. Anch’io credo pienamente la continuita’ della vita, in un modo diverso certo,.. ma comunque si rinasce e si rivive questo e’ importante! Non nascondo pero’ che alcune volte.. presa dallo sconforto.. ho chiesto a me stessa se finisse tutto qui e poi…. il buio totale.. cioe’ il NULLA! ma poi.. sono tornata sui miei passi.. ed ho detto no, non e’ come penso.. Dio c’e’ e l’aldila’ c’e’. Ci aspetta un altra citta’.. tutta nuova, bella, colorata luminosa e, piena di fiori freschi e profumati..e li saranno ad attenderci tutti i nostri cari che ci hanno preceduto e… saranno li ad aspettare con le braccia spalancate!

    Mi piace

  199. Ciao a tutti… è importante condividere il proprio dolore con chi può capire ciò che stai provando!!! Sei anni fa dopo solo undici mesi che io ed il mio compagno stavamo insieme e convivevano a 25 gg prima della nascita della nostra bimba si è suicidato!!! Manca oggi come allora.. solo che adesso anche la nostra Vittoria risente della sua mancanza… si confronta di continuo con gli altri bimbi… è la vita è cosi che doveva andare ma io ancora oggi ho un dolore dentro enorme.. Nessuno capisce… danno per scontato il tempo trascorso e che una morte desiderata non merita poi tanta sofferenza… ma che significa??? Io non ho condiviso la scelta ma ho imparato a rispettarla perché non so in quel momento che cosa lui stava patendo… aveva solo 40 anni… ed era ed è tutt’ora la mia vita!! Lui che vive attraverso gli occhi di mia figlia!!! Perdonare??? Tante volte dico di si… ma poi mi rendo conto che raccontò una bugia a me stessa… Grazie ad ognuno di voi che ha dedicato un minuto del suo prezioso tempo x leggermi..

    Mi piace

  200. Loredana, oggi puoi lottare per evitare che questo male oscuro colpisca altre persone. Condividi le risorse che ne parlano in rete e cerca informazioni su cosa succede nella mente nel campo della motivazione e della crescita personale.
    Auguri.
    Marco

    Mi piace

  201. La morte non è niente, è vero! Noi siamo “Essenza”, e fatti della stessa sostanza del Padre “a Sua Immagine e Somiglianza”. E’ vero che siamo figli di Dio. I genitori sono il mezzo con cui Dio trasferisce una Essenza dall’ “Ambiente” dello Spirito a quello della Vita: noi tutti siamo fatti così e lei, come tutte le mamme, ne è stata la parte attiva, cioè la costruttrice di una nuova vita.
    La Vita è un miracolo che si realizza in virtù dell’Amore e quando quella termina in modo anticipato produce immenso dolore, capisco il suo stato d’animo.
    L’Amore di suo figlio verso di lei non termina con la morte del corpo, la sua Essenza rimane vicino a lei, è con chi ama e lo ha amato.
    In quell’Essenza rimane presente ogni minuto della via trascorsa ed è possibile comunicare con la stessa: Mosè non era un ciarlatano, lui aveva scoperto già da allora il modo per farlo, ma , purtroppo, non c’è lo ha insegnato, mentre è cosa che mi prometto di fare.
    Lei legga quanto già scritto in questa rubrica il 21/3/2014, quella è l’esatta trascrizione del colloquio avuto da mia moglie con l’Angelo “Marisabel” in presenza di almeno 5 persone.
    Il contenuto di quella conversazione (trascritta esattamente dalla registrazione fonica) le farà luce e le darà un po più di serenità perché comprenderà che suo figlio le sta accanto e se legge con attenzione comprenderà anche come abbattere le barriere comunicative.
    Nel Mondo sono moltissime le persone che possiedono “innata” la dote di poter comunicare con l’aldilà tramite la “scrittura automatica” ma solo in pochi ne sono coscienti.
    Con questo io non le lenisco il dolore di madre, ma voglio farle comprendere che suo figlio è accanto a lei, sì proprio così come dice S.Agostino che non ha scritto una poesia, ma il resoconto della realtà.
    Un forte abbraccio. Mario

    Mi piace

  202. Ho letto questa preghiera 31 anni fa, avevo 36 anni e tr figli piccoli, mi ha aiutato tanto e continuo a leggerla ancora,da un po’ di pace, e’bellissima e da conforto.

    Mi piace

  203. Dolore, rabbia, incredulità… Tutto questo mi accompagna oggi, dopo aver perso il giorno della vigilia una delle persone più care della mia vita in un tragico incidente d’auto. Sentire questa poesia mi ha fatto disperare ancor di più, ma ha anche aiutato, in un secondo momento, a darmi maggiore consapevolezza. Mettere in pratica gli insegnamenti che ci hai lasciato, cercando di essere buoni e gentili come te, cercando di mettere sempre il prossimo davanti alle nostre necessità: questa è la nostra strada. Ed è forse l’unica consolazione che abbiamo al momento. Aiutaci a camminare nella tua stessa direzione, seguendo le orme che ci hai lasciato.

    Mi piace

  204. Ciao Jenny…pensa un pò mi chiamo Genny anchi’io…ho letto il tuo racconto e mi sono rivista tanto nelle tue parole…ho perso il mio fidanzato l’8 dicembre ha avuto un incidente il 28 novembre con la sua auto una jeep che tanto mi piaceva…ogni tanto la guidavo anch’io…pensa adesso la odio… quasi due mesi fà mi sono ritrovata a stare con lui per undici giorni in ospedale con la speranza che riuscisse a svegliarsi ma nel mio profondo avvertivo la bruttissima sensazione che l’avrei perso per sempre…infatti così è stato…da allora la mia vita ha perso ogni motivazione e mi vergogno perchè ho un figlio (Davide) di vent’anni che amo più della mia vita stessa…ma non riesco a concentrarmi su di lui che tra l’altro mi vede stare male…o perlomeno immagina perchè davanti a lui cerco di essere forte…ma è tutto un incubo…pensare e credere di andare avanti senza di lui mi sembra impossibile Fabrizio era l’uomo che per tutta la vita ho desiderato pensa che per lui ho lasciato un bravissimo ragazzo che mi amava…ma è stato più forte di me eppure con Fabrizio eravamo amici da tanti anni anche se in questi ultimi notavo da parte sua un punzecchiarmi e stuzzicarmi continuamente cercavo il più possibile di evitare qualsiasi fraintendimento visto che sempre più mi rendevo conto che la cosa mi faceva alquanto piacere…questo piacere improvvisamente diventò un esigenza indispensabile com’era indispensabile incontrare i suoi occhi verdi cangianti e il suo affascinante e misterioso sorriso che iniziai a vedere in modo completamente diverso…era il mio cuore a guardarlo non più io…cosi per un anno e più ci siamo vissuti intensamente…ogni giorno dal primo all’ultimo era un piacere per lui sentirsi il mio odore addosso come lo era per me sentire il suo…mi ricordava ogni giorno quanto ero bella mi chiamava principessa ma spesso anche la mia bambina e ogni tanto cucciola…e non faceva altro che esigere di non togliergli mai il mio sorriso visto che era la sua forza…quelle poche volte che si litigava riusciva sempre…dopo avermi fatto sfogare… essendo lui molto più paziente di me…abituato anche dal fatto che faceva ‘politica’…con un giusto confronto a farmi ragionare e accettare anche il suo punto di vista come lui accettava il mio…insomma non c’era niente che non mi stesse bene di lui…per questo continuo a chiedermi come potrò mai andare avanti…non voglio neanche sentirmi dire che riuscirò nuovamente ad aprire il mio cuore e quando qualcuno me lo dice con lo scopo di tirarmi un pò sù…tutto questo mi offende mi trattengo dal rispondere perchè capisco l’intenzione dall’altra parte; ma credimi è veramente difficile…e cmq come anche tu hai raccontato la fortuna di scoprire quanto splendida sia la sua famiglia bè lo stesso è capitato a me…la mamma è una persona meravigliosa forte e rivedo tanto del mio Fabrizio in lei…passo piacevolmente ore a chiacchierare con lei che quando vado via sto sempre meglio…è bello anche passeggiare con lei portare a spasso il pastore tedesco di mio figlio così come facevo con Fabrizio…pensa che anche ‘Nilo’ il cane era innamorato di lui…e mi fà sorridere anche il fatto che adora anche la mamma nonostante non l’avesse vista mai….
    Non lo sò se riusciro a superare questo brutto periodo della mia vita e se sarà un periodo…ora sto male mi manca l’aria….ogni angolo di mondo mi parla di lui ogni cosa che faccio o provo a fare o sà di lui o di quanto mi manca….non avrei mai pensato si potesse amare cosi tanto per poi soffrire ancora di più…quest’anno appena finito mi ha regalato cosi tanto…ma mi ha tolto troppo…non potrò mai cancellare niente…adesso continuo ad andare a dormire sperando di sognarlo e non nego spesso di pensare che sarebbe bello addormentarmi e non svegliarmi più…ma allo stesso tempo spero di riuscire un giorno a rivivere e non sopravvivere solo perchè mio figlio non merita di stare senza sua mamma a soli 20 anni….io lo persa che ne avevo compiuto 3 il giorno…sò che non sarebbe giusto….
    Scusa se ho scritto cosi tanto ma per la prima volta sono riuscita a farlo…non riuscivo a smettere….adesso mi chiedevo come mai sarà il tuo stato d’animo visto che sono passati già 16 anni….io ho 40 anni tutto avrei pensato eccetto di soffrire così.

    Mi piace

  205. http://miglioramento.com/2015/10/31/non-alzarti-un-giorno-senza-sapere-cosa-fare-sergio-baramben/

    NON TI ARRENDERE MAI

    neanche quando la fatica si fa sentire,

    neanche quando il tuo piede inciampa,

    neanche quando i tuoi occhi bruciano,

    neanche quando i tuoi sforzi sono ignorati,

    neanche quando la delusione ti avvilisce,

    neanche quando l’errore ti scoraggia,

    neanche quando il tradimento ti ferisce,

    neanche quando il successo ti abbandona,

    neanche quando l’ingratitudine ti sgomenta,

    neanche quando l’incomprensione ti circonda,

    neanche quando la noia ti atterra,

    neanche quando tutto ha l’aria del niente,

    neanche quando il peso del peccato ti schiaccia…

    Invoca il tuo Dio, stringi i pugni, sorridi… e ricomincia!

    (San Leone Magno)

    Mi piace

  206. Volere è potere, Perché?
    Noi siamo corpo, cioè materia protetta da tre energie Celesti di cui Dio è generatore:
    1) il nostro Spirito vivente
    2) lo Spirito guida che di tanto in tanto cambia (Spiriti vissuti più volte)
    3) l’Angelo custode.
    Queste tre entità fornite da Dio, che ci accompagnano e ci fanno da guida, incitano la nostra volontà a non cedere e ci danno la forza a superare gli ostacoli, c’è sempre una ragione, ma spesso siamo noi a non coglierne il significato e scegliere altre strade.
    Noi ignoriamo che siamo essenzialmente Spirito di Dio e che è nostra volontà il fatto di aver scelto di sperimentare l’ingresso in un nuovo corpo, quindi materializzarsi, per portare avanti un nuovo progetto, ma, poi da uomini perdiamo e dimentichiamo il senso del progetto ed operiamo con libera scelta anche se nel nostro inconscio esiste la traccia del motivo per cui siamo uomini: è da qui che nasce il “libero arbitrio”
    E’ per questo che spesso si cade e ci si dispera, ma bisogna avere la forza di rialzarsi, magari fermarsi e nel silenzio più assoluto pensare e rifletterci sopra magari fino a non sentire più il tuo respiro: allora avrai a portata di mano le soluzioni ottimali per rialzarti ed imboccare la strada giusta.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...